Impresa
Impresa
Il Mondo Wealth Management

Imprese familiari tra proprietà e governance

A cura dell'avvocato Giuseppe Prascina

Com'è noto, le imprese familiari sono la spina dorsale dell'economia italiana ed attuale è oggi il "Passaggio generazionale" che però deve essere supportato anche dall'attenzione da riservare all'aspetto del patrimonio: il bene-impresa, dovrà tenere sempre conto delle quote riservate per legge ai legittimari.

Limitarsi a trasferire la maggioranza del capitale e quindi dei diritti di voto utili a determinare la Governance societaria al figlio o nipote "eletto", lasciando gli altri in minoranza e ledendo i diritti di questi ultimi porterebbe a conflitti familiari che potrebbero incidere sulla tranquilla continuità aziendale.

Il vigente diritto societario offre diversi strumenti utili a tale scopo: ci sono i diritti particolari del socio di Srl (articolo 2468, III° comma, Codice Civile), i quali permettono di riservare ad uno dei discendenti il diritto di nominare la maggioranza dell'organo amministrativo, indipendentemente dalla percentuale di capitale posseduta; oppure, nelle S.p.A. le partecipazioni prive di diritto di voto, voto limitato o plurimo (articolo 2351 Codice Civile) che consentono di effettuare attribuzioni paritetiche ed al contempo di concentrare la maggioranza dei voti esercitabili in assemblea in capo all'erede "prescelto".

Un'ulteriore possibilità per equilibrare le attribuzioni patrimoniali tra i discendenti potrebbe essere quella di scorporare dall'azienda la componente immobiliare, conferendola in una newco (o società immobiliare già esistente): in tal modo, ai figli non attivi in azienda potrebbe essere attribuita una quota maggioranza (o totalitaria) nella società immobiliare, ed una di minoranza in quella operativa; nel contempo, l'azienda continuerebbe a godere degli immobili strumentali in base ad un contratto di locazione, garantendo redditività all'impresa immobiliare).

Da ultimo, ma non meno importante, il conferimento in un Trust la partecipazione societaria idonea a determinare la governance aziendale così il TRUST-SOCIO nominerebbe l'organo amministrativo in conformità dell'atto istitutivo (ipotesi del figlio più meritevole escludendo gli altri dalla gestione).
Per maggiori informazioni
Avv. Giuseppe Prascina
Studio professionale: Corso V. Emanuele n. 105 – Barletta
Tel/fax 0883.527748 – Cellulare: 338.4728360
Mail: avv.prascinagiuseppe@gmail.com
PEC: avv.prascinagiuseppe@pec.ordineavvocatitrani.it
  • Imprese
Altri contenuti a tema
Finanziamenti alle MPMI pugliesi, rate sospese fino al 31 dicembre Finanziamenti alle MPMI pugliesi, rate sospese fino al 31 dicembre Proroga di sospensione decisa in Giunta regionale
In arrivo altri 20 milioni a sostegno delle imprese pugliesi In arrivo altri 20 milioni a sostegno delle imprese pugliesi Borraccino: «Sosteniamo l’accesso al credito per fronteggiare la crisi economica derivante dall'epidemia Covid-19»
Micro e piccole imprese, al via una misura da 3milioni per i Confidi Micro e piccole imprese, al via una misura da 3milioni per i Confidi Approvate le linee guida per l'avviso pubblico
Manca ancora la cassa integrazione, "Movimento Imprese" chiede interventi rapidi Manca ancora la cassa integrazione, "Movimento Imprese" chiede interventi rapidi L'assessore Capone e il consigliere De Santis: «Sosteniamo gli operatori. Autorizzazioni inviate all'Inps da oltre 20 giorni
Dalla Regione un Microprestito per le imprese. Presto il bando Dalla Regione un Microprestito per le imprese. Presto il bando Da lunedì 25 maggio attivo lo sportello di finanza agevolata negli uffici di Confcommercio Bari-BAT
Dalla Regione 20 milioni di euro per le imprese sociali Dalla Regione 20 milioni di euro per le imprese sociali Un avviso pubblico di Puglia Sociale per la promozione e lo sviluppo dell'innovazione
Stanziamento da 665 milioni, due avvisi per MicroPrestito e “bonus occupazione” Stanziamento da 665 milioni, due avvisi per MicroPrestito e “bonus occupazione” Le misure regionali per microimprese, partite IVA, autonomi e liberi professionisti e i settori turismo e cultura
Emergenza Coronavirus, dalla Regione Puglia 450milioni alle imprese ed alle partite IVA Emergenza Coronavirus, dalla Regione Puglia 450milioni alle imprese ed alle partite IVA Emiliano: «Abbiamo deciso di agire in modo rapido»
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.