Estate Coratina 2018. <span>Foto Giuseppe Di Bisceglie</span>
Estate Coratina 2018. Foto Giuseppe Di Bisceglie

Burlesque in Piazza. È questa la Cultura a Corato?

Le rimostranze di un nostro lettore

Le considerazioni di un nostro lettore in merito ad alcune iniziative, rientranti nel cartellone dell'Estate Coratina.

Gentile redazione,
approfitto dello spazio sul vostro giornale per rendere pubbliche alcune mie considerazioni circa il significato della parola Cultura nella città di Corato. Mi consta, infatti, che sia competenza dell'assessorato alle politiche culturali l'allestimento del cartellone degli eventi in programma per l'estate e, giustamente, nella cerimonia di presentazione dell'Estate Coratina, il compito di illustrare le iniziative estive è stato affidato all'assessore alle politiche culturali.
Bene ha fatto la vostra redazione a rendere pubblico l'elenco dei costi sostenuti dal Comune di Corato per la realizzazione delle iniziative estive. Così abbiamo potuto anche comprendere verso quale direzione si muove la politica culturale nel nostro comune e per quali iniziative e in che misura si è ritenuto di investire.
Vorrei chiedere ai vostri lettori, per vostro mezzo: può uno spettacolo di burlesque in piazza essere considerato degno di un investimento da parte del nostro Comune?
È successo che domenica in due piazze cittadine, tra le più capienti della nostra città, il corpo femminile è diventato spettacolo. E per questo spettacolo il Comune ha investito quasi 4 mila euro distribuendoli per i due eventi.
In piazza Vittorio Emanuele si dava vita ad uno spettacolo di burlesque, con una donna seminuda su un palco, che si liberava degli abiti mettendo in mostra le sue forme.
In piazza Cesare Battisti, una giuria qualificata (?!?!?) composta da politici e rappresentanti delle forze dell'ordine, giudicava la bellezza di 25 ragazze che si mostravano in passerella quasi fossero in vetrina. Imbarazzante sapere che tra i "giudici" vi fosse anche qualche donna.
Se qualsiasi evento culturale, se qualsiasi forma di cultura ha come obiettivo quello di arricchire la conoscenza, accrescere la sensibilità, esaltare la grazia d'animo che è insita in chiunque, chiedo a me stesso: può questa essere chiamata Cultura?

  • cultura
Altri contenuti a tema
Vittorio Sgarbi: "A Matera doveva esserci Muti non Conte" Vittorio Sgarbi: "A Matera doveva esserci Muti non Conte" Il noto critico d'arte ai microfoni di VivaNetwork
Kronos, successo per l'edizione 0 Kronos, successo per l'edizione 0 L'auspicio è che l'esperienza culturale possa ripetersi
Una nuova giornata con Kronos Una nuova giornata con Kronos Interessanti momenti di cultura tra scuola e città
L'utopia della libertà", per Kronos il dialogo tra il Musicologo Zignani e il Neurochirurgo Montinaro L'utopia della libertà", per Kronos il dialogo tra il Musicologo Zignani e il Neurochirurgo Montinaro Stasera presso l'Atrio di Palazzo La Monica
Felix Lo Basso presenta "Arte e Cucina" Felix Lo Basso presenta "Arte e Cucina" La presentazione di un libro nel Memorie restaurant
Primo maggio a Trani, in Piazza Longobardi un tuffo nel passato con "Sùvenir" Primo maggio a Trani, in Piazza Longobardi un tuffo nel passato con "Sùvenir" In programma musica, stand e attrazioni per grandi e bambini
La televisione fa le Bolle! La televisione fa le Bolle! Edizione straordinaria del vulcanico Malerba, arriva la cultura su Rai 1
Intervista a Felice Lo Basso Intervista a Felice Lo Basso
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.