Assuntela Messina (Foto Vincenzo Bisceglie)
Assuntela Messina (Foto Vincenzo Bisceglie)
Politica

Bando periferie, l'impegno della senatrice di Barletta Assuntela Messina

«Non possiamo accettare che il governo cancelli, all'improvviso, i fondi già pronti»

"Non possiamo accettare che il governo, con un semplice tratto di penna, cancelli, all'improvviso, i fondi, già pronti e stanziati, per le periferie. A ben 96 comuni italiani spettavano più di un miliardo e mezzo di euro da destinare alla riqualificazione delle aree più disagiate, ma il governo li ha letteralmente scippati, cancellandoli. Per questo, oggi, in Aula, al Senato, tutti noi senatori del Pd, attraverso il capogruppo Marcucci, presenteremo una mozione per impegnare il governo Conte a ripristinare il cosiddetto"bando per le periferie" e, quindi, rispettare gli impegni assunti, l'11 settembre scorso, dal Presidente del Consiglio dei ministri con l'Associazione nazionale dei comuni italiani (Anci) con l'approvazione di un provvedimento finalizzato a reintegrare tutte le risorse necessarie ad assicurare l'integrale finanziamento delle 96 convenzioni sospese con le legge del 21 settembre scorso".

A dirlo, la senatrice Pd di Barletta Assuntela Messina che spiega: "Con l'improvvisa decisione del governo di tagliare i finanziamenti, solo la Puglia rischia di perdere i circa 45 milioni di eurostanziati dai precedenti governi Renzi e Gentiloni per la riqualificazione dei quartieri delle nostre città: a Taranto sarebbero destinati 9,3 milioni, 17,4 a Brindisi, 17,9 a Foggia. Il "bando periferie" non si limita a finanziare opere pubbliche, ma, in virtù della nuova concezione di urbanistica olistica, pensa alla città in funzione della comunità. Quindi edifici, piazze, ma anche trasporto, cultura, welfare, formazione e ambiente. Un approccio innovativo e all'avanguardia al quale non possiamo rinunciare. Non possiamo rinunciare a più di 1600 interventi, destinati a circa 20 milioni di italiani.

Con la nostra mozione, chiederemo, invece, all'esecutivo di supportare i 96 enti locali che hanno già firmato il 18 dicembre 2017 le convenzioni relative al bando, per consentire loro il rapido completamento dell'iter burocratico e documentale previsto per l'assegnazione di tutte le risorse già stanziate".
  • Assuntela Messina
Altri contenuti a tema
Tagli ai fondi per l'editoria Tagli ai fondi per l'editoria Il parere della Sen. Messina
La Sen. Messina e la sua posizione sul Tavolo della Transazione Ecologica Solidale La Sen. Messina e la sua posizione sul Tavolo della Transazione Ecologica Solidale Piano energia e clima del 19 Novembre 2018 a Roma
Stabilità per i lavoratori Asl, felice la senatrice di Barletta Messina Stabilità per i lavoratori Asl, felice la senatrice di Barletta Messina «Dopo tanti anni di lavoro precario, in tempi come questi la notizia è doppiamente importante»
Ddl isole minori, l'intervento di Assuntela Messina in Senato Ddl isole minori, l'intervento di Assuntela Messina in Senato «Sono motivo di orgoglio sotto il profilo culturale, paesaggistico e turistico»
L'intervento della Sen. Assuntela Messina a Palazzo Madama L'intervento della Sen. Assuntela Messina a Palazzo Madama Presentazione della Commissione Ambiente della Federazione Italiana Diritti Umani
Tragedia sulla ss 16, Messina (PD): «Lo Stato deve agire e assumersi responsabilità» Tragedia sulla ss 16, Messina (PD): «Lo Stato deve agire e assumersi responsabilità» La senatrice di Fronte Democratico è intervenuta anche sulla questione vaccini
Ilva, la Sen. Messina chiede l'implementazione di un sistema di contenimento dei fumi pericolosi Ilva, la Sen. Messina chiede l'implementazione di un sistema di contenimento dei fumi pericolosi Ieri in Senato l'audizione dei commissari straordinari ILVA
© 2016-2018 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.