Loizzo
Loizzo
Politica

Paolo Loizzo: “Servono una Rianimazione per l’Ospedale di Corato e un registro tumori, non c’è più tempo”

Il candidato sindaco dell’area riformista è intervenuto sul tema della sanità

«Basta con i proclami sull'ospedale Umberto I: non è più tempo di stare nel tempo indefinito dell'attesa. Serve un'amministrazione elastica, che si impegni ad accelerare l'esecuzione dei progetti già avviati dalla Regione, per i quali il nostro contributo a mantenere l'ospedale di Corato è stato tangibile. E serve un registro tumori per la città, per cui già da consigliere comunale mi sono fatto portavoce delle istanze dell'associazione Onda d'Urto. È tempo di agire».
Paolo Loizzo, 55 anni, già consigliere di opposizione per l'Associazione progresso etico (Ape), responsabile del Pronto soccorso dell'ospedale e candidato sindaco per l'area riformista, è intervenuto così sul tema 'Ospedale e sanità, quale futuro?'. Lo ha fatto sabato 16 marzo, in occasione dell'inaugurazione della nuova sede di Ape, in via Roma 4.
Un'ora e mezza in cui Loizzo, con le domande dell'ex sindaco Renato Bucci, ha messo sul tavolo le priorità per Corato in un tema a lui caro: la sanità. E ripercorso le tappe del suo impegno politico. A partire dal 2013, quando «noi operatori sanitari avemmo l'impressione che ci stessero portando via l'ospedale, e – ha detto – per avere voce e rappresentanza nacque l'idea di impegnarmi attivamente».
Da qui all'interrogazione presentata nel febbraio 2015 in veste di consigliere comunale il passo è breve. «Chiesi perché Corato non avesse un reparto di Rianimazione, come prevede l'accordo Stato-Regioni del 2010 per la tutela materno-fetale per le strutture dotate di una Ginecologia e ostetricia con oltre 500 parti all'anno: è il caso del nostro ospedale. Per questo dovevamo e dobbiamo chiedere l'applicazione di una legge».
Loizzo, quindi, ha ricordato il progetto avanzato dal comitato per l'ospedale unico del Nordbarese, fino ai 108 posti letto previsti oggi per l'Umberto I da una delibera regionale del 2018, che prevede «un ospedale di primo livello per Corato, dotato dei reparti di Medicina, Chirurgia, Ortopedia, Cardiologia, Ginecologia e ostetricia, e una Rianimazione con otto posti letto. Allora occorre impegnarsi per avere la Rianimazione senza perdere altro tempo – ha rimarcato il candidato – in modo da mettere in sicurezza il nostro ospedale».
Nel corso dell'intervento Loizzo ha poi ricordato la necessità di istituire un registro dei tumori, «utile per localizzare i casi e capire se, per esempio, la vicinanza all'elettrodotto o alle ex discariche di Belloluogo e di contrada Maccarone abbia un ruolo statisticamente rilevante». Obiettivo: «Mappare quei casi e avere una corretta rappresentazione della realtà per agire di conseguenza. Il Comune fino a oggi ha perso troppo tempo».
Sul punto, il candidato ha ricordato come la città sia stata «svenduta» a Terna – la società cui fa capo l'elettrodotto di via Massarenti e via Prenestina – per «soli 100mila euro, accettando l'ipotesi dello spostamento sulla testa di altre persone innocenti». Occasione utile per ricordare il progetto alternativo messo a punto dal compianto Nicola Diaferia (esperto del settore) rimasto nei cassetti. E l'istituzione di una commissione tecnico scientifica sulle questioni ambientali chiesta insieme con le opposizioni alla precedente amministrazione: «Mai accolta, neanche quella», precisa Loizzo. «Serve cambiare passo. E subito».

  • Paolo Loizzo
Altri contenuti a tema
Domani primo incontro in piazza per Paolo Loizzo Domani primo incontro in piazza per Paolo Loizzo Piazza Sedile ore 19.30.
Paolo Loizzo si presenta: «Giochiamo a carte scoperte» Paolo Loizzo si presenta: «Giochiamo a carte scoperte» Con lui i rappresentanti delle 4 liste a suo sostegno
L'appello all'unità finisce nel vuoto, il centrosinistra rimane spaccato L'appello all'unità finisce nel vuoto, il centrosinistra rimane spaccato Ieri la prima uscita pubblica del candidato sindaco Paolo Loizzo
La lettera aperta di Paolo Loizzo: «Dalla coesione le basi di un nuovo inizio» La lettera aperta di Paolo Loizzo: «Dalla coesione le basi di un nuovo inizio» L'appello dell'ex consigliere comunale al centrosinistra
Crisi venezuelana, la lettera di Loizzo al Commissario Prefettizio: «Si esponga la bandiera» Crisi venezuelana, la lettera di Loizzo al Commissario Prefettizio: «Si esponga la bandiera» L'ex consigliere comunale chiede un atto di sensibilizzazione del Comune
Crisi amministrativa, Loizzo (APE): "No a una amministrazione di salute pubblica" Crisi amministrativa, Loizzo (APE): "No a una amministrazione di salute pubblica" Una nota del consigliere comunale dell'associazione Progresso etico
2 Loizzo sull'ospedale del Nord Barese: «si attuino soluzioni in linea con la normativa vigente» Loizzo sull'ospedale del Nord Barese: «si attuino soluzioni in linea con la normativa vigente» L'intervento del consigliere comunale di APE Paolo Loizzo
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.