Paolo Loizzo
Paolo Loizzo
Politica

Crisi amministrativa, Loizzo: «Dimissioni dei consiglieri sono un atto politico di coraggio»

Il consigliere di opposizione già candidato sindaco si esprime sulle dimissioni di massa

Una dichiarazione energica, quella del consigliere di opposizione Paolo Loizzo, che contiene al suo interno due importanti posizioni.

La prima non perde di vista le dichiarazioni dei consiglieri di Nuova Umanità Vito Bovino e Michele Lotito i quali, con una nota stampa, hanno evidenziato la loro disponibilità a votare una mozione di sfiducia al sindaco ma non ad essere tra i firmatari delle dimissioni di massa che porterebbero alla fine anticipata dell'esperienza amministrativa di Pasquale D'Introno.

Una posizione definita da Loizzo una "Boutade che è solo un colpo di teatro».

Loizzo motiva questo giudizio spiegando che: «Pur di indiscutibile valore intrinseco e democratico, la mozione di sfiducia appare un'iniziativa tardiva ed inutile. La mozione non potrà mai essere discussa in consiglio perché ci si è bloccati al primo punto del ripetitivo "ordine del giorno" ossia l'elezione del Presidente del Consiglio. Dunque non si potrà procedere salvo assurde alchimie».

L'ex candidato sindaco di Ape, Italia in Comune e Sinistra Democratica si esprime poi sul valore politico delle dimissioni di massa, interpretando il volersi defilare dei due colleghi da tale ipotesi (pur senza mai citarli) come «assenza del coraggio di inviare al domicilio una compagine amministrativa al più completo sbando, condizione gravissima per la nostra città».

«È assente la capacità decisionale di chi vuol essere oggi, come dire, una locale guida politica. Ci si presenta, si alza la voce, ci si sbraccia mentre un vero leader deve essere in grado di assumere la responsabilità, su se stesso, di decisioni anche antidemocratiche ma efficaci e decisive, per il paese. Non si può continuare a tergiversare» ammonisce Loizzo.

E lascia intravedere la sua disponibilità ad essere tra i firmatari di una eventuale azione di dimissioni di massa (occorrono 13 consiglieri dimissionari per mettere fine all'amministrazione comunale): «La possibilità politica di mandare subito a casa una piccola, politicamente parlando, amministrazione di centrodestra è possibile e deve essere nelle corde delle forze di centrosinistra. Pertanto, ritengo che la deposizione delle firme di dimissioni dei consiglieri comunali sia un atto politico coraggioso, energico che non svilisce la democrazia ma semmai accelera un processo irreversibile, innescatosi nel centrodestra, di implosione».
  • Paolo Loizzo
Altri contenuti a tema
Paolo Loizzo: "Ecco il perché della mia firma libera" Paolo Loizzo: "Ecco il perché della mia firma libera" L'ex consigliere comunale motiva le sue dimissioni
La lettera aperta di Loizzo al sindaco: "Per senso di responsabilità si dimetta" La lettera aperta di Loizzo al sindaco: "Per senso di responsabilità si dimetta" La lunga analisi dell'ex candidato sindaco
Nuova amministrazione, Loizzo: «Mentre si provano accordi la città langue» Nuova amministrazione, Loizzo: «Mentre si provano accordi la città langue» Il consigliere comunale di minoranza stigmatizza la lentezza nella composizione della giunta e auspica la convocazione del consiglio comunale
Paolo Loizzo, l'amarezza e le 10 domande a Corrado De Benedittis Paolo Loizzo, l'amarezza e le 10 domande a Corrado De Benedittis La lettera aperta del candidato sindaco riformista
Paolo Loizzo presenta metà dei suoi assessori Paolo Loizzo presenta metà dei suoi assessori Rivelati i nomi di tre componenti della giunta
Bucci e Loizzo: “Da Corato all’Europa cambiamo sistema” Bucci e Loizzo: “Da Corato all’Europa cambiamo sistema” Tutti i temi della lunga giornata di Italia in Comune
Scuola, agricoltura e diritti degli animali: quattro temi nell’agenda politica del candidato sindaco riformista Paolo Loizzo Scuola, agricoltura e diritti degli animali: quattro temi nell’agenda politica del candidato sindaco riformista Paolo Loizzo Quattro incontri con cittadini e addetti ai lavori. Appuntamenti da giovedì 16 maggio a domenica 19
Doppio appuntamento per il candidato sindaco Paolo Loizzo Doppio appuntamento per il candidato sindaco Paolo Loizzo Sabato 11 in piazza Sedile con ‘La Corato che vorrei’, un dialogo con i cittadini che potranno interagire con Loizzo. Prima, oggi, giovedì 9 maggio alle 19, l’incontro con i giovani della coalizione nella sede di Sinistra democratica
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.