protezione civile
protezione civile
Politica

Protezione civile, Mennea: “Una riforma per rafforzare la prevenzione e affrontare al meglio le emergenze”

Questa mattina la riunione del comitato permanente

Creazione di un servizio meteo regionale, coinvolgimento di altri enti o dipartimenti regionali nella rete dell'emergenza, modello integrato di previsione, utilizzo del numero unico per l'emergenza (il 112) e, soprattutto, nuovo sistema di coordinamento attraverso il Corem, il comitato regionale per l'emergenza. Sono i punti su cui, in Puglia, si sta lavorando per riformare la legge 7/2014 sul sistema regionale di Protezione civile.

Questa mattina, nell'Aula consiliare di via Capruzzi, è stato fatto il punto nel corso di una riunione del Comitato permanente di Protezione civile, convocato dal presidente Ruggiero Mennea, con l'assessore regionale al ramo, Antonio Nunziante, alla dirigente del settore, Lucia Di Lauro, e ai rappresentanti delle forze dell'ordine, delle associazioni e degli enti coinvolti a vario titolo nel sistema di Protezione civile regionale.

Mennea ha fatto la sintesi dello stato dell'arte e tracciato le linee guida del lavoro da fare. Facendo riferimento all'emergenza neve dello scorso gennaio, il consigliere regionale ha innanzitutto ringraziato i volontari "che hanno dimostrato forte senso di abnegazione, oltre che grande partecipazione alla gestione dell'emergenza".

"Il volontariato – ha sottolineato - è la seconda gamba su cui si regge la Protezione civile e, rispetto a questa realtà, abbiamo messo ordine con il nuovo regolamento, che stabilisce i requisiti per accedere all'albo regionale".

Facendo sempre riferimento all'emergenza maltempo di quest'anno, Mennea ha rimarcato anche l'importanza dei piani comunali di Protezione civile. "Tutto funziona se il piano comunale è aggiornato ed efficiente - ha spiegato. Spesso, nell'ambito dei piani comunali, non si effettuano esercitazioni e simulazioni e, questo, impedisce di avere un'idea precisa sull'entità degli interventi da effettuare quando l'emergenza si presenta".

E, a tale proposito, è stato annunciato il coinvolgimento dell'Anci (grazie alla disponibilità del presidente nazionale, il sindaco barese Antonio Decaro) per fare in modo che i Comuni partecipino alla revisione della norma. Mentre la Regione intende esprimere un parere in fase di revisione dei piani comunali. Tornando alle questioni da affrontare per poter riformare la legge 7/2014, il presidente del Comitato permanente ha spiegato che "come Regione occorre dotarsi di un servizio meteo autonomo, perché per le previsioni metereologiche dipendiamo ancora dal dipartimento nazionale. Abbiamo iniziato a fare i primi passi e riteniamo che questo servizio possa essere importante non solo per la Protezione civile, ma anche per tutte quelle attività produttive (come pesca, agricoltura, turismo) che necessitano di avere indicazioni utili per interventi tempestivi in caso di emergenze". Soprattutto, nel terzo millennio, si punta ad avere un sistema nuovo di previsione, "adottando – ha spiegato ancora Mennea - modelli integrati che coinvolgono non solo le strutture tradizionali, ma anche gli uffici regionali per la difesa del suolo, dell'assetto del territorio, dell'urbanistica e dell'ambiente.

Non si può più pensare – ha sottolineato - di lavorare a compartimenti stagni". Si è anche parlato del passaggio di funzioni dalle sale operative provinciali a quella regionale e della revisione del comitato regionale, in cui vanno inclusi soggetti nuovi come i carabinieri forestali, i responsabili dei parchi nazionali e regionali, l'ufficio parchi della Regione, l'Acquedotto pugliese e anche Aeroporti di Puglia.

"Questo – ha spiegato Mennea, a titolo esemplificativo – ci consentirebbe di disporre anche dei mezzi di Aeroporti di Puglia per le emergenze, come è accaduto con Malpensa che ha mandato i propri mezzi spazzaneve per il terremoto in Centro Italia". Infine si è parlato dell'attivazione del Corem, che includerà tutti i vertici degli enti o dei dipartimenti interni della Regione Puglia che devono coordinare le operazioni relative alle emergenze. In questo comitato si dovranno includere anche figure di esperti nel settore medico per far fronte anche alle emergenze sanitarie.

"In questo modo – ha concluso Mennea - si mettono in rete tutte le strutture, perché quando scatta l'emergenza diventa difficile effettuare il coordinamento. Con un unico organo, invece, si accorciano non solo i tempi degli interventi, ma soprattutto la filiera dell'emergenza". La nuova legge, infine, prevede che si faccia ricorso finalmente al numero unico dell'emergenza (il 112) e il testo sarà aperto alla condivisione di tutti gli operatori anche non ricompresi nel comitato di Protezione civile.
  • Protezione Civile
Altri contenuti a tema
Maltempo, torna il rischio gelate. Si attende neve Maltempo, torna il rischio gelate. Si attende neve Diffuso nuovo bollettino della protezione civile
«La protezione civile funziona», alla presenza di Borrelli si ricorda il disastro ferroviario «La protezione civile funziona», alla presenza di Borrelli si ricorda il disastro ferroviario L'intervento della Protezione Civile nel 12 luglio esempio di efficienza
Meteo: in arrivo temporali su tutta la Puglia Meteo: in arrivo temporali su tutta la Puglia In evoluzione per le prossime ore la situazione meteorologica. Ecco le previsioni della Protezione civile
Lotta agli incendi boschivi, la Protezione Civile seleziona volontari Lotta agli incendi boschivi, la Protezione Civile seleziona volontari Emanato l'avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazione di interesse
Protezione Civile, Medaglia d'oro da Mattarella. Mennea: «Riconoscimento che gratifica» Protezione Civile, Medaglia d'oro da Mattarella. Mennea: «Riconoscimento che gratifica» La Protezione Civile è stata impegnata nei soccorsi della strage ferroviaria
Niente più bollo auto per i veicoli di Protezione Civile Niente più bollo auto per i veicoli di Protezione Civile La legge approvata all'unanimità dal Consiglio Regionale
Neve, passata l'emergenza. Il sindaco: «Grazie alla squadra» Neve, passata l'emergenza. Il sindaco: «Grazie alla squadra» Una conferenza per ringraziare e spiegare le azioni della Protezione Civile
«I sindaci assicurino il riscaldamento nelle scuole e la pulizia degli ingressi» «I sindaci assicurino il riscaldamento nelle scuole e la pulizia degli ingressi» L'appello del presidente del comitato di Protezione Civile Ruggiero Mennea
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.