campane
campane

Anche le campane in quarantena

Una riflessione ad alta voce di Franco Tempesta

Come scrivano seduto non con carta e penna ma con le dita e la testiera in una postura forzata dalla condizione di emergenza sanitaria, alzo lo sguardo rapido ed involontario verso un campanile di una chiesa e penso alle campane, al loro "din don".
Mi fermo e rifletto: non odo il loro suono nei diversi momenti della giornata da un quando un virus impedisce di farle suonare. Già il virus, il coronavirus. Come un monarca assoluto sta fermando tutto. Anche le campane. No signori, dovrebbero suonare come da secoli fanno. "Din don din don "
Veloce , lento tristemente lento e poi ancora in fretta, fragorosamente per annunciarne i riti, le feste, le rinascite.
Campane vi prego "fatevi sentire".
Continuate il vostro servizio di dire agli uomini che il vostro suono tiene uniti , accomuna.
Da sempre .
Ma ora siete mute. Forzatamente ammutolite.
Perchè vi hanno fermate?
  • #andràtuttobene
Altri contenuti a tema
Dal fiore sulle auto all'invito a non mollare: "Andrà tutto bene" Dal fiore sulle auto all'invito a non mollare: "Andrà tutto bene" Iniziative solidali di chi spera in un domani migliore
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.