Fioriere divelte in Piazza Indipendenza
Fioriere divelte in Piazza Indipendenza

«Ciao Corato, mi riconosci? Sono Piazza Indipendenza»

I volontari danno voce alla piazza che chiede attenzione, manutenzione e cura alla città

Ciao Corato, mi presento: sono Piazza Indipendenza. Anzi, non sono una piazza ma un lembo di deserto. Sono dimenticata, un corpo estraneo nel cuore della città. Terra di nessuno.

Le mie aiuole ingiallite e disseminate di deiezioni canine sono ripugnanti e sono un pericolo per i bambini. Se solo si potessero educare o ammonire i padroni degli amici cani!

Sono qui, priva di ombrosi alberi, completamente assolata. Solo due piccole e sparute macchie verdi mi colorano un po' : un solitario ippocastano e un arbusto. Ci facciamo compagnia così.

Scusatemi miei cari coratini per quello scheletro di strutture lignee, per il mio alberello secco, per quelle scomode panchine in legno sgangherate, per le fioriere spaccate e usate come pattumiere al posto dell'unico inefficiente cestino. E scusatemi bambini per i miei giochi inagibili. Ma questo è il mio arredo, non posso farci niente, nessuno mi aiuta ad offrirvi di meglio, ad essere più bella per accogliervi con un bel sorriso che profuma di fiori... fiori, magari!

Ho solo un gentile gruppetto di amici, si chiamano volontari, loro si prendono cura di me al meglio che possono e mi fanno sentire speciale. Hanno piantumato diverse fioriere e vengono puntualmente a curarle ed io mi sento meno sola grazie al loro vociare, alla loro premura e alle note di colore che mi donano così bene. Grazie amici miei!

Ma senza di loro cosa sarei? Mi sento desolata, sì, un deserto.

Mia cara città, non dimenticarti di me, non abbandonarmi. Vorrei chiedere all'Ufficio Ambiente o all'Ufficio Igiene, se non è troppo disturbo, di controllarmi un po' di più e provvedere alla pulizia e sanificazione del mio arido spazio, perchè io posso essere migliore e posso essere più utile per tutti. Mi aiutate, miei cari coratini?

Voi che mi abitate accanto, che venite ad intrattenervi qui con me, che gioia mi dà vedervi ma, vi prego, potreste prendervi un po' più cura di me? Io sono qui, sono Piazza Indipendenza, o per lo meno vorrei essere una piazza degna e indipendente dalla sporcizia e dall'abbandono.

Iniziativa di sensibilizzazione per la cura e l'attenzione del verde e del bene comune dei volontari e cittadini che hanno a cuore la propria città.
WhatsApp Image atWhatsApp Image at
  • Verde Pubblico
Altri contenuti a tema
Gli alberi di Corato tra i 144 alberi monumentali di Puglia Gli alberi di Corato tra i 144 alberi monumentali di Puglia Sono 42 gli esemplari presenti nella provincia di Bari
Le associazioni agli enti pubblici: «Sbrigatevi a fare i trattamenti antixylella» Le associazioni agli enti pubblici: «Sbrigatevi a fare i trattamenti antixylella» I sindaci emanano ordinanze ma molte aree pubbliche non sono ancora state trattate
«Avere a cuore il bene comune», l'adozione verde di RadicaMenti «Avere a cuore il bene comune», l'adozione verde di RadicaMenti Il gruppo di volontari al lavoro per la sistemazione di 22 fioriere e 2 aree verdi nel centro della città
Ramo di palma collassa al suolo, pericolo su Corso Mazzini Ramo di palma collassa al suolo, pericolo su Corso Mazzini Sul posto vigili del fuoco e polizia locale
Caduto un grosso albero in Piazza Buonarroti Caduto un grosso albero in Piazza Buonarroti La pianta è collassata sotto la pioggia
Grosso albero collassato in Piazza Simon Bolivar Grosso albero collassato in Piazza Simon Bolivar Tragedia sfiorata. Il pino è caduto proprio accanto ad una panchina
Tonnellate di fiori al macero, CIA: «Fate gestire il verde pubblico ai florovivaisti» Tonnellate di fiori al macero, CIA: «Fate gestire il verde pubblico ai florovivaisti» Il disperato grido di aiuto di una categoria in ginocchio
Un nuovo leccio nel giardino della scuola Cifarelli Un nuovo leccio nel giardino della scuola Cifarelli L’iniziativa prende ispirazione da un pensiero di San Francesco
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.