Festa DellAlbero x
Festa DellAlbero x

Legambiente: «Si rispetti la leggi. Si pianti un albero per ogni nato»

«Una nostra proposta a favore della nostra città con un impegno economico alquanto irrisorio»

Una nostra proposta a favore della nostra città con un impegno economico alquanto irrisorio.

Nel corso del consiglio comunale dell'ultimo 15 giugno tra i vari punti di discussione il sindaco Massimo Mazzilli ha annunciato che potrebbe essere affrontato nel corso di un ulteriore consiglio per lunedì 25 giugno 2018 (in realtà il consiglio è convocato per oggi, 22 giugno ndr), la trattazione di diversi punti all'ordine del giorno si dovrebbe dibattere l'utilizzo dei fondi degli avanzi di bilancio del 2017 e secondo ciò che è stato detto dal primo cittadino una parte di questi fondi dovrebbero essere stanziati per l'acquisto di essenze per il decoro e l'abbellimento della città.

A questo punto come associazione ambientalista ci proponiamo nell'ottica di una maggiore efficienza, efficacia all'insegna dell'economicità considerando le vasche e le postazioni vuote presenti nei due anelli corso – estramurale, nonché in più punti sparsi tra piazze e piazzette, valutando che la legislazione presente in vigore è a favore della piantumazione di un albero per ogni nato.

Ricordiamo che nonostante le pieghe del bilancio comunale la Legge n. 10 del 14 gennaio 2013, che modifica la precedente Legge Cossiga-Andreotti n.113 del 29 gennaio 1992, conferma l'obbligo di mettere a dimora un albero per ogni nuovo nato o adottato (cioè per ogni iscrizione all'Anagrafe Comunale): a partire dal 16 febbraio 2013 ciascun Comune sopra i 15.000 abitanti dovrà così provvedere ad individuare un'area o più spazi sul proprio territorio comunale da destinare a nuova piccola forestazione urbana, con posa di piante autoctone, nonché introduce il "Bilancio verde" da presentare a fine mandato sindacale.

La legge risale al lontano 1992 ed è stata modificata e completata nel 2013, con la legge 10 (Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani), che introduce anche il "bilancio arboreo". Ogni sindaco deve far sapere quanti alberi ha trovato al suo insediamento e quanti ne lascia al termine del mandato. Non sono previste sanzioni per gli inadempienti, se non quella politica e morale: non è possibile appellarsi ambientalista se non si rispetta una legge specifica nazionale. Ma proprio per questo servirebbe una mobilitazione dell'opinione pubblica come fa Legambiente che fa la Festa dell'albero, che non ha, non solo un valore simbolico, ma la legislazione intende indurre gli amministratori a rispettare una legge che renderebbe la nostra città più vivibile, meno inquinata e anche più fresca, e molto più ricca di verde per il benessere degli stessi cittadini. La legge stabilisce anche che l'ufficio anagrafico comunale debba fornire ai genitori di ogni neonato registrato «informazioni dettagliate circa la tipologia dell'albero e il luogo in cui è stato piantato». Questo significa che a ogni bambino deve corrispondere un ben determinato albero in città.

Non solo la Regione Puglia ha un ente l'ARIF- Agenzia Regionale Attività Irrigue e Forestali per il patrimonio arboreo fornisce gratuitamente alle pubbliche amministrazioni le essenze senza oneri se non quelli di trasporto e di messa a dimora. Alcuni vivai regionali hanno delle piante autoctone, sane, disponibili delle giuste dimensioni.

E' necessario ripensare che il verde ha i sui costi e sappiamo che quando si riesce a fare la manutenzione e la cura con quello che si può nei tempi, nei modi, nelle tipologie di trattamenti, ma è fondamentale non farla in ritardo, altrimenti le piante ne soffrono e si espongono ad agenti patogeni, a malattie o parassiti.

Ricordiamo che questa nostra pubblica consulenza è gratuita, anche se non è stata commissionata, lo continueremo a fare per ottimizzare le risorse pubbliche e per far capire alla popolazione che non si è ambientalisti fino a quando non ci montano una infrastruttura di servizi / sottoservizi o per spot, ma per le scelte che la Legge le incrementa e ne fornisce un senso di civica ed ambientale utilità all'insegna della massima economicità.
  • Legambiente
Altri contenuti a tema
La rivoluzione verde per il pianeta La rivoluzione verde per il pianeta Partendo dal basso si possono fare diverse e piccole azioni concrete per migliorare le condizioni della febbre climatica
Legambiente e una rete di scuole di Corato per educare alla sensibilità ambientale Legambiente e una rete di scuole di Corato per educare alla sensibilità ambientale L’associazione ambientalista insieme ad alcune scuole per costruire insieme un percorso educativo ecologico
Quale evoluzione per il trasporto ferroviario nel Nord barese? Quale evoluzione per il trasporto ferroviario nel Nord barese? La nota del circolo coratino di Legambiente
Servizi ferroviari, in Puglia aumentano i pendolari ma crescono i disagi Servizi ferroviari, in Puglia aumentano i pendolari ma crescono i disagi Pubblicato il report Pendolaria 2009-2017 di Legambiente: «Occorrono investimenti su nuovi treni e connubio con le bici»
Nuovi cipressi per il viale del cimitero Nuovi cipressi per il viale del cimitero Dopo le denunce di Legambiente insieme al liceo Oriani, in collaborazione con il commissario prefettizio e l’Asipu si mettono a dimora nuove essenze
Comuni ricicloni, Corato al quinto posto nella classifica Comuni ricicloni, Corato al quinto posto nella classifica È stata registrata una percentuale del 77.1%
Legambiente in circolo tra azioni ed attività Legambiente in circolo tra azioni ed attività La campagna invernale itinerante parte nelle scuole cittadine per sei mesi.
Inizia a Corato la festa dell’albero 2018/2019 Inizia a Corato la festa dell’albero 2018/2019 La campagna invernale di Legambiente tra tradizione ed innovazione anche nel campo educativo
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.