Movimento Cinque Stelle
Movimento Cinque Stelle
Politica

Gelata 2018, il M5S cerca soluzioni nella legge di bilancio

Si è parlato della questione in un convegno a Corato

I danni causati dalla gelata del 2018 sono al centro dell'attenzione degli attivisti coratini del Movimento 5 Stelle che venerdì scorso hanno chiamato a raccolta la cittadinanza per anticipare quella che potrebbe essere finalmente una buona notizia.
Relatori di eccezione Giuseppe L'Abbate e Cristian Casili, portavoci del Movimento 5 Stelle rispettivamente in Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati e Commissione Ambiente della Regione Puglia, accompagnati dalle portavoci locali al Senato Angela Bruna Piarulli e alla Camera dei Deputati Francesca Galizia e da Niccolò Longo del gruppo degli attivisti di Corato.

Subito chiarito ai presenti il grande bluff della Regione Puglia riguardo la pratica per il riconoscimento dello stato di calamità.

La legislazione europea e nazionale prevede che gli agricoltori debbano sottoscrivere polizze assicurative per gli eventi calamitosi, in quanto il fondo di solidarietà nazionale, previsto dalla legge 102, non copre più i danni alle produzioni per le calamità assicurabili. Infatti, in tal caso, a risarcire gli agricoltori che hanno sottoscritto specifiche polizze sono, per l'appunto, le assicurazioni.

La Regione Puglia, dopo aver proceduto alla ricognizione dei danni subiti a seguito della gelata, ha deliberato la richiesta del riconoscimento dello stato di calamità naturale al Ministero dell'Agricoltura. Richiesta assolutamente priva di qualsiasi supporto giuridico in quanto la gelata è un evento calamitoso assicurabile, dunque senza alcuna possibilità di rientrare nei casi previsti dalla 102 di cui sopra.

Le forze di maggioranza, assolutamente consapevoli della tragedia non solo agronomica ma anche economica, hanno presentato un emendamento alla legge di bilancio per andare in deroga alle limitazioni di accesso al fondo di solidarietà nazionale. L'evento gelata infatti, seppur previsto tra le calamità assicurabili, non appare in nessuno dei prodotti offerti dalle compagnie assicurative, in quanto non accadeva da oltre 50 anni. In sostanza, se anche l'agricoltore avesse voluto sottoscrivere la polizza assicurativa per tutelarsi dai danni provocati dalla gelata, non avrebbe potuto farlo in quanto nessuna compagnia assicurativa aveva tra le proprie offerte "l'assicurazione per la gelata".

Ad oggi l'emendamento è accantonato ma presto sarà votato. Ci sono i pareri favorevoli della Commissione Agricoltura e della Commissione Bilancio e manca solo il Ministero dell'Economia. Una volta votato si potrà accedere agli aiuti previsti dal fondo di solidarietà e si cercherà di trovare anche le coperture per i contributi figurativi per aiutare migliaia di braccianti agricoli costretti a restare con le braccia conserte.

Per quanto riguarda invece la sostituzione degli alberi danneggiati o distrutti dalla gelata, sarà la Regione Puglia a dover consentire l'accesso al credito previsto dalla legge 5.2 del Piano di Sviluppo Regionale che finanzia il ripristino del 100% del potenziale produttivo.
L'attenta platea di agricoltori, frantoiani, associazioni di categoria, esponenti di altri partiti politici ha dato vita ad un interessante e acceso dibattito sul tema dell'olivicoltura in generale conclusosi in un clima di resilienza sociale ed economica alla tragedia della gelata e più in generale alla cattiva gestione degli ultimi anni dell'olivicultura orfana da tempo immemore di un piano olivicolo, su cui il Movimento 5 Stelle sta lavorando, che tuteli il nostro olio, che finanzi le produzioni autoctone che oggi vengono abbandonate a discapito della qualità, che regolamenti il processo dalla fase produttiva a quella commerciale.

In un campo così complesso e dibattuto nel nostro territorio come l'olivicoltura, registrare la convergenza dei tanti presenti sulle attività del Movimento 5 Stelle, è un forte segnale di coesione trasversale per affrontare questo importante e decisivo momento per il futuro dell'economia della nostra città e più in generale della nostra regione.
  • Movimento Cinque Stelle
Altri contenuti a tema
on. Galantino (M5S): «Mai più ammucchiate di liste civiche alle elezioni amministrative» on. Galantino (M5S): «Mai più ammucchiate di liste civiche alle elezioni amministrative» Il deputato pentastellato ha presentato alla Camera la proposta di legge che farà senza dubbio discutere
La proposta del M5S: «Inserire militari a sostegno della pubblica amministrazione» La proposta del M5S: «Inserire militari a sostegno della pubblica amministrazione» Si richiede l'adesione all'iniziativa del ministro della difesa
Piarulli (M5S): " Presenteremo di nuovo l'emendamento per il riconoscimento dello stato di calamita" Piarulli (M5S): " Presenteremo di nuovo l'emendamento per il riconoscimento dello stato di calamita" La senatrice ha ascoltato la protesta del gilet arancioni
Grazia Di Bari (M5S): "Regione richiama Trenitalia ma non fa ancora niente per i disservizi di Ferrotramviaria" Grazia Di Bari (M5S): "Regione richiama Trenitalia ma non fa ancora niente per i disservizi di Ferrotramviaria" La consigliera regionale pentastellata torna nuovamente a chiedere interventi decisi da parte della giunta Emiliano
Scambio di libri e giocattoli nel giorno della Befana: l'iniziativa del M5S Scambio di libri e giocattoli nel giorno della Befana: l'iniziativa del M5S Saranno presenti anche i parlamentari del movimento
"No ai botti di Capodanno", il M5S chiede un'ordinanza "No ai botti di Capodanno", il M5S chiede un'ordinanza La nota del Meetup 232
Legge Spazzacorrotti, in piazza a Corato i parlamentari del Movimento Cinque Stelle Legge Spazzacorrotti, in piazza a Corato i parlamentari del Movimento Cinque Stelle Una nota del movimento coratino
Indagine conoscitiva Ferrotramviaria su soddisfazione viaggiatori, Di Bari (M5S): "Finiamola di scherzare" Indagine conoscitiva Ferrotramviaria su soddisfazione viaggiatori, Di Bari (M5S): "Finiamola di scherzare" In un post la consigliera regionale pentastellata manifesta tutta la sua rabbia nei confronti della ferrovia in concessione
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.