La raccolta firme di Grazia Di Bari (M5S)
La raccolta firme di Grazia Di Bari (M5S)
Politica

Grazia Di Bari (M5S): "Regione richiama Trenitalia ma non fa ancora niente per i disservizi di Ferrotramviaria"

La consigliera regionale pentastellata torna nuovamente a chiedere interventi decisi da parte della giunta Emiliano

La consigliera regionale pentastellata, avv. Grazia Di Bari, torna nuovamente a chiedere interventi decisi da parte della giunta Emiliano contro la Ferrotramviaria e per le problematiche legate ai disservizi presenti su questa importante tratta ferrata.

"Il 9 gennaio 2018, un anno fa dopo mia insistente richiesta, l'unica a chiederlo, si svolgeva in Regione un Consiglio Monotematico sulla situazione del trasporto pubblico pugliese.
L'esigenza di risolvere i numerosi problemi dei viaggiatori, nasceva dopo l'incidente avvenuto il 12 luglio 2016 sulla tratta Andria-Corato e per i continui disservizi che avevano portato il M5S a mobilitarsi sul territorio e raccogliere oltre 2000 firme, affinché assessori e regione si destassero dal loro torpore.

Purtroppo è storia che prima Nunziante e poi Giannini nulla hanno fatto di concreto per risolvere i problemi di sicurezza, di mancanza di autobus e treni.
Insomma i viaggi della speranza sono rimasti tali.
O meglio, una cosa è stata fatta ed è stata loro preoccupazione prorogare la concessione per altri 10 anni a Ferrotramviaria.

Oggi, a distanza di un anno, leggo che l'assessore Giannini finalmente si preoccupa di richiamare Trenitalia per i disservizi causati ai pendolari della linea regionale.
Non posso che essere contenta, finalmente si muove qualcosa e ci si mette dalla parte di chi viaggia.
Qualche domanda però vorrei farla: perché solo ora?
E perché non interviene anche sulla tratta Barletta-Bari gestita da Ferrotramviaria?
Forse perché siamo prossimi alle elezioni regionali?
Chi viaggia sui treni della Ferrotramviaria non sono forse studenti e pendolari con le stesse esigenze?
O per l'assessore esistono cittadini di serie A e cittadini di serie B?
Come mai rimangono inascoltate le tante lamentele e le denunce che quotidianamente vengono rese pubbliche anche sui social?

Dobbiamo invertire la rotta e immaginare una Puglia migliore e spero solo che voi pugliesi non vi facciate prendere in giro.
#IoNonMollo", conclude la consigliera regionale pentastellata.
  • Disastro Ferroviario
  • Regione Puglia
  • Movimento Cinque Stelle
  • Ferrovia Bari Nord
  • Processo disastro ferroviario
Altri contenuti a tema
Questa sera a Corato il ministro Barbara Lezzi Questa sera a Corato il ministro Barbara Lezzi Il giro elettorale del ministro per il sud passa anche dalla nostra città
Processo disastro ferroviario, Di Bari: «Regione doveva vigilare sul rispetto della sicurezza della tratta» Processo disastro ferroviario, Di Bari: «Regione doveva vigilare sul rispetto della sicurezza della tratta» La nota della consigliera regionale del Movimento Cinque Stelle
Processo disastro ferroviario: ammessa la costituzione di parte civile nei confronti della Società Ferrotramviaria S.P.A. Processo disastro ferroviario: ammessa la costituzione di parte civile nei confronti della Società Ferrotramviaria S.P.A. Si tratta di una innovativa decisione del Tribunale di Trani che farà certamente discutere
Disastro ferroviario, Regione ammessa come responsabile civile Disastro ferroviario, Regione ammessa come responsabile civile La decisione nell'udienza di oggi
Big in campo per la campagna elettorale, a Corato arriva il ministro Lezzi Big in campo per la campagna elettorale, a Corato arriva il ministro Lezzi L'esponente del Movimento Cinque Stelle sarà in piazza Sedile
Processo disastro ferroviario, oggi l'udienza nell'aula bunker del carcere di Trani Processo disastro ferroviario, oggi l'udienza nell'aula bunker del carcere di Trani Diciotto gli imputati nel processo
La Regione si schiera contro i neofascismi La Regione si schiera contro i neofascismi Firmato il protocollo d'intesa con il coordinamento antifascista pugliese
Inizia il processo sul disastro ferroviario, i parenti delle vittime: «Vogliamo giustizia» Inizia il processo sul disastro ferroviario, i parenti delle vittime: «Vogliamo giustizia» Nell'udienza richiesto l'inserimento della Regione tra i responsabili civili
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.