Mario Draghi
Mario Draghi
Attualità

Ristoranti aperti a pranzo e cena e scuola al 100% in zona gialla. Il piano del Governo

Il premier Mario Draghi: «Si può guardare al futuro con un prudente ottimismo e con fiducia. Anticipiamo al 26 aprile l'introduzione della zona gialla»

Un piano di riaperture che partirà dalle attività di ristorazione e la scuola, e che riguarderà gradualmente una vasta gamma di attività dai musei ai teatri, dai cinema agli spettacoli, da piscine e palestre a fiere e congressi, fino agli spostamenti che saranno concessi tra regioni gialle e con un pass tra regioni di colore diverso.

A comunicare le novità che arriveranno a breve il premier Mario Draghi, in conferenza stampa insieme al ministro della Salute, Speranza. «Si può guardare al futuro con un prudente ottimismo e con fiducia - sottolinea il presidente del Consiglio - sono tre blocchi di provvedimenti, uno riguarda le aperture, uno lo scostamento di bilancio e il DEF, e il terzo le opere messe in cantiere. Abbiamo deciso di anticipare al 26 di questo mese l'introduzione della zona gialla, oltre ad introdurre una novità rispetto al passato. Daremo precedenza alle attività all'aperto, quindi anche la ristorazione se all'aperto potrà riaprire sia a pranzo che a cena. Inoltre, le scuole di ogni ordine e grado riaprono completamente in presenza in zona gialla e arancione, mentre nelle zone rosse resteranno in parte in presenza e in parte a distanza».

«Il Governo con queste decisioni ha preso un rischio ragionato e fondato sui dati, che sono in miglioramento. Questo rischio che incontra le aspettative dei cittadini si fonda su una premessa, che quei provvedimento che governano il comportamento nelle attività riaperte siano osservati scupolosamente. Un rischio ragionato che così si traduce in opportunità non solo per l'economia, ma anche per la vita sociale».

«Ci sono stati due fattori fondamentali che hanno permesso alla curva di abbassarsi - aggiunge il ministro Speranza - ovvero le misure di contenimento sul territorio nazionale e l'aumento significativo del numero di dosi di vaccino somministrate. Siamo nelle condizioni di disegnare oggi un percorso, di natura graduale, che si avvierà il 26 aprile. Elemento prioritario tutela e salvaguardia della scuola, il primo luogo dove decidiamo di investire il tesoretto accumulato. In maniera graduale riapriremo le attività basandoci su un principio che prova a partire da un dato di evidenza scientifica, ovvero che nei luoghi all'aperto c'è più difficoltà di contagiarsi. Lo applicheremo nella ristorazione ma non solo, e ci accompagnerà in questa fase di transizione».

Data chiave il 26 aprile, in cui vengono ripristinate le zone gialle e si investirà negli spazi aperti. Dal 15 maggio potranno riaprire le piscine all'aperto, dal primo giugno alcune attività connesse alle palestre, e dall'1 luglio le fiere. Presente quindi una road map, ma non date certe. «Un percorso di gradualità, che permetterà di monitorare l'andamento delle riaperture», sottolinea Speranza.
  • Coronavirus
  • Presidente del Consiglio
Altri contenuti a tema
Il Covid arretra in Puglia, solo 6 tamponi su 100 sono positivi Il Covid arretra in Puglia, solo 6 tamponi su 100 sono positivi Meno di 700 i nuovi contagiati su oltre 11mila test effettuati
Covid, a Corato il virus galoppa: 90 casi in 5 giorni Covid, a Corato il virus galoppa: 90 casi in 5 giorni Scende il numero dei positivi totali ma il dato non è confortante
Covid, la domenica in Puglia lascia ben sperare: 247 nuovi positivi su 4700 tamponi Covid, la domenica in Puglia lascia ben sperare: 247 nuovi positivi su 4700 tamponi Si contano 25 morti, in prevalenza nel tarantino
Covid, in Puglia 646 nuovi casi: un terzo nel barese Covid, in Puglia 646 nuovi casi: un terzo nel barese Sono 25 i decessi nella regione
Covid, 979 casi e 21 decessi in Puglia: la metà in provincia di Bari Covid, 979 casi e 21 decessi in Puglia: la metà in provincia di Bari Cala l'incidenza di contagio con 11543 test effettuati
Si torna al bar e al ristorante, riaprono cinema e teatri. Cosa cambia in Puglia da lunedì Si torna al bar e al ristorante, riaprono cinema e teatri. Cosa cambia in Puglia da lunedì Più libertà anche negli spostamenti ma resta il coprifuoco
Puglia in zona gialla, Lopalco: «Non è un liberi tutti» Puglia in zona gialla, Lopalco: «Non è un liberi tutti» Attesa la firma dell'ordinanza, ecco cosa cambia da lunedì 10 maggio
Coronavirus, 870 nuovi casi su 11mila tamponi Coronavirus, 870 nuovi casi su 11mila tamponi Sono 20 i decessi in Puglia
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.