Michele Nardi
Michele Nardi
Cronaca

Inchiesta sulle toghe tranesi, Nardi rimane in carcere

Rigettata la richiesta dal tribunale del riesame

Il magistrato Michele Nardi resta in carcere. A deciderlo sono stati i giudici del Tribunale del Riesame di Lecce che hanno rigettato la richiesta dei difensori dell'ex gip di Trani.

Nardi era stato arrestato lo scorso 14 gennaio con il suo collega Antonio Savasta, anch'egli già in servizio a Trani, e al poliziotto di Corato Vincenzo Di Chiaro. Le accuse a loro carico sono molto gravi: si parla di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari e falso per fatti commessi tra il 2014 e il 2018.

Secondo quanto ricostruito dalla Procura di Lecce i due magistrati avrebbero fatto parte di un sistema volto a pilotare indagini e processi nel tribunale di Trani per favorire imprenditori in cambio di regalie o denaro.

La sentenza del collegio, formato dai giudici Silvio Piccinno, Pia Verderosa e Anna Paola Capano, arriva dopo l'udienza tenutasi lo scorso 8 febbraio. Nardi di recente è stato trasferito per motivi di sicurezza dal carcere di Lecce di Borgo San Nicola al penitenziario di Matera.
  • Michele Nardi
Altri contenuti a tema
Nardi chiede il trasferimento dal carcere di Lecce: «Motivi di sicurezza» Nardi chiede il trasferimento dal carcere di Lecce: «Motivi di sicurezza» Nel carcere leccese molti condannati all'ergastolo dallo stesso magistrato
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.