Francesco piobbicchi
Francesco piobbicchi

“La potenza dell’umanità", Francesco Piobbicchi al Liceo Artistico di Corato

Il "disegnatore per caso" è stato ospite del liceo lo scorso 12 dicembre

"Chi salva una vita salva il mondo intero": questa citazione tratta dal Talmud, il testo sacro dell'Ebraismo, è uno dei forti, appassionati messaggi che l'ospite di mercoledì 12 Dicembre 2018 ha trasmesso a un Auditorium, quello del Liceo artistico di Corato, gremito di studenti, docenti e numerosi presenti.

Francesco Piobbichi "disegnatore per caso" (come si definisce lui stesso), l'illustratore nostro ospite, è un operatore sociale, umbro, che da cinque anni ha scelto di vivere a Lampedusa dove fa parte dello staff dell'Osservatorio per le Migrazioni di "Mediterranean Hope". E stato più volte in Marocco e in Libano e proprio da lì ha partecipato ai "corridoi umanitari", quei passaggi legali e sicuri che contrastano con i pericolosi viaggi della morte nel Mar Mediterraneo.

L'incontro nasce da una collaborazione tra il Liceo artistico e il Presidio del libro (nelle persone delle prof.sse responsabili Clementina Abbattista e Serena Petrone) e il Punto Pax Christi (nella persona della prof.ssa Angela Paganelli). Esso, inoltre, si inserisce tra le tante iniziative della settimana nazionale sui diritti umani e tra le celebrazioni per i 70 anni della Dichiarazione universale dei Diritti umani. Tuttavia, come sottolinea il segretario generale Antonio Guterres "I diritti umani, oggi, sono assaliti da tutte le parti. I valori universali si disintegrano. Lo stato di diritto arretra".
WhatsApp Image atAnna FrankMedusaWhatsApp Image at
L'incontro ha avuto inizio con una azione performativa di grande impatto, attraverso la lettura di brani significativi da parte dei Donatori di voce, Federica Bucci e Simona Di Gregorio, tratti dal libro "La Frontiera" del giornalista prematuramente e recentemente scomparso, Alessandro Leogrande, già ospite del nostro Istituto a Febbraio 2017. Durante la lettura del brano culminante e drammatico, sul palcoscenico, c'è stata una apprezzata performance ad opera di alcuni studenti della 3 B e 4 B, ind.Arti figurative.

La frontiera fisica, la frontiera morale, la frontiera emotiva, la frontiera culturale… Francesco Piobbichi con il suo appassionato e a tratti commosso intervento ha voluto spiegare specialmente ai giovani, rapiti, attenti e partecipi, quanto stiamo vivendo, nella distrazione e persino, a volte indifferenza collettiva, catturati da messaggi distorti o non completi e dalla "nuova Sirena" del nostro tempo: il telefonino cellulare che lui definisce "fase di neocolonialismo digitale"… E come la Medusa con i capelli di serpenti un tempo pietrificava i marinai, oggi la Medusa, raffigurata dall'illustratore con i capelli di filo spinato, rischia di pietrificare le nostre coscienze a volte assuefatte a sterili numeri che non comunicano più nulla…

"Nel naufragio del 3 Ottobre 2013, a largo di Lampedusa, morirono 368 migranti. Nel terremoto de L'Aquila, il 6 Aprile 2009, morirono 309 persone. Perché l'emozione non è lo stessa?", ci racconta Piobbichi.

38.000 morti in 10 anni, una nuova Shoah … e "su ogni barcone c'è Anna Frank (altra stampa notevolmente emozionante) e, come è accaduto per gli ebrei di ieri, prima o poi, anche uno di questi migranti con il tempo racconterà quanto loro stiano vivendo…"
Dai colori vivi e luminosi e dai tratti semplici, i disegni di Piobbichi sono in netto e violento contrasto con quello che rappresentano.

Alla domanda della prof.ssa Alessandra Loprieno, docente e referente lettura dell'Istituto, sul perché egli disegni di getto, la risposta è stata: "è un bisogno, una necessità, per placare la rabbia, per liberarmi dal senso di impotenza che mi attraversa… Se dobbiamo parlare di migrazioni, allora, dobbiamo parlare di noi stessi e della nostra quotidianità, delle cose che ci attraversano e non di numeri e di astratte considerazioni che non toccano la coscienza delle persone. Con i miei disegni voglio parlare al cuore delle persone…"

Momento lirico per eccellenza è stata la frase che F. Piobbichi ammette di ascoltare per prima, da parte soprattutto dei giovani, salvati dal mare: "Ciao mamma, sono vivo"… Tutti questi ragazzi fanno varie richieste, le più disparate, le più originali. Una invece le accomuna: telefonare alle madri nei loro Paesi di origine, contattarle in qualche modo, anche tramite Facebook, tramite Messenger… dar loro la bella notizia di essere arrivati "sani e salvi" a destinazione in un Paese, l'Italia, visto come un obiettivo o un'ancora di salvezza…

Un doveroso, ma sentito, ringraziamento va ai docenti Rosanna Minervini e Riccardo De Feo per la costruttiva ed efficace collaborazione nella realizzazione dell'incontro, specialmente nella parte artistica, e al Dirigente Scolastico, dott. Savino Gallo, da sempre sensibile a certe tematiche.
  • Liceo Artistico
Altri contenuti a tema
L'arte del "Federico II Stupor Mundi" a Molfetta L'arte del "Federico II Stupor Mundi" a Molfetta Il liceo artistico partner di Arti...viamoci
Al Liceo Artistico uno spettacolo teatrale per celebrare la "Giornata contro la violenza sulle donne" Al Liceo Artistico uno spettacolo teatrale per celebrare la "Giornata contro la violenza sulle donne" In scena la "Serenata a Kreutzer" di Tolstoy
La Differenza dei colori crea Armonia: l’Inclusione al Liceo Artistico Federico II stupor mundi La Differenza dei colori crea Armonia: l’Inclusione al Liceo Artistico Federico II stupor mundi Giovedì 22 Novembre 2018, ore 10.00, Auditorium Liceo Artistico di Corato
Erasmus+ ,“Un tuffo in un contesto internazionale” per il Liceo Artistico di Corato Erasmus+ ,“Un tuffo in un contesto internazionale” per il Liceo Artistico di Corato Parte questo mese l'implementazione del progetto
Quando gli incontri sono magia…. Quando gli incontri sono magia…. Arianna Papini al Liceo Artistico di Corato
1 Nulla succede per caso: verso il 21 marzo Nulla succede per caso: verso il 21 marzo Il Liceo Artistico si racconta attraverso lo spettacolo Memoria Viva
Il Dipartimento Inclusione del “Federico II Stupor Mundi” espone maschere di Carnevale Il Dipartimento Inclusione del “Federico II Stupor Mundi” espone maschere di Carnevale Un rinnovato sodalizio tra Scuola e territorio
“Dialogo” su forme e colori al “Federico II”: le risposte a “regola d’Arte” del Dipartimento Inclusione “Dialogo” su forme e colori al “Federico II”: le risposte a “regola d’Arte” del Dipartimento Inclusione Considerazioni all'indomani dell'Open Day
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.