Anna Aloysi
Anna Aloysi
Territorio

12 luglio, Anna Aloysi: “Mia sorella, riconosciuta da una collanina”

A raccontare quel tragico giorno la sorella di Maria, una vittima dell’incidente ferroviario

"Non passa giorno in cui non mi fermo a pensare a lei, a ricordare i momenti vissuti insieme, a ricordare quando era ancora viva", racconta Anna Aloysi, sorella di Maria, che il 12 luglio 2016 aveva preso proprio quel treno che alle 11.06 pose fine alle vite di 23 passeggeri sulla tratta da Andria a Corato.

"Queste foto le porto sempre con me –continua Anna–, sono quelle che ci ritraggono insieme nelle tappe più importanti delle nostre vite, riportando alla mente le chiacchierate, le risate, anche le litigate, come capita tra sorelle, tutto come se stesse ancora accadendo. E invece no, perchè Maria era su quel treno e non è più tornata a casa, nonostante quel bacio e quel Ci vediamo dopo! con cui aveva salutato mio padre.

Di quel tragico giorno ricordo la ricerca forsennata tra il Palazzetto, le telefonate all'ospedale e alla Questura. Nessuno sapeva dirci niente e a darci la brutta notizia sono stati i giornalisti e la televisione. A riconoscerla è stata suo marito attraverso una collanina con il suo nome.

Smettere di soffrire per la scomparsa di un caro non è mai possibile, ma ci daremo pace quando sarà fatta giustizia", conclude Anna.
  • Disastro Ferroviario
Altri contenuti a tema
Strage dei treni sulla linea Corato-Andria, chieste 15 condanne e la revoca della concessione per Ferrotramviaria Strage dei treni sulla linea Corato-Andria, chieste 15 condanne e la revoca della concessione per Ferrotramviaria L'accusa punta ad ottenere pene comprese fra i 6 e i 12 anni di reclusione. Chiesta l'assoluzione per uno degli imputati
Sesto anniversario della strage ferroviaria, le commemorazioni Sesto anniversario della strage ferroviaria, le commemorazioni La comunità si raccoglierà nel ricordo, nella riflessione e nella preghiera
Komorebi, tutto pronto per la sesta edizione. Il programma Komorebi, tutto pronto per la sesta edizione. Il programma L'evento, dedicato alla memoria di Francesco Tedone, si svolgerà dal 9 al 16 luglio
In memoria di Luciano e Francesco, "La Comunità si interroghi sul dolore di chi soffre" In memoria di Luciano e Francesco, "La Comunità si interroghi sul dolore di chi soffre" La celebrazione presieduta da Don Giuseppe Lobascio in suffragio delle vittime del disastro ferroviario
Cinque anni dal disastro ferroviario, Emiliano: "Non dimentichiamo" Cinque anni dal disastro ferroviario, Emiliano: "Non dimentichiamo" Lopane e Di Bari: "Dovere del ricordo e dovere di cercare giustizia"
Corato ricorda il 12 luglio, col dolore nel cuore e lo sguardo al futuro Corato ricorda il 12 luglio, col dolore nel cuore e lo sguardo al futuro Dalla commemorazione al progetto della cittadella dello sport dedicata a Francesco e alle giovani vittime del disastro ferroviario
12 luglio, una ferita che non si rimargina e l'abbraccio di un'intera comunità 12 luglio, una ferita che non si rimargina e l'abbraccio di un'intera comunità A cinque anni dall'incidente ferroviario costato la vita a 23 persone
12 luglio. A cinque anni dalla strage dei treni Corato non dimentica 12 luglio. A cinque anni dalla strage dei treni Corato non dimentica Ventitrè le vittime. Corato piange ancora Francesco e Luciano.
© 2016-2023 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.