Asl Bari
Asl Bari
Scuola e Lavoro

Asl Bari: stabilizzati 533 precari tra operatori sanitari, tecnici e amministrativi

Una vasta platea di personale avrà un contratto a tempo indeterminato a partire dal 1° gennaio

L'Asl Bari ha stabilizzato 533 dipendenti precari. La Direzione strategica, a seguito dell'ok della Regione Puglia, ha approvato la delibera n° 2454 del 22 dicembre 2022 con la quale è stabilizzato con contratto a tempo indeterminato, a partire dal 1° gennaio, tutto il personale in possesso dei requisiti stabiliti dalle norme, ovvero l'articolo 20 del Decreto legislativo 75 del 2017 (cosiddetta Legge Madia) e l'articolo 1 comma 268 della Legge di Bilancio del 30 dicembre 2021.

Per l'azienda sanitaria locale di Bari si tratta di una platea vasta, 533 operatori sanitari e non, suddivisa in 14 profili professionali diversi, tra cui 374 infermieri - che costituiscono il gruppo più consistente -, 20 medici, 48 psicologi, 3 biologi, 37 fisioterapisti, 3 logopedisti, 4 ortottisti, 1 ostetrica, 1 cps di neurofisiopatologia, 1 tecnico di radiologia, 5 tecnici della prevenzione ambientale, 12 assistenti sanitari e 2 educatori professionali, nonchè 22 unità di personale amministrativo.

L'Asl Bari punta così ad assicurare un'occupazione stabile a tanti dipendenti precari, con l'obiettivo di non disperdere il patrimonio di competenze ed esperienze formatosi negli ultimi tre anni e, in particolare, durante le fasi più "calde" dell'emergenza sanitaria, nel contempo valorizzando risorse umane e professionali che hanno già dimostrato sul campo di poter dare un contributo importante alle attività dell'azienda sanitaria sia negli ospedali sia nel territorio.
  • Sanità
  • Lavoro
  • Ospedale Umberto I
  • Asl Bari
  • ospedale Corato
  • sanità Puglia
Altri contenuti a tema
Settore edile e metalmeccanico, domani sciopero in Puglia Settore edile e metalmeccanico, domani sciopero in Puglia L'iniziativa organizzata da Cgil e Uil nasce dopo il crollo a Firenze
Sanità: prosegue la somministrazione dei vaccini anti Covid da parte dei farmacisti Sanità: prosegue la somministrazione dei vaccini anti Covid da parte dei farmacisti Approvata oggi dalla Giunta la proroga fino alla fine del 2024
Neonata di Terlizzi morta a Corato, ieri l'autopsia. Serviranno altri esami Neonata di Terlizzi morta a Corato, ieri l'autopsia. Serviranno altri esami L'esame autoptico si è svolto a Bari. Ma sarà necessario attendere gli esiti degli esami di laboratorio per stabilire le cause del decesso
La professione dell'assicuratore: ce la racconta Antonio Arbore La professione dell'assicuratore: ce la racconta Antonio Arbore Un approfondimento a cura del broker assicurativo e Business Coach
Pianeta donna: un dialogo sulle prospettive assistenziali dedicate all’universo femminile Pianeta donna: un dialogo sulle prospettive assistenziali dedicate all’universo femminile Aprire un confronto di sguardi ed idee sui servizi che potrebbero attivarsi nel territorio per migliorare l’assistenza delle donne in tutte le fasi di vita.
Neonata arriva probabilmente già morta al Pronto Soccorso di Corato, tensioni tra famiglia e personale sanitario Neonata arriva probabilmente già morta al Pronto Soccorso di Corato, tensioni tra famiglia e personale sanitario La tragedia nella serata di ieri
Bollino rosa dalla Fondazione Onda per l'ospedale di Corato Bollino rosa dalla Fondazione Onda per l'ospedale di Corato La valutazione delle strutture ospedaliere e l’assegnazione dei Bollini Rosa è avvenuta tramite un questionario di candidatura
Pensioni, cosa cambia nel 2024. Parola al Giovanni Assi, consulente del lavoro e delegato CONFAPI Puglia Pensioni, cosa cambia nel 2024. Parola al Giovanni Assi, consulente del lavoro e delegato CONFAPI Puglia Un'analisi tecnica delle principali novità introdotte
© 2016-2024 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.