Medico
Medico
Attualità

Che fine hanno fatto i tamponi rapidi negli studi dei medici di base e dei pediatri?

L'osservazione del presidente dei medici di medicina generale

Che fine hanno fatto i tamponi rapidi negli studi dei medici di base e dei pediatri?

A venti giorni dal lancio della notizia e a 6 dalla firma dell'ordinanza regionale pare che il blocco del sistema sia dovuto alla piattaforma informatica che la Regione avrebbe dovuto mettere a disposizione dei medici, una dotazione indispensabile che serve a registrare le eventuali positività ai test rapidi e a comunicarle subito ai dipartimenti di Prevenzione delle Asl.

Così Donato Monopoli presidente della Fimmg, la Federazione italiana medici di medicina generale che ha firmato l'intesa, ha inviato una lettera all'assessore Lopalco che pubblichiamo di seguito:

"Con estrema preoccupazione si deve constatare che a 6 giorni dall'ordinanza presidenziale e ad oltre 20 giorni dalla sottoscrizione dell'accordo regionale sulla presa in carico globale dei pazienti COVID da parte dei MMG, la Regione, in un silenzio sconcertante, non ha ancora messo a disposizione la piattaforma informatica necessaria a gestire le attività di prenotazione del tampone molecolare e di "rafforzamento a supporto delle attività di sanità pubblica. È evidente che senza tale preliminare passaggio, così come condiviso tra le parti, il processo non può essere avviato e quindi i medici non sono nelle condizioni di attendere a quanto previsto dall'Ordinanza come "immediatamente esecutivo" e nonostante le fuorvianti iniziative di alcuni Distretti e le errate informazioni date all'utenza dal personale addetto in alcune Asl. Ciò posto si chiede la convocazione ad horas del CPR per le opportune determinazioni in merito all'applicazione, atteso che al momento risulta l'esistenza di sistemi informatici funzionali all'applicazione dell'Ordinanza e operativi in alcune Asl"
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Esenzione ticket sanitari, prorogata la validità dei certificati Esenzione ticket sanitari, prorogata la validità dei certificati Con provvedimento di Giunta resteranno validi fino al 30 aprile
Il personale sanitario italiano candidato al Nobel per la Pace Il personale sanitario italiano candidato al Nobel per la Pace La nota della consigliera Laricchia: “Un premio al coraggio e al sacrificio di medici e infermieri”
Stop ai ricoveri in Puglia, possibili solo le urgenze Stop ai ricoveri in Puglia, possibili solo le urgenze La decisione presa: In considerazione dell'ulteriore evoluzione della situazione di criticità legata al Sars Cov-2
Cercasi operatori sanitari, la ASL Bari chiama i medici e infermieri pensionati Cercasi operatori sanitari, la ASL Bari chiama i medici e infermieri pensionati «Necessario per fronteggiare i crescenti bisogni della pandemia»
Diagnosi precoce per la SMA, sì allo screening obbligatorio Diagnosi precoce per la SMA, sì allo screening obbligatorio Approvata all'unanimità della III Commissione la proposta di legge presentata da Fabiano Amati
Universalab, un universo per la tua salute Universalab, un universo per la tua salute Nell'ultima settimana del mese, effettuando un qualsiasi prelievo di sangue, sarà possibile eseguire il tampone antigenico a soli 10 euro
Salute, arriva all'Umberto I un nuovo mammografo Salute, arriva all'Umberto I un nuovo mammografo Si conclude positivamente il dialogo tra Asl e rappresentanti istituzionali
Concorso unico regionale per infermieri, fissate le date per le prove Concorso unico regionale per infermieri, fissate le date per le prove La partecipazione va confermata on line per facilitare l’organizzazione dei test nel rispetto delle norme anti Covid
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.