negozio chiuso
negozio chiuso
Politica

"La zona rossa in Puglia non basta", i sindaci chiedono a Emiliano maggiori restrizioni

Vitto, presidente regionale di Anci: «I contagi continuano a crescere, c'è preoccupazione in quei territori in cui la situazione non accenna a migliorare»

Le restrizioni previste dalla zona rossa non sarebbero sufficienti a bloccare la terza ondata del Coronavirus in Puglia. E, spinti da questa valutazione, gli amministratori locali hanno deciso di scrivere un documento con tutte le ulteriori restrizioni che ritengono necessarie, e che sarà a breve inviato al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. Obiettivo una nuova ordinanza regionale che recepisca tali richieste e sia quindi più restrittiva rispetto al decreto del Governo.

Si va dalla richiesta di stop alle funzioni religiose in presenza, dalla domenica delle palme fino a Pasqua, alla chiusura di tutte le attività commerciali alle 19, dalla chiusura di tutti i cimiteri, alla chiusura di tutti i centri commerciali e supermercati nella domenica della Palme, di Pasqua, e nel lunedì di Pasquetta. Si sta valutando di imporre il divieto di recarsi nelle seconde case, e inoltre, di estendere il divieto di asporto dopo le 18 anche alle attività che ora possono farlo. Per queste ultime si sta ragionando sull'asporto drive-in o su prenotazione.

«Stiamo scrivendo un documento con tutte le richieste che mi stanno arrivando dai sindaci e dai presidenti delle provincie - dichiara Domenico Vitto, presidente Anci Puglia - domani dovrebbe esserci un nuovo incontro in cui valutare tali richieste, e capire come poter impostare una nuova ordinanza regionale che renda tali disposizioni omogenee sul territorio regionale. Nell'incontro con il presidente Emiliano vedremo anche quale è, ora, la sua idea al riguardo».

«I contagi purtroppo continuano a crescere - aggiunge Vitto - fino a qualche settimana fa la situazione a rischio riguardava solo la provincia di Bari e Taranto, ora, stando a quanto dichiarato dall'assessore Lopalco nell'ultimo incontro che abbiamo avuto, ormai il rischio è esteso a tutta la regione. C'è preoccupazione, sia da parte del presidente Emiliano, che da parte di alcuni sindaci nei cui territori la situazione non accenna a migliorare. In vista delle festività di Pasqua, riteniamo quindi giusto prendere dei provvedimenti più restrittivi».

Si attende ora l'incontro di domani per avere certezza di quali azioni verranno effettivamente messe in atto dalla Regione Puglia.
  • Emergenza Coronavirus
Altri contenuti a tema
In ospedale poco più di 6 pugliesi ogni 100 positivi al Covid In ospedale poco più di 6 pugliesi ogni 100 positivi al Covid Il virus continua a circolare: altri 248 casi registrati nelle ultime ore
"Le mascherine date a scuola non sono conformi". Chiesto il ritiro di due lotti "Le mascherine date a scuola non sono conformi". Chiesto il ritiro di due lotti Toccherà agli istituti scolastici verificare il numero di lotto
Lopalco: «Siamo di fronte ad una nuova ondata pandemica» Lopalco: «Siamo di fronte ad una nuova ondata pandemica» L'invito alla vaccinazione dell'assessore alla Sanità
Green pass obbligatorio per locali e ristoranti al chiuso Green pass obbligatorio per locali e ristoranti al chiuso Ecco le decisioni del Governo
Contrasto alla crisi economica da pandemia, ampliata platea dei beneficiari Contrasto alla crisi economica da pandemia, ampliata platea dei beneficiari Il Consiglio regionale approva all'unanimità
Covid, la domenica in Puglia lascia ben sperare: 247 nuovi positivi su 4700 tamponi Covid, la domenica in Puglia lascia ben sperare: 247 nuovi positivi su 4700 tamponi Si contano 25 morti, in prevalenza nel tarantino
Puglia verso la zona gialla a partire da lunedì Puglia verso la zona gialla a partire da lunedì Il calo dei contagi e la diminuzione dei ricoveri lascia ben sperare. Attesa l'ufficialità
Restrizioni Covid, Gesualdo: «Peso psicologico diventa principale causa di stress» Restrizioni Covid, Gesualdo: «Peso psicologico diventa principale causa di stress» Il presidente dell’Ordine degli Psicologi di Puglia Vincenzo Gesualdo lancia un monito: «Servono aiuti concreti da politica e istituzioni»
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.