Santa Maria Greca
Santa Maria Greca
Religione

Lunedì la Festa di Santa Maria Greca

Solenne celebrazione presieduta dall'Arcivescovo Leonardo D'Ascenzo

Ricorre il 18 luglio, a Corato, la Festa di Santa Maria Greca, protettrice principale della Città, in ricordo di quanto avvenuto nel 1656, anno del prodigioso ritrovamento dell'icona della Vergine e conseguente liberazione di Corato dal morbo della peste.

Messi alle spalle i due anni di stop a causa dell'emergenza Covid, lunedì 18 luglio si svolgerà, alle ore 19, una solenne concelebrazione presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Leonardo D'Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie, al termine della quale l'icona di Santa Maria Greca sarà nuovamente condotta in processione per le vie della città.

La festa è preceduta da un periodo di preparazione costituito dalla Novena, presieduta quest'anno da don Vincenzo Di Pilato, collaboratore della parrocchia di Santa Maria Greca, e da una Veglia mariana che si terrà domenica 17 luglio alle ore 20:30 nella chiesa parrocchiale.

Un po' di storia…

Nel 1656, anno nell'intero Regno di Napoli si verificò una terribile epidemia di peste; nel luglio dello stesso anno anche Corato ne fu soggetta e in pochi giorni la popolazione fu decimata dall'infezione, le condizioni igienico sanitarie favorivano la diffusione della peste. In particolare, i cittadini si radunarono di fronte a una delle torri più antiche, "la torre Greca", così denominata perché forse risalente all'epoca bizantina: un'antica tradizione riferiva che nei suoi sotterranei, da tempo inaccessibili, fosse conservata un'icona della Vergine Maria; il popolo credette che riportandola alla luce la Madonna avrebbe salvato la città dalla peste. Molta gente accorse presso il piccolo buco che costituiva ormai l'unico accesso agli ambienti sotterranei, senza però riuscire a entrarvi. Il sacerdote Francesco Lojodice di Corato, temendo che l'assembramento di gente potesse favorire il contagio si assunse il compito di far allargare la buca e di entrarvi per compiere la ricerca dell'immagine sacra. Lojodice non trovò tuttavia alcuna icona, ma solo una piccola finestrella con tracce di pittura ormai sbiadite.

Nella notte del 17 luglio, però, il sacerdote vide in sogno la Vergine Maria, che gli promise la salvezza di Corato se lui avesse dedicato al suo culto il sotterraneo in cui si era calato giorni prima. Il giorno dopo Lojodice chiese e ottenne dall'arcivescovo del tempo di Trani Tommaso Sarria il permesso di trasformare il sotterraneo in un oratorio aperto al pubblico, così fece iniziare i lavori per renderlo adatto alla preghiera; nel frattempo chiamò un pittore perché dipingesse l'immagine di Maria così come gli era apparsa in sogno. Tuttavia, benché il sacerdote si sforzasse di descrivere nei minimi dettagli la figura della Madonna, il pittore non riusciva a riprodurla in alcun modo; il popolo che lo attorniava intanto continuava a pregare la Vergine perché concedesse il suo aiuto. Verso mezzogiorno si udì il suono melodico di un campanello, e una donna cieca Beatrice Dell'Olio lì presente prese a indicare la tavola di legno preparata dal pittore, sulla quale era miracolosamente apparsa un'immagine nella quale Lojodice riconobbe la Madonna esattamente come le era apparsa in sogno.

La prodigiosa icona venne collocata nella finestrella del sotterraneo della Torre Greca, che divenne mèta di pellegrinaggi e orazioni, tanto che nel 1664 lo stesso don Francesco Lojodice, detto don Saccone, promosse la costruzione di una chiesa superiore che consentisse l'afflusso di molta gente e ne evitasse la calca in un luogo stretto e chiuso. La vecchia torre fu rimossa e al suo posto fu eretta una chiesa; il primitivo oratorio fu ampliato e divenne la cripta del nuovo edificio. La chiesa assunse il titolo di "Santa Maria Greca" non solo a causa del nome della vecchia torre, ma anche perché nell'icona la Madonna appare con lineamenti e abiti di foggia greca ed orientaleggianti. Nel corso degli anni tanto la chiesa quanto la cripta subirono numerosi interventi di restauro, rifacimento e ampliamento. (Giuseppe Faretra)
  • Santa Maria Greca
  • Arcidiocesi Trani-Barletta-Bisceglie
  • arcidiocesi Trani- Barletta-Bisceglie
  • Arcivescovo Leonardo D'Ascenzo
  • Monsignor Leonardo D'Ascenzo
Altri contenuti a tema
Convegno pastorale Diocesano in ottobre, tutti i dettagli Convegno pastorale Diocesano in ottobre, tutti i dettagli L'Arcivescovo D'Ascenzo ha comunicato date, temi e luoghi di svolgimento degli incontri
1 Scomparso Padre Giovanni Pauciulo Scomparso Padre Giovanni Pauciulo Il cordoglio dell'Arcivescovo D'Ascenzo e dell'amministrazione comunale
Il saluto augurale dell'Arcivescovo D'Ascenzo al comparto scolastico Il saluto augurale dell'Arcivescovo D'Ascenzo al comparto scolastico «Tutti siamo chiamati ad ascoltare»
Cammino sinodale, due iniziative diocesane segnalate sul sito nazionale Cammino sinodale, due iniziative diocesane segnalate sul sito nazionale Servizi di accoglienza per i fedeli separati, docce per gli indigenti e la popolazione migrante
"Tempo del creato", iniziative dell'Azione Cattolica Diocesana "Tempo del creato", iniziative dell'Azione Cattolica Diocesana Mastrogiacomo: «Riflettere sul nostro stile, evitare lo spreco, rendere sosenibile con il nostro agire l'ambiente che viviamo»
Elezioni: «È il momento della partecipazione e della responsabilità» Elezioni: «È il momento della partecipazione e della responsabilità» Il documento diffuso dall'Azione Cattolica Diocesana
«Verso una nuova esperienza di chiesa. San Cataldo ci aiuterà» «Verso una nuova esperienza di chiesa. San Cataldo ci aiuterà» L’omelia dell’Arcivescovo D'Ascenzo nella Solennità di San Cataldo
Nuovi incarichi pastorali nell'Arcidiocesi Nuovi incarichi pastorali nell'Arcidiocesi Le disposizioni di Monsignor Leonardo D'Ascenzo
© 2016-2022 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.