Ospedale
Ospedale
Territorio

Bollino rosa dalla Fondazione Onda per l'ospedale di Corato

La valutazione delle strutture ospedaliere e l’assegnazione dei Bollini Rosa è avvenuta tramite un questionario di candidatura

Ospedali della ASL di Bari sono sempre più a misura di donna. Quest'anno sono cinque i presidi ospedalieri premiati con i "Bollini rosa" dalla Fondazione Onda per il biennio 2024-2025: anche l'ospedale l'Umberto I di Corato ha ottenuto il prestigioso riconoscimento a livello nazionale, e insieme a San Paolo, Di Venere, Perinei, entra nella rete dei 367 ospedali italiani che offrono servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili, ma anche quelle che riguardano trasversalmente uomini e donne in ottica di genere.

La cerimonia di premiazione è avvenuta nei giorni scorsi a Roma. Nel dettaglio sono complessivamente nove i "bollini rosa", assegnati alle strutture della ASL: tre per Ospedale della Murgia Fabio Perinei, uno per Ospedale Di Venere di Carbonara di Bari, due all'Ospedale San Paolo, uno all'Ospedale Umberto I di Corato, due all'Ospedale San Giacomo.

La valutazione delle strutture ospedaliere e l'assegnazione dei Bollini Rosa è avvenuta tramite un questionario di candidatura composto da circa 500 domande, ciascuna con un valore prestabilito, suddivise in 15 aree specialistiche più una sezione dedicata ai servizi generali per l'accoglienza delle donne e una alla gestione dei casi di violenza sulle donne e sugli operatori sanitari. Tre i criteri di valutazione tenuti in considerazione, la presenza di: specialità cliniche che trattano problematiche di salute tipicamente femminili e trasversali ai due generi che necessitano di percorsi differenziati, tipologia e appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici e servizi clinico-assistenziali in ottica multidisciplinare gender-oriented, l'offerta di servizi relativi all'accoglienza delle utenti alla degenza della donna a supporto dei percorsi diagnostico-terapeutici (volontari, mediazione culturale e assistenza sociale) e infine il livello di preparazione dell'ospedale per la gestione di vittime di violenza fisica e verbale.
  • Ospedale
  • Ospedale Umberto I
  • ospedale Corato
Altri contenuti a tema
Neonata di Terlizzi morta a Corato, ieri l'autopsia. Serviranno altri esami Neonata di Terlizzi morta a Corato, ieri l'autopsia. Serviranno altri esami L'esame autoptico si è svolto a Bari. Ma sarà necessario attendere gli esiti degli esami di laboratorio per stabilire le cause del decesso
Pianeta donna: un dialogo sulle prospettive assistenziali dedicate all’universo femminile Pianeta donna: un dialogo sulle prospettive assistenziali dedicate all’universo femminile Aprire un confronto di sguardi ed idee sui servizi che potrebbero attivarsi nel territorio per migliorare l’assistenza delle donne in tutte le fasi di vita.
Neonata arriva probabilmente già morta al Pronto Soccorso di Corato, tensioni tra famiglia e personale sanitario Neonata arriva probabilmente già morta al Pronto Soccorso di Corato, tensioni tra famiglia e personale sanitario La tragedia nella serata di ieri
Donna in stato di semi-incoscienza ritrovata distesa all'esterno dell'ospedale: ricoverata Donna in stato di semi-incoscienza ritrovata distesa all'esterno dell'ospedale: ricoverata La donna, ora ricoverata all' Umberto I, era molto probabilmente sotto effetto di stupefacenti
Gli angeli (quelli dal camice bianco) esistono: la testimonianza di una nostra lettrice Gli angeli (quelli dal camice bianco) esistono: la testimonianza di una nostra lettrice La signora Valerio racconta uno dei tanti esempi di buona sanità pubblica
Ospedale di Corato, da oggi in servizio  la nuova Tac "128 slice" acquistata con fondi PNRR Ospedale di Corato, da oggi in servizio la nuova Tac "128 slice" acquistata con fondi PNRR Il responsabile della Radiologia, dott. Francesco Giangaspero: «Ora la qualità delle diagnosi migliorerà ancora»
Arrivata la seconda Tac "128 multislice" acquistata con fondi PNRR Arrivata la seconda Tac "128 multislice" acquistata con fondi PNRR Ieri mattina la consegna all'Ospedale Umberto I
Interventi di "TIPS" non invasivi all'ospedale di Andria, un coratino nell'èquipe Interventi di "TIPS" non invasivi all'ospedale di Andria, un coratino nell'èquipe Parla il dott. Fabio Quinto, responsabile dell'UOS di Angiografia del Bonomo
© 2016-2024 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.