La vergogna non ha limiti

Escrementi davanti la scuola

Ci sono momenti in cui si prova vergogna non per azioni di cui si è responsabili personalmente, ma per l'inciviltà dei propri concittadini.

Nella mattinata di ieri ho provato vergogna, quasi avvertendo l'esigenza di dovermi scusare con altri concittadini e persone che provenivano da fuori città, per la presenza di una abbondante quantità di deiezioni di cani davanti all'ingresso del Liceo Artistico, proprio nel giorno in cui la scuola era aperta per l'Open Day.

Una figuraccia dovuta all'inciviltà di persone diseducate che hanno persino la pretesa di voler crescere un cane, senza valutare che occorre prestare attenzione al proprio amico a quattro zampe non soltanto quando si è nell'ambiente domestico ma soprattutto fuori casa.

Quando chiunque decide di tenere con sé un animale non può non tenere conto delle esigenze dello stesso e del fatto che le deiezioni devono essere raccolte.

Sono convinto che il "padrone" maleducato avrebbe molto da ridire se portassimo i nostri cani a fare i bisogni proprio davanti alla sua casa. Sono convinto inoltre che lo zozzone in questione si guarderebbe bene dal far liberare il proprio cane davanti al portone di casa sua.

Ringrazio la redazione per lo spazio concessomi.
  • cani
Altri contenuti a tema
3 Deiezioni canine, è guerra agli sporcaccioni. Pizzicati 24 proprietari incivili di cani Deiezioni canine, è guerra agli sporcaccioni. Pizzicati 24 proprietari incivili di cani In azione gli agenti della Polizia locale
I cani protagonisti assoluti di una mattinata al Parco I cani protagonisti assoluti di una mattinata al Parco Successo per la manifestazione "Il cittadino a sei zampe"
"Cittadino a 6 zampe", una mattinata dedicata ai cani e ai loro padroni "Cittadino a 6 zampe", una mattinata dedicata ai cani e ai loro padroni Questa mattina al parco comunale la manifestazione curata dall'associazione Working Dogs
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.