Ospedale di Corato
Ospedale di Corato
Vita di Città

All'ospedale di Corato arrivano i primi parti in area Covid

Dopo i 910 parti e 240 interventi maggiori del 2021, nel nuovo anno il reparto si è sdoppiato per accogliere anche gestanti positive

L'anno nuovo dell'Umberto I è ricco di novità, prima con una nascita a tempo di record sei minuti dopo la mezzanotte, ora con i primi nati nell'Area dedicata alle gestanti positive.

Ad inizio 2022, infatti, l'unità operativa si è sdoppiata per poter gestire in tutta sicurezza anche questa domanda di salute, garantendo un'assistenza adeguata all'interno di un'area completamente isolata e dotata di quattro posti letto.

«In sole 24 ore – commenta il Direttore Generale Antonio Sanguedolce – l'unità operativa di Ostetricia e Ginecologia è stata in grado di offrire una risposta pronta ed efficace alle nuove necessità derivanti dall'emergenza sanitaria. Era importante che l'ASL Bari avesse un punto nascita con un'Area Covid a supporto della rete provinciale e la direzione dell'Ospedale, il direttore del reparto e il personale tutto hanno dimostrato grande professionalità e tempestività nell'allestire una struttura idonea in pochissimo tempo e per questo li ringrazio».

Un impegno ulteriore rispetto ad un anno, il 2021, che si è chiuso con 910 parti (più 5,2% rispetto al 2020) e 240 interventi chirurgici "maggiori". Dati incoraggianti per le nascite, ma anche per l'attività riguardante tutte le patologie benigne uro-ginecologiche con approccio laparotomico, vaginale e laparoscopico. Sono stati superati i 500 interventi in day-service e sono state garantite 13.000 prestazioni ambulatoriali. Il nuovo anno, però, si è aperto con la novità dell'Area dedicata ad accogliere gestanti positive al virus Sars Cov 2.

«Questi dati pongono l'Unità operativa complessa di Ginecologia – spiega il direttore, dr. Lucio Nichilo - fra i reparti che non hanno vissuto il calo demografico né una riduzione delle attività assistenziali, riuscendo a risultare tra le più attive della Regione».

Particolarmente rilevante è l'indice di attrattività del reparto, che registra il 36,8% di utenza proveniente da altre ASL e il 4,3% da altre regioni, «a conferma – spiega Nichilo - che non solo abbiamo soddisfatto le esigenze della nostra comunità ma abbiamo anche intercettato ed esaudito le necessità inderogabili delle pazienti delle realtà vicine».
Uno sforzo reso ancor più complesso dall'emergenza sanitaria. «L'applicazione delle norme anti-Covid con un tale turnover di pazienti e la gestione di due aree di ricovero rigorosamente separate – sottolinea il dr. Nichilo - hanno richiesto un impegno importante e duraturo nel tempo, ma il risultato raggiunto premia il lavoro svolto con passione e abnegazione da tutti, medici, ostetriche, infermieri e operatori socio sanitari, in un momento così difficile per noi operatori e per l'utenza. E' il frutto – conclude Nichilo - di un ottimo lavoro multidisciplinare, reso possibile dalla proficua collaborazione tra ginecologi, anestesisti, neonatologi nonché i servizi, coordinati e supportati egregiamente dalla Direzione Medica».
  • Ospedale Umberto I
Altri contenuti a tema
È femminuccia la prima nata del 2022 a Corato È femminuccia la prima nata del 2022 a Corato È venuta alla luce alle 00.06
Epatite C, a Corato un’indagine per verificare stato di salute della popolazione Epatite C, a Corato un’indagine per verificare stato di salute della popolazione Al via uno screening volontario e gratuito all’Ospedale Umberto I, prevista la somministrazione di 4.000 test
Ospedali a misura di donna, Bollino Rosa all'"Umberto I" di Corato Ospedali a misura di donna, Bollino Rosa all'"Umberto I" di Corato Assegnato per le attività di Medicina interna (Reumatologia), Cardiologia, Ostetricia e Ginecologia
Reati stradali, anche nell'ospedale di Corato saranno effettuati esami tossicologici Reati stradali, anche nell'ospedale di Corato saranno effettuati esami tossicologici Siglato protocollo di intesa tra ASL e Procura
Ospedale di Corato, Piarulli: «Apparecchiature vetuste, occorre rimodernare» Ospedale di Corato, Piarulli: «Apparecchiature vetuste, occorre rimodernare» La senatrice scrive in Regione nella direzione del miglioramento dei sistemi diagnostici nell'"Umberto I”
Ospedale di Corato: riattivati i day service di Chirurgia  e da marzo anche quelli di Ortopedia Ospedale di Corato: riattivati i day service di Chirurgia e da marzo anche quelli di Ortopedia Esami, visite e intervento in giornata. In arrivo la Rianimazione e il progetto di ammodernamento della Pediatria. Installato il nuovo mammografo 3D: potenzierà la senologia clinica
Fiocco rosa all'Umberto I: è Margherita la prima nata del 2021 Fiocco rosa all'Umberto I: è Margherita la prima nata del 2021 È figlia di una coppia tranese
1 Fiocco azzurro per Francesco, il bambino che aveva fretta di nascere Fiocco azzurro per Francesco, il bambino che aveva fretta di nascere La madre lo ha partorito in casa. Sta bene
© 2016-2022 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.