Coldiretti
Coldiretti
Economia

Coldiretti Puglia, richiesta carburante agricolo agevolato e semplificato

Neve e gelo aggravano costi stalle, serre e lavorazioni in campagna

Richiesta l'assegnazione del carburante agricolo agevolato con procedure semplificate per aiutare gli agricoltori nelle campagne pugliesi alle prese con il rincaro dei cosi di produzione causato dal conflitto in UIcraina e le frequenti ondate di maltempo e la morsa di gelo che aggravano i costi di stalle, serre e lavorazioni aggiuntive. E' quanto ha chiesto Coldiretti Puglia all'Assessorato all'agricoltura regionale, richiesta positivamente accolta in considerazione delle difficoltà che le imprese agricole stanno vivendo.

Numerose le esigenze di lavorazioni aggiuntive in campagna dopo le improvvise ondate di maltempo di violenza inaspettata, per riscaldare gli animali nelle stalle e per il riscaldamento delle serre per cui è necessaria la dotazione di gasolio agevolato per gli agricoltori.

Coldiretti Puglia per questo ha richiesto l'approvazione dell'assegnazione del gasolio agricolo, per quelle imprese che ne facciano richiesta, attraverso la concessione di un anticipo nella misura del 50 per cento rispetto alla dotazione ricevuta nell'anno precedente, secondo le procedure semplificate.

Disastrosi gli effetti sui campi della tropicalizzazione del clima – afferma Coldiretti Puglia– che azzera in pochi attimi gli sforzi degli agricoltori che perdono produzione e al contempo subiscono l'aumento dei costi a causa delle necessarie risemine, ulteriori lavorazioni, acquisto di piantine e sementi e utilizzo aggiuntivo di macchinari e carburante. Gli imprenditori si trovano ad affrontare fenomeni controversi, dove in poche ore si alternano eccezionali ondate di maltempo a caldo fuori stagione. In questo contesto è fondamentale riconoscere agli imprenditori agricoli un ruolo incisivo nella gestione del territorio, dell'ambiente e delle aree rurali.

Per gli elevati costi di carburante, elettricità, service e prodotti di supporto alla nutrizione dei terreni – spiega Coldiretti Puglia - più di una azienda agricola su dieci (13%) è a rischio di chiusura secondo il Crea. Il settore ha infatti affrontato rincari determinati dall'energia che vanno dal +170% dei concimi al +129% per il gasolio nelle campagne mentre il vetro costa oltre il 30% in più rispetto allo scorso anno, ma si registra anche un incremento del 35% per le etichette, del 45% per il cartone, del 60% per i barattoli di banda stagnata, fino ad arrivare al 70% per la plastica, secondo l'analisi Coldiretti. La riduzione dei raccolti nazionali non comporta solo danni economici per gli agricoltori ma anche il rischio per i consumatori che prodotti di importazione siano spacciati per italiani finiscano nel carrello. La Coldiretti raccomanda attenzione alle etichette con l'origine dei prodotti, consiglia gli acquisti diretti dagli agricoltori e chiede alle istituzioni preposte di incrementare i controlli per prevenire eventuali frodi.

Con la Manovra a livello nazionale, tra l'altro, contro il caro energia viene riconosciuto per il primo trimestre 2023 – conclude Coldiretti Puglia – il credito di imposta in favore delle imprese agricole, della pesca e per i conterzisti, pari al 20 per cento della spesa sostenuta per l'acquisto del carburante per la trazione dei mezzi utilizzati, credito di imposta riconosciuto anche per la spesa sostenuta per l'acquisto del gasolio e della benzina utilizzati per il riscaldamento delle serre e dei fabbricati produttivi adibiti all'allevamento degli animali.
  • Agricoltura
  • Coldiretti
  • Coldiretti Puglia
Altri contenuti a tema
Coldiretti: oltre mezzo chilo di cibo a persona buttato ogni settimana Coldiretti: oltre mezzo chilo di cibo a persona buttato ogni settimana Avanzi in cucina per il 60% dei pugliesi
Agricoltura 4.0, droni e robot sempre più frequentemente utilizzati Agricoltura 4.0, droni e robot sempre più frequentemente utilizzati Il 64% delle aziende agricole sposa l'agritech
Coldiretti: negli ultimi dieci anni perse il 30% di aziende agricole Coldiretti: negli ultimi dieci anni perse il 30% di aziende agricole Tra le cause gli alti costi di produzione, il clima, la concorrenza sleale
Maltempo, l'89% del territorio pugliese è a rischio smottamenti e allagamenti Maltempo, l'89% del territorio pugliese è a rischio smottamenti e allagamenti Coldiretti: negli ultimi cinquant'anni scomparso un terreno agricolo su tre
Coldiretti Puglia, nei giorni della merla è allarme gelo Coldiretti Puglia, nei giorni della merla è allarme gelo A rischio piante e alberi già in fiore
Calamità: Coldiretti Puglia, ecco le misure salva lavoro Calamità: Coldiretti Puglia, ecco le misure salva lavoro Nel solo anno 2022 perso il 21% della produzione
Nonni salvano il bilancio familiare in quattro famiglie su dieci Nonni salvano il bilancio familiare in quattro famiglie su dieci Questo quanto emerge da una rilevazione divulgata in occasione dell’assemblea dei Senior della Coldiretti
Coldiretti Puglia: spaventano i rincari sulla spesa, si allenta la preoccupazione per il caro bollette Coldiretti Puglia: spaventano i rincari sulla spesa, si allenta la preoccupazione per il caro bollette Gli aumenti dei prezzi dei beni di prima necessità spaventa due pugliesi su tre
© 2016-2023 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.