Aniel
Aniel
Eventi

La Puglia si mobilita per l'agricoltura: malcontento anche a Corato

L'evento si è svolto martedì presso la casa parrocchiale di San Giuseppe

Da giorni, le strade della Puglia (e non solo) sono invase da trattori e mezzi agricoli. Si tratta della protesta pacifica degli agricoltori pugliesi, che chiedono maggiore attenzione e sostegno per il loro settore, vitale per l'economia e l'identità della regione.

Quali sono le ragioni di questa protesta? Di questo si è parlato nella conferenza tenuta dall'associazione ANIEL a Corato, nella serata di martedì. Relatore Pino Convertini, coordinatore regionale CRA e membro del direttivo nazionale. In platea tanti lavoratori del settore primario e comuni cittadini.

Gli agricoltori denunciano una serie di problemi che mettono a rischio la loro attività e la qualità dei prodotti. Tra questi, i costi di produzione sempre più alti, la crisi economica causata dalla pandemia, la concorrenza sleale di prodotti stranieri a basso costo e la burocrazia che ostacola gli investimenti e le innovazioni.

Ma non solo. Gli agricoltori sono preoccupati anche per le misure previste dall'Unione Europea in materia di transizione ecologica, che potrebbero penalizzare ulteriormente il settore. In particolare, contestano la possibile eliminazione del gasolio agevolato dal 2026, che aumenterebbe i costi del carburante, e l'introduzione di soglie di terreni incolti e di aggravi economici per le emissioni di gas serra. Inoltre, si oppongono al via libera alla carne sintetica e di laboratorio, che minaccia la filiera zootecnica e la sicurezza alimentare.

Per far sentire la loro voce, gli agricoltori hanno organizzato diverse iniziative in tutta la Puglia, con presidi, cortei e raduni di mezzi agricoli. Alcuni di loro hanno anche raggiunto Roma e Sanremo, dove si svolge il Festival della Canzone Italiana, per sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni. Il loro obiettivo è ottenere risposte concrete e soluzioni sostenibili, che garantiscano la tutela e il rilancio dell'agricoltura pugliese.

La protesta degli agricoltori in Puglia è un segnale forte e chiaro, che esprime la resilienza e la passione di chi lavora la terra. È anche un invito a riconoscere il valore e il ruolo dell'agricoltura italiana, che contribuisce alla salvaguardia dell'ambiente, alla produzione di cibo di qualità e alla crescita del paese.
  • Agricoltura
Altri contenuti a tema
La Rivolta degli Agricoltori in Europa: focus a Corato La Rivolta degli Agricoltori in Europa: focus a Corato Convegno il prossimo 6 febbraio ore 18:30 presso Casa Parrocchiale San Giuseppe, in via Carlo del Prete
Xylella fastidiosa. A che punto siamo? Xylella fastidiosa. A che punto siamo? Nel Chiostro di Palazzo di Città un incontro a cura del Comune di Corato e della Consulta allo Sviluppo Economico
Lavoratori nei campi, in Puglia quasi 1 su 4 è straniero Lavoratori nei campi, in Puglia quasi 1 su 4 è straniero Coldiretti: il 22,4% dei prodotti agricoli è raccolto da uno straniero
Agricoltura 4.0, droni e robot sempre più frequentemente utilizzati Agricoltura 4.0, droni e robot sempre più frequentemente utilizzati Il 64% delle aziende agricole sposa l'agritech
Coldiretti Puglia, richiesta carburante agricolo agevolato e semplificato Coldiretti Puglia, richiesta carburante agricolo agevolato e semplificato Neve e gelo aggravano costi stalle, serre e lavorazioni in campagna
Xylella, persi 60 milioni di euro per espianti e reimpianti Xylella, persi 60 milioni di euro per espianti e reimpianti Nel leccese espiantati tre ulivi su quattro
Coldiretti: decreto flussi in Gazzetta Ufficiale salva 30000 giornate; al via ingresso lavoratori non comunitari Coldiretti: decreto flussi in Gazzetta Ufficiale salva 30000 giornate; al via ingresso lavoratori non comunitari I lavoratori stranieri forniscono il 20% del totale delle giornate di lavoro necessarie al settore in Puglia
Acqua uso irriguo, Cia Puglia: “Assurdo il raddoppio delle tariffe" Acqua uso irriguo, Cia Puglia: “Assurdo il raddoppio delle tariffe" Il comunicato prosegue: "Decisione iniqua e scellerata dei Consorzi di Bonifica commissariati”
© 2016-2024 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.