Emergenza cinghiali
Territorio

Danni da fauna selvatica, verso l'approvazione della legge regionale

La protesta dei Cinque Stelle: «Verranno abbattuti anche cani e gatti inselvatichiti»

La IV e la II commissione del consiglio regionale della Puglia riunite in seduta congiunta hanno approvato a maggioranza i primi cinque articoli della proposta di legge in materia di danni provocati dalla fauna selvatica.

Il provvedimento, di cui è stato modificato anche il titolo con un emendamento del presidente della IV commissione Donato Pentassuglia ("Norme in materia di prevenzione, contenimento ed indennizzo dei danni da fauna selvatica. Disposizioni in materia di smaltimento degli animali di allevamento oggetto di predazione e di tutela dell'incolumità pubblica") individua, negli articoli approvati, l'ambito applicativo delle misure di prevenzione, controllo e risarcimento; gli interventi di prevenzione e le misure ordinarie e straordinarie per il controllo della fauna selvatica.

Tra gli emendamenti approvati quello (sempre proposto da Pentassuglia) che prevede che le misure di controllo della fauna selvatica "esercitate selettivamente saranno praticate mediante piani di abbattimento, qualora l'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale) verifichi l'inefficacia degli altri metodi, compresi quelli ecologici".

Non sono mancate le polemiche per la mancata approvazione di alcuni emendamenti, come quello proposto dai consiglieri del Movimento Cinque Stelle.

"La mancata approvazione del nostro emendamento permetterà, nell'ambito di misure straordinarie di controllo della fauna selvatica, l'abbattimento di forme inselvatichite di specie domestiche, quindi anche di cani e gatti inselvatichiti. Per proteggere l'incolumità degli agricoltori e salvaguardare le colture e gli allevamenti servono misure adeguate di prevenzione, come ad esempio le recinzioni, e che sia correttamente ed effettivamente applicata la legge sul randagismo, che ad oggi esiste solo sulla carta.".

Così i consiglieri del M5S Gianluca Bozzetti, Rosa Barone e Cristian Casili in seguito alla seduta congiunta delle Commissioni IV e II in cui è iniziata la discussione della proposta di Legge "Norme in materia di danni provocati dalla fauna selvatica, di tutela dell'incolumità pubblica e dell'ordine economico".

Bocciato l'emendamento presentato dal M5S al comma 2 dell'art.5 con cui si chiedeva l'esclusione delle forme inselvatichite di specie domestiche, come cani e gatti, dalle misure straordinarie di controllo della fauna selvatica, che comprendono attività di contenimento numerico, allontanamento o abbattimento controllato.

"Una previsione di questo tipo - continuano i pentastellati - potrebbe presentare anche difficoltà applicative non essendo facilmente individuabile cosa si intenda per forme inselvatichite di specie domestiche. Riteniamo grave anche il voto contrario a questo emendamento del presidente della IV Commissione Pentassuglia che, come da prassi, avrebbe dovuto astenersi dal voto, soprattutto in quanto relatore della proposta di legge. È evidente la schizofrenia normativa tra una legge regionale sulla caccia dove era stata tolta la parte relativa alle attività di controllo sugli animali domestici inselvatichiti e la reintroduzione in questa seconda proposta. Tra l'altro - proseguono - anche sulla previsione del comma 11 dell'articolo 31 della nuova legge regionale sulla caccia, dove ancora si prevede la possibilità di autorizzare piani di abbattimento delle forme inselvatichite di specie domestiche, sono stati espressi rilievi da parte del Governo nazionale. Noi responsabilmente continueremo a cercare di migliorare la legge, che riteniamo indispensabile visti i numerosi danni provocati dalla fauna selvatica alle colture, e ripresenteremo l'emendamento in aula auspicando un voto diverso e responsabile da parte di tutto Consiglio".
  • Consiglio Regionale
Altri contenuti a tema
Riduzione liste d'attesa, in commissione la proposta di legge regionale Riduzione liste d'attesa, in commissione la proposta di legge regionale Primo firmatario è Fabiano Amati
"Chiuso per elezioni", a febbraio il consiglio regionale va in vacanza "Chiuso per elezioni", a febbraio il consiglio regionale va in vacanza La denuncia del Movimento Cinque Stelle
Separato non significa povero. La Regione approva legge a sostegno dei coniugi separati o divorziati Separato non significa povero. La Regione approva legge a sostegno dei coniugi separati o divorziati Interventi di sostegno ad un disagio sempre più diffuso
Una giornata per ricordare le vittime meridionali dell'Unità d'Italia Una giornata per ricordare le vittime meridionali dell'Unità d'Italia Approvata mozione in consiglio regionale
Ora le protesi potranno essere riutilizzate. Il consiglio regionale ha votato la proposta di legge Ora le protesi potranno essere riutilizzate. Il consiglio regionale ha votato la proposta di legge Si stima che il riutilizzo dei dispositivi potrebbe portare ad un abbattimento del 50% dei 34 milioni di euro spesi nel 2015
Il Consiglio regionale della Puglia ricorda Falcone e Borsellino Il Consiglio regionale della Puglia ricorda Falcone e Borsellino Il 23 maggio del 1992 la strage di Capaci
Vigili del fuoco discontinui, il Pd regionale pronto a far intervenire il Governo Vigili del fuoco discontinui, il Pd regionale pronto a far intervenire il Governo Approvata dal consiglio regionale una apposita mozione
1 Approvata la legge regionale su eccedenze alimentari e farmaceutiche Approvata la legge regionale su eccedenze alimentari e farmaceutiche L’iniziativa legislativa, primo firmatario Ruggero Mennea, ha l’obiettivo di tutelare le fasce più deboli della popolazione e incentivare la riduzione di sprechi
© 2016-2018 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.