Coniugi separati
Coniugi separati
Politica

Separato non significa povero. La Regione approva legge a sostegno dei coniugi separati o divorziati

Interventi di sostegno ad un disagio sempre più diffuso

"Interventi a sostegno dei coniugi separati o divorziati che versano in particolari condizioni di disagio economico" sono contenuti nella proposta di legge approvata all'unanimità dal Consiglio regionale.

L'iniziativa legislativa primo firmatario il consigliere Giandiego Gatta (FI) riconosce l'importanza che i ruoli materno e paterno rivestono nelle diverse fasi della crescita dei minori e sostiene il principio del mantenimento di un rapporto equilibrato e continuativo dei figli con entrambi i genitori anche dopo la separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio.

"I coniugi separati appartengono sempre più frequentemente, complice anche la crisi economica di questi anni, ad una categoria che si ritrova spesso in situazioni socio-economiche disperate, tanto da affollare dormitori e mense per i poveri. I più colpiti sono i coniugi tenuti a corrispondere l'assegno di mantenimento all'ex coniuge, ai figli e a cercare una nuova abitazione nel caso in cui la casa familiare sia attribuita all'altro coniuge affidatario dei figli" – ha spiegato il consigliere Gatta.

Si tratta di un disagio, un dramma emergente nel tessuto sociale che ha ripercussioni sul rapporto genitoriale.

La legge si muove su tre binari fondamentali: l'assistenza economica e la mediazione familiare (con prestiti senza interessi o a tasso agevolato e il rimborso dei ticket sanitari in base alla capacità reddituale nonché valorizzando i consultori pubblici e privati); il sostegno abitativo (prevedendo accordi con le 'Agenzie Regionali per la Casa e l'Abitare' e promuovendo progetti di gestione di immobili da destinare in via temporanea)". A tal proposito la Giunta regionale erogherà contributi ai comuni per la locazione di alloggi di proprietà pubblica a canone concordato, per la concessione del fondo di sostegno alla locazione e per le persone che si trovano nelle condizioni di accesso al fondo per la "morosità incolpevole".

Per gli interventi di sostegno economico sono previsti 140.000 euro per l'anno in corso, mentre sempre per il 2017 sono previsti 360.000 euro per interventi di sostegno abitativo.

Accolto dall'Aula all'unanimità un emendamento del Movimento 5 stelle con il quale si precisa che "gli interventi previsti dalla legge sono finalizzati a garantire le condizioni per la prosecuzione di una esistenza dignitosa, il recupero dell'autonomia abitativa, l'accesso al credito, l'assistenza e mediazione familiare nelle situazioni di fragilità e conflitto familiare, la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro per tutelare e svolgere pienamente il ruolo genitoriale".
  • Consiglio Regionale
Altri contenuti a tema
Colonna: "Il caso 'tartufi' in Consiglio regionale" della Puglia Colonna: "Il caso 'tartufi' in Consiglio regionale" della Puglia Il consigliere regionale interviene sull'ok in commissione regionale
Danni da fauna selvatica, il consiglio regionale approva la legge Danni da fauna selvatica, il consiglio regionale approva la legge ​ La dotazione finanziaria prevista per il finanziamento della legge ammonta per il 2018 a 250 mila euro. 
Danni da fauna selvatica, verso l'approvazione della legge regionale Danni da fauna selvatica, verso l'approvazione della legge regionale La protesta dei Cinque Stelle: «Verranno abbattuti anche cani e gatti inselvatichiti»
Riduzione liste d'attesa, in commissione la proposta di legge regionale Riduzione liste d'attesa, in commissione la proposta di legge regionale Primo firmatario è Fabiano Amati
"Chiuso per elezioni", a febbraio il consiglio regionale va in vacanza "Chiuso per elezioni", a febbraio il consiglio regionale va in vacanza La denuncia del Movimento Cinque Stelle
Una giornata per ricordare le vittime meridionali dell'Unità d'Italia Una giornata per ricordare le vittime meridionali dell'Unità d'Italia Approvata mozione in consiglio regionale
Ora le protesi potranno essere riutilizzate. Il consiglio regionale ha votato la proposta di legge Ora le protesi potranno essere riutilizzate. Il consiglio regionale ha votato la proposta di legge Si stima che il riutilizzo dei dispositivi potrebbe portare ad un abbattimento del 50% dei 34 milioni di euro spesi nel 2015
Il Consiglio regionale della Puglia ricorda Falcone e Borsellino Il Consiglio regionale della Puglia ricorda Falcone e Borsellino Il 23 maggio del 1992 la strage di Capaci
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.