shoah
shoah
Associazioni

Dieci giorni di eventi per ricordare la Shoah

In occasione del Giorno della Memoria le associazioni si uniscono e propongono un fitto programma di incontri

Il 27 gennaio è il Giorno della Memoria. Un giorno nato per ricordare le vittime dell'Olocausto e, soprattutto, per interrogarsi sul perché della Shoah e della discriminazione dell'uomo contro altri uomini.

La Giornata della Memoria non serve solo a commemorare quei milioni di persone uccise crudelmente e senza nessuna pietà ormai quasi 80 anni fa. Serve a ricordare che ogni giorno esistono tante discriminazioni verso chi ci sembra diverso da noi.
Ondate di odio, di razzismo, di xenofobia e anche di antisemitismo percorrono il nostro Paese e l'atteggiamento moralmente più deplorevole sarebbe l'indifferenza.

Questo è il motivo per il quale si è deciso di elaborare un progetto in rete con più associazioni del territorio.

Viviamo in un periodo storico in cui impera l'indifferenza. Educare alla cultura, guardare e ricordare l'orrore della Shoah, per acquisire la consapevolezza dell'importanza di lottare per salvaguardare la propria vita e quella degli altri.

" Non dovremmo mai essere indifferenti
dinanzi al male, ma al contrario ben svegli.
Per egoismo dovremmo
vigilare, perchè' l'intolleranza è' un fuoco
che divampa incontrollato,
persino da chi l'ha appiccato, e potrebbe bruciare chiunque di noi".


Per celebrare la Giornata della Memoria, alcune associazioni cittadine hanno deciso di unirsi per proporre un programma di eventi e manifestazioni che si articolerà sino al prossimo 31 gennaio. Gli incontri cominceranno già a partire da questa sera, alle ore 19.15, nella parrocchia Sacra Famiglia. Paolo Ricca svolgerà una riflessione su Bonhoffer e sulla fede cristiana come resistenza al nazismo.

Le associazioni proponenti sono: Agora 2.0, Associazione "Bice Fino", Associazione Sordi "Fratelli Gualandi", "Buon Campo", Centro Italo Venezolano, , Fidapa, Forum degli Autori, Il Tempio di Serapide, Reteattiva (Harambè, Cicres, Pro Loco, Legambiente, Abracadanze, Presidio del libro, Casa della Poetessa, Punto Pace Pax Christi), Rotary Club, Teatro delle Molliche UNIMRI Sez. Nazionale.

Programma de "Il Giorno della Memoria"
17 gennaio:
ore 19,15: Salone Parrocchia Sacra Famiglia - Via Palermo – Corato.
Incontro e dibattito su Bonhoeffer a cura di RETEATTIVA (Punto Pace Pax Christi in collaborazione con EXTRA NOS).
"D. Bonhoeffer: la fede cristiana come resistenza al nazismo"
Con l'aiuto di Paolo Ricca, studioso e profondo conoscitore di Bonhoeffer, si mette a fuoco la figura di un credente, teologo e pacifista, il quale non esita a sottrarsi alle proprie idee più profonde e a partecipare ad un attentato dinamitardo contro Hitler.

18 gennaio:
"IL GENOCIDIO MAI RICORDATO": Approfondimento degli eventi riguardanti una minoranza, la cui storia tragica non trova ancora spazio nei percorsi storici della scuola italiana a cura di RETEATTIVA (Abracadanze e Casa della Poetessa).
dalle ore 11.00 alle ore 13.00:
Sala teatrale Parrocchia di San Francesco in Via Andria, 44 - Corato.
Giulia Di Rocco (Presidente dell'Associazione "Amici di Zeffirino") dialogherà con gli alunni dell'Istituto Professionale "L. Tandoi";
dalle ore 18.00 alle ore 19.30: Biblioteca Comunale di Corato – Conferenza sul genocidio dei Rom e dei Sinti con Giulia Di Rocco (Presidente dell'Associazione "Amici di Zeffirino") con reading e intermezzo musicale a cura del Centro Italo Venezolano. Al termine della conferenza visita della mostra sul tema dei Rom e dei Sinti allestita in Piazza Sedile n. 44;
dalle ore 19.30: Piazza Sedile - Danze tipiche a cura dell'associazione "Abracadanze";

Dal 23 gennaio al 27 gennaio (ore 17.00/ore 20.00):
"Se capire è impossibile, conoscere è necessario" da un pensiero di Primo Levi.
Chiostro del Palazzo di Città:
Performance artistica dedicata alla Shoah a cura dell'associazione "Il Tempio di Serapide" e Associazione "Bice Fino".
Videoproiezioni dal titolo:
"Solo per colpa di essere nati" a cura dell'Associazione Sordi "Fratelli Gualandi";
"L'indifferenza è la mia nemica personale" a cura dell'associazione "Il Tempio di Serapide".

25 gennaio:
Ore 18.30: "RICORDARE PER NON RIVIVERE".
C/O la sede di Agorà 2.0 - Via San Benedetto, 36 - Corato.
In collaborazione con l'associazione culturale "Agorà 2.0", Forum degli Autori e U.N.I.M.R.I.
Organizzazione generale: Antonio MONTRONE - Presidente del Forum degli Autori;
Relatore: Prof. Raffaele PELLEGRINO - docente di Storia e Filosofia, nonché ricercatore dell'Istituto Storico Pugliese per la Storia Contemporanea e l'Antifascismo;
Reader: Alberto TARANTINI.

26 gennaio:
ore 10,00: Visita alla Giudecca di Trani e alla Sinagoga di Sant'Anna.
Recupero della storia della comunità ebraica di Trani attraverso una visita guidata al quartiere ebraico e ai luoghi di culto a cura di RETEATTIVA.
Per informazioni e prenotazioni contattare il numero telefonico 335 817 6273


27 gennaio:
Approfondimento della cultura ebraica. Letture a tema, intermezzi musicali diretti dal maestro Cinzia Falco dell'associazione Domenico Sarro e danze ebraiche.
A cura di RETEATTIVA, Proloco Corato, Presidio del Libro e Abracadanze in collaborazione con la FIDAPA.
Ore 18.30: Agorà del Liceo Classico e delle Scienze Umane "Oriani": Incontro di cultura ebraica".

28 gennaio:
"BAR MITZVAH" – Diventare uomini al tempo della Shoah. A cura del Teatro delle Molliche
Ore 10.00: Auditorium Liceo Artistico Federico II - Ingresso riservato agli alunni e docenti del Liceo;
ore 20.00: Rotary Club Sezione di Corato - Larghetto S. Benedetto n. 5 – Corato.
"La giornata della Memoria: incontro con Maria Pia Scaltrito".
Storica della filosofia, ricercatrice presso la Scuola di Alti Studi in Scienze Sociali di Parigi, membro della Società di Storia Patria per la Puglia, collaboratrice per la Gazzetta del Mezzogiorno per la storia e cultura ebraica, autrice del libro "Puglia. In viaggio per sinagoghe e giudecche".

31 gennaio:
Ore 20.00 -Teatro Comunale di Corato – "BAR MITZVAH" – Diventare uomini al tempo della Shoah.
  • Giorno della Memoria
Altri contenuti a tema
La comunità dei braccianti ricorda la Shoah: "Mai più" La comunità dei braccianti ricorda la Shoah: "Mai più" Il testo del messaggio diffuso dalla presidenza generale dell'associazione in occasione della Giornata della Memoria
Un dialogo sulla cultura ebraica con Rete Attiva Corato Un dialogo sulla cultura ebraica con Rete Attiva Corato L'incontro si inserisce nell'ambito delle celebrazioni della Giornata della Memoria
"Ricordare per non rivivere", in memoria delle vittime del nazifascismo "Ricordare per non rivivere", in memoria delle vittime del nazifascismo La Giornata della Memoria in un evento congiunto di Forum degli Autori, Agorà 2.0 e U.N.I.M.R.I.
A Corato una mostra per non dimenticare l’orrore della Shoah A Corato una mostra per non dimenticare l’orrore della Shoah Dal 23 al 27 gennaio sarà allestita nel Chiostro del Palazzo di Città
A Corato una giornata di eventi per ricordare il genocidio di Rom e Sinti A Corato una giornata di eventi per ricordare il genocidio di Rom e Sinti Iniziativa dell'interassociativo Rete Attiva
«Per non dimenticare i crimini nazisti contro un popolo inerme» «Per non dimenticare i crimini nazisti contro un popolo inerme» Il messaggio del commissario prefettizio in occazione della Giornata della Memoria
Per non dimenticare: le opere di Rossana Bucci ricordano la Shoah Per non dimenticare: le opere di Rossana Bucci ricordano la Shoah A Roma, esposizione in occasione della Giornata della Memoria
27 gennaio 2018: Giorno della Memoria 27 gennaio 2018: Giorno della Memoria Il messaggio del primo cittadino
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.