Denaro
Denaro
Economia

Economia legale, sostegno e primalità a imprenditori che denunciano estorsione e usura

Approvata all'unanimità proposta di legge regionale

Premiare le imprese che dicono NO al ricatto estorsivo, innescare un circuito virtuoso legalitario per aiutare gli operatori economici a fare emergere pressioni criminali a danno delle proprie attività, assegnazione di appalti o servizi "sotto soglia" agli imprenditori che denunciano estorsori ed usurai: è l'obiettivo dello schema di proposta di legge alle Camere approvato all'unanimità dalla quinta commissione (ambiente) del Consiglio regionale della Puglia, presieduta da Paolo Campo.

«Denunciare gli atti di criminalità o gli abusi ai quali spesso i cittadini sono costretti a sottostare, penso ai tanti agricoltori e piccoli imprenditori, è il primo passo per recuperare quel rapporto di fiducia che deve legare cittadini e istituzioni. Per questo abbiamo sottoscritto il Disegno di Legge proposto dal Governo regionale, che speriamo possa avere la giusta attenzione anche in Parlamento». È il commento del consigliere Francesco Paolicelli, presidente IV commissione consiliare – delega Commercio, Artigianato, Turismo e Industria Alberghiera.

«Proprio ieri durante il Comitato per l'ordine e la sicurezza abbiamo fatto il punto sulle azioni da mettere in campo per difendere il patrimonio agricolo spesso oggetto di vere e proprie aggressioni da parte della criminalità. Periodicamente i nostri agricoltori subiscono furti nelle proprie campagne, perdendo settimane, a volte mesi, di intenso lavoro. Purtroppo è emerso che talvolta prevale la paura e i cittadini non denunciano per timore di ritorsioni. Per questo sentiamo di ribadire a gran voce che è tempo di incentivare anche economicamente tutti alla denuncia di queste azioni criminali».

La proposta approvata prevede che chi con coraggio sceglie di denunciare sia successivamente iscritto in elenchi presenti in ogni Prefettura con l'obiettivo di assegnare loro la specifica primalità. Saranno infatti istituiti presso le Prefetture elenchi di imprese che si siano opposte alla criminalità organizzata ed abbiano denunciato i tentativi di infiltrazione mafiosa nell'esercizio d'azienda.

Gli imprenditori che si rivolgono alla giustizia e alle Forze dell'Ordine ed hanno il coraggio di sfidare la malavita avranno diritto ad una corsia preferenziale negli appalti sotto soglia. L'iscrizione nella lista avrà validità triennale, sarà tenuta dai prefetti e costituirà evidentemente il requisito necessario per accedere alle premialità.

«Sostenere l'economia legale non con le parole ma nei fatti – conclude Paolicelli – è la strada che stiamo percorrendo e che vede impegnate tutte le forze politiche. Servono leggi che tutelino gli imprenditori e mettano fuori gioco ogni forma di inquinamento della società civile».

La proposta passerà all'Aula per l'approvazione da parte del Consiglio regionale e la trasmissione a Montecitorio e Palazzo Madama, ai sensi dell'articolo 121 della Costituzione.

La Puglia si avvia così ad essere la prima Regione ad adottare un intervento legislativo di grande civiltà giuridica e di straordinario significato nella lotta alle mafie e alle intimidazioni della criminalità organizzata. L'iniziativa è condivisa dall'Assemblea nazionale dei Parlamenti regionali.
  • Economia
Altri contenuti a tema
Crisi del commercio, la voce dei lavoratori arriva al Prefetto e al presidente Anci Crisi del commercio, la voce dei lavoratori arriva al Prefetto e al presidente Anci Il sindaco ha inviato una lettera con le richieste degli operatori
Imprese in ginocchio, le partite iva chiedono incontro con il sindaco Imprese in ginocchio, le partite iva chiedono incontro con il sindaco De Benedittis risponde: "Vicino a voi. Incontriamoci"
Crisi del settore wedding: «Crollo del fatturato pari al 90%» Crisi del settore wedding: «Crollo del fatturato pari al 90%» Domani si riunisce la commissione sviluppo economico della Regione. Obiettivo: trovare strategie per la ripartenza
Fondo ristorazione, una opportunità per il mondo della ristorazione e dell'agricoltura Fondo ristorazione, una opportunità per il mondo della ristorazione e dell'agricoltura Le informazioni utili per accedere alla domanda
Cessione del quinto: più difficoltà per i dipendenti delle piccole imprese, ma le richieste aumentano Cessione del quinto: più difficoltà per i dipendenti delle piccole imprese, ma le richieste aumentano Come funziona la cessione del quinto per i dipendenti privati
Fiscalità dei neo-residenti in Italia Fiscalità dei neo-residenti in Italia A cura dell'avvocato Giuseppe Prascina
Le Holding di famiglia Le Holding di famiglia A cura dell'avvocato Giuseppe Prascina
Bar, ristoranti, parrucchieri ed estetisti riaprono dal 18 maggio. C'è l'accordo Governo-Regioni Bar, ristoranti, parrucchieri ed estetisti riaprono dal 18 maggio. C'è l'accordo Governo-Regioni Tra giovedì e venerdì arriveranno le linee guida per consentire alle Regioni di riaprire
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.