Tratturi
Tratturi
Territorio

Alla riscoperta dei Tratturi, un documento per valorizzare il Demanio armentizio

L'accordo fra Regione Puglia, UniFg e PoliBa

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Un Documento che diventi schema generale di riferimento dei Comuni interessati dal Demanio armentizio per orientare la valorizzazione dei tratturi e lo sviluppo del territorio. È il compito che, coordinati dalla Regione Puglia, sono chiamati a completare, entro i prossimi 18 mesi, l'Università degli Studi di Foggia e il Politecnico di Bari.

«I Tratturi, assieme alle le attività e ai beni legati all'antica pratica della transumanza, sono in grado di generare sviluppo economico legato al turismo, alla cultura, alla qualità del territorio e anche di riproporsi come rete di collegamento tra aree rurali e non solo», ha detto l'assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione unitaria, Raffaele Piemontese, commentando gli accordi formalizzati e che danno seguito alle Linee Guida per la formazione del Documento Regionale di Valorizzazione del demanio armentizio, approvate dalla Giunta regionale a dicembre scorso.

Il territorio di Corato è interessato da quattro tronchi armentizi e cioè il tratturo Barletta - Grumo, il tratturo Via Traiana, il tratturello Corato - Fontanadogna ed il tratturello Canosa - Ruvo.

Gli accordi, sottoscritti dalla dirigente della Sezione Demanio e Patrimonio della Regione Puglia Costanza Moreo, dal rettore dell'Università di Foggia Pierpaolo Limone e dal direttore del Dipartimento di ingegneria civile, ambientale, del territorio, edile e di Chimica del Politecnico di Bari Umberto Fratino, sono finalizzati ad approfondire lo studio degli strumenti esistenti e delle componenti storico-archeologiche, etno-antropologiche e agronomiche, oltre che paesaggistico-territoriali, del sistema tratturale, al fine di individuare indirizzi e criteri concreti e esemplificativi per la formazione dei Piani Locali di Valorizzazione che garantiscano, in particolare, la continuità dei percorsi tratturali, la riconoscibilità dei tracciati e la fruibilità sostenibile da parte di abitanti e viaggiatori.

UniFg ha designato come responsabile scientifico il professor Saverio Russo, docente del Dipartimento di Studi Umanistici, Lettere, Beni Culturali e Scienze della Formazione. Poliba ha designato la professoressa Angela Barbanente, ordinaria del DICATECh. Completa il gruppo di lavoro l'architetto Stefano Biscotti, attuale dirigente del settore Mobilità e Trasporti della Provincia di Foggia, per l'esperienza maturata in tema di recupero e valorizzazione dei tratturi.
  • Tratturi
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.