Pneumatici Murgia
Pneumatici Murgia
Ambiente

Arif, volontari ed Esercito liberano il Parco dell'Alta Murgia dagli pneumatici abbandonati

Rimosse oltre 40 tonnellate di gomme: saranno smaltite nell'azienda Corgom

Al via oggi la seconda fase dell'iniziativa Alta Murgia Pulita per liberare diverse aree del Parco dai pneumatici fuori uso abbandonati, grazie a un lavoro di squadra che ha coinvolto l'Arif Puglia nell'attività di ricerca e accumulo e l'11° Reggimento Genio Guastatori della Brigata "Pinerolo" nella rimozione e smaltimento presso l'impianto di trattamento e riciclaggio "Corgom" di Corato. Alla prima fase di Alta Murgia Pulita, che a ottobre scorso ha mobilitato centinaia di cittadini con lo slogan Raccogli rifiuti. Semina civiltà, segue un recupero straordinario di PFU per il ripristino dei luoghi particolarmente oggetto di abbandono.

«L'operazione realizzata oggi ha un doppio risvolto – dichiara Francesco Tarantini, presidente PNAM – da un lato abbiamo rimosso un rifiuto tra i più presenti nel Parco e che costituiva combustibile per gli incendi nei boschi, dall'altro, lo stesso rifiuto lo abbiamo trasformato in risorsa, favorendo il modello virtuoso dell'economia circolare. L'abbandono di pneumatici in natura è tra i fattori più gravi di inquinamento ambientale, con danni estetici e alla biodiversità del territorio. Ringrazio l'Esercito, l'Arif e Corgom per l'importante attività di ripristino della bellezza, che proseguirà a breve con la rimozione di carcasse di auto dalla Grava di Faraualla».

L'intervento dell'Esercito, inserito nell'ambito di un'esercitazione, ha permesso di recuperare circa 40mila kg di pneumatici trasportati su otto camion. I PFU raccolti sono stati smaltiti nell'impianto "Corgom" la cui filosofia sposa i principi virtuosi dell'economia circolare, ottenendo materie prime seconde da utilizzare per produrre materiali nuovi. La gomma riciclata ricavata dai PFU può essere reimpiegata per costruire campi da calcio, asfalti modificati e aree gioco per bambini.

Alta Murgia Pulita proseguirà nelle prossime settimane con una terza importante azione a tutela del patrimonio geologico del Parco. In sinergia con il Soccorso Alpino e Speleologico pugliese, Federazione Speleologica Pugliese e con il Centro Altamurano Ricerche Speleologiche verranno rimosse numerose carcasse di auto dalla Grava di Faraualla, tra gli inghiottitoi più importanti del sud Italia con una profondità di 260 metri.

Interviste a: Francesco Tarantini - Presidente Parco Nazionale dell'Alta Murgia e Vito Scaringella
10 fotoArif, volontari ed Esercito liberano il Parco dell'Alta Murgia dagli pneumatici abbandonati
f a f e f c c f cb d a d e e ea b cac b b e d a d ee dcfbe aae e a e fa ac ead ac d fbbd f fcc e e fc bbe fe f b c fafd d e cfWhatsApp Image atWhatsApp Image atWhatsApp Image at
  • Parco Nazionale dell'Alta Murgia
Altri contenuti a tema
Sedici sacconi di rifiuti scaricati sulla Mediana delle Murge: erano di un agriturismo Sedici sacconi di rifiuti scaricati sulla Mediana delle Murge: erano di un agriturismo Denunciato il gestore dell'attività dai carabinieri forestali
Deposito rifiuti radioattivi sulla Murgia, dal Parco ulteriori osservazioni per il "no" Deposito rifiuti radioattivi sulla Murgia, dal Parco ulteriori osservazioni per il "no" La candidatura ufficiale a Geoparco UNESCO e l’approvazione della perimetrazione delle Aree Contigue un forte freno allo smaltimento nucleare
Paesaggi umani: il nuovo calendario del Parco celebra l’uomo e il suo legame alla terra Paesaggi umani: il nuovo calendario del Parco celebra l’uomo e il suo legame alla terra Nel 2022: turismo sostenibile, conservazione della biodiversità e promozione del patrimonio geologico per entrare nella rete dei Geoparchi UNESCO
Il Parco dell'Alta Murgia ufficialmente candidato a Geoparco Mondiale Unesco Il Parco dell'Alta Murgia ufficialmente candidato a Geoparco Mondiale Unesco Candidatura sostenuta da Giunta regionale e dai 13 Comuni con la firma della "Carta dell’Alta Murgia"
Carta Europea del Turismo Sostenibile, la fase 2 presentata a Corato Carta Europea del Turismo Sostenibile, la fase 2 presentata a Corato Il 29 e 30 novembre a Masseria Cimadomo, fra le masserie del Parco del marchio legato alla sostenibilità
Il Parco dell'Alta Murgia presenta “Il vademecum dell’escursionista” Il Parco dell'Alta Murgia presenta “Il vademecum dell’escursionista” Quindici regole per affrontare al sicuro la natura del Parco
Maraschio: «No al deposito di scorie nucleari sull'Alta Murgia» Maraschio: «No al deposito di scorie nucleari sull'Alta Murgia» La netta posizione dell'assessore regionale all'ambiente
Lotta agli incendi boschivi, il Parco dell'Alta Murgia ha finalmente il suo piano di prevenzione Lotta agli incendi boschivi, il Parco dell'Alta Murgia ha finalmente il suo piano di prevenzione Ridotto drasticamente nell'ultimo anno il numero degli ettari bruciati
© 2016-2022 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.