Elettrodotto
Elettrodotto
Ambiente

Elettrodotto, Legambiente: "Opera utile e necessaria"

La posizione dell'associazione ambientalista rispetto alla controversa tematica

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
La situazione dell'elettrodotto da anni coinvolge un intero quartiere che impatta nel contesto urbano creando una serie di situazioni di disagio per un'intera comunità. In questi anni, si sono spesi fiumi di inchiostro: incontri, comunicati, dibattiti, aperti a cittadini e comitati per valutare una soluzione che possa conciliare la salute dei cittadini e l'utilizzo di una linea elettrica essenziale per il sistema.

Tuttavia, al di là di carte, mappe e cartine varie il territorio della nostra città risulta fortemente antropizzato con manufatti di varie dimensioni, pertanto, risulta estremamente difficoltoso individuare un percorso di un nuovo tracciato assolutamente privo di insediamenti, considerando che la nuova tecnologia dell'elettrodotto non è inquinante, ma, per alcuni, potrebbe risultare impattante da un punto di vista visivo e paesaggistico. Pur non essendo la migliore delle soluzioni in atto, è un percorso che si può perfezionare, implementare, ma il timore di Legambiente è quello di assistere ad ulteriori ritardi nella realizzazione dell'opera, usando un eufemismo sportivo, facendo melina e semmai prendendo il pallone o calciando lo stesso pallone in tribuna, dando la responsabilità a arbitri, avversari e/ o spettatori. Secondo noi, la prima priorità è quella della rimozione dell'elettrodotto dall'area della 167 di Via Masserenti.

La nuova tecnologia dell'elettrodotto minimizza le fonti di inquinamento, ma potrebbe essere eventualmente impattante da un punto di vista paesaggistico, tuttavia, siamo disponibili a presumibili soluzioni alternative migliorative, ma pratiche ed operative senza fare voli pindarici sui massimi sistemi. Tuttavia, ci preoccupiamo dei diritti dei nostri cittadini, come realtà collettiva e non come mera esigenza individualistica, purché l'opera venga eseguita in tempi rapidissimi. Sappiamo che l'elettrodotto è una dorsale principale e sembra che dovrebbe essere potenziato per esigenze di servizio non può stare lì dov'è: è completamente inurbato e genera diversi problemi.

Quest'opera è più voluta da Terna che dall'amministrazione. Dalla dichiarazione del sindaco Massimo Mazzillli divulgata dagli organi di informazione, si comprenderebbe che Terna ha richiesto la rettifica del percorso e i vari adeguamenti dei lavori. A Corato non esistono zone cuscinetto, se non sulla carta, pertanto, si faccia chiarezza sulla realizzazione di un'opera che tuteli i diritti alla salute dei cittadini, e dell'intera comunità, nei tempi e nei modi, senza fare meline e strumentalizzazioni, visto che il prossimo anno, in qualsiasi caso, si andrà a votare per le amministrative e le europee...

Se ci saranno veramente dei benefit economici che sarebbero dati da Terna alla nostra municipalità per la realizzazione dell'opera, auspichiamo che ci sia una forma di compensazione con la comunità del quartiere realizzando un'opera pubblica a beneficio della zona.
Legambiente, su questo aspetto, ha mantenuto un approccio scientifico senza dogmatismi, sbalzi umorali, con la schiena diritta, tenendo i piedi per terra e senza farci tirare per la giacchetta
  • Legambiente
  • Elettrodotto
Altri contenuti a tema
Legambiente esamina i depuratori: quello di Corato è sottodimensionato Legambiente esamina i depuratori: quello di Corato è sottodimensionato Presentati questa mattina i dati di Goletta Verde 2020
Legambiente promuove "PuliAmo Corato", prima tappa Piazza Almirante Legambiente promuove "PuliAmo Corato", prima tappa Piazza Almirante Campagna di sensibilizzazione per il decoro e la pulizia della città
Piazza di Vagno, Legambiente: «La trasformazione ha tradito il suo passato» Piazza di Vagno, Legambiente: «La trasformazione ha tradito il suo passato» Legambiente da anni ha sollecitato gli scavi e lo studio dei ritrovamenti
Legambiente Corato contro l'abbandono dei rifiuti Legambiente Corato contro l'abbandono dei rifiuti L'associazione ambientalista lancia la campagna green
Alta Murgia, ulivi e via Traiana fra gli 8 itinerari suggestivi di Puglia Alta Murgia, ulivi e via Traiana fra gli 8 itinerari suggestivi di Puglia Da Legambiente e Touring Club Italiano la guida online con proposte per il turismo di prossimità
L'appello di Legambiente: "Liberate padre Gigi Maccalli" L'appello di Legambiente: "Liberate padre Gigi Maccalli" Il presbitero cremasco è stato sequestrato nel settembre del 2018
Legambiente compie 40 anni, a Corato da oltre un trentennio Legambiente compie 40 anni, a Corato da oltre un trentennio I vari traguardi dell'associazione ambientalista presente da più tempo sul territorio cittadino
5G, Legambiente fa chiarezza. «Si applichi il principio di cautela nella tutela della salute» 5G, Legambiente fa chiarezza. «Si applichi il principio di cautela nella tutela della salute» Le precisazioni del circolo Angelo Vassallo in merito alla nota ARPA Puglia
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.