Daniel Craig
Daniel Craig
Speciale

No Time To Die: l'ultimo 007 di Daniel Craig

Storia di un fenomeno cinematografico unico

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Uscirà il prossimo novembre l'ultimo James Bond di Daniel Craig, No Time To Die. L'attesa per la pellicola si accompagna alla curiosità attorno ad alcune voci intorno al destino dell'agente segreto più famoso della storia del cinema.

Il film dovrebbe essere proiettato nelle sale degli Stati Uniti il prossimo 20 novembre, mentre in Inghilterra dovrebbe arrivare qualche giorno prima, il 12. Sebbene la casa di produzione non abbia indicato la data per l'Italia, è probabile che arrivi nello stesso arco di giorni previsto per gli altri paesi, appuntamento da segnare in agenda per tutti gli appassionati della saga.

La trama del nuovo James Bond, almeno stando a quanto trapelato, segue un canovaccio abbastanza classico: l'agente 007 si è ritirato dal MI6 e vive serenamente in Giamaica quando un vecchio amico della CIA, Felix Leiter, lo raggiunge per chiedergli l'ultima missione, liberare uno scienziato rapito. La situazione, non così complicata per uno come James Bond, si aggrava quando l'agente si trova alle calcagna di Safin, un uomo senza scrupoli in possesso di un'arma di distruzione di massa.

Il cast del film è di tutto rispetto: oltre a Daniel Craig, saranno presenti, tra gli altri, Rami Malek (che interpreterà Safin), Ana de Armas, Ralph Fiennes, Ben Whishaw, Rory Kinnear e Jeffrey Wright.

La novità più grande del film sarà vedere James Bond in una veste inedita: quella di padre di Mathilde. È questa la voce più insistente degli ultimi giorni, quella più sorprendente perché tutto ci sarebbe aspettato dalla figura dell'agente 007, ma non diventare un buon padre di famiglia.

"Farlo diventare padre apre un mondo completamente nuovo in termini di sviluppo di drammaturgia e storia" hanno sussurrato fonti vicine alla produzione. La faccenda dovrebbe coinvolgere l'amante di James Bond, Madeleine Swann (interpretata da Léa Seydoux) e l'agente segreto Nomi, che avrà la faccia di Lashama Lynch.

La conferma della paternità di Bond è arrivata anche dal quotidiano Mail on Sunday: "Bond sarà padre, una cosa del tutto inaspettata per i fan. Renderlo un padre apre a una realtà totalmente nuova, il fatto che Bond scoprirà di essere un padre è un elemento importante per la trama".

James Bond, infatti, sembrerà aver raggiunto la pace grazie alla sua nuova vita da papà, ma se il mondo chiama, l'agente 007 deve rispondere.

Il futuro del franchise potrebbe poi evolvere in uno spin-off con protagonista "l'erede" di James Bond, che seguirebbe le orme del padre cominciando la carriera come spia. La sceneggiatura di questo spin-off potrebbe essere nelle mani dell'autrice Phoebe Waller-Bridge, che ha sceneggiato lo stesso No Time To Die insieme al regista Cary Fukunaga e a Scott Z-Burns, Neal Purvis e Robert Wade. Tutto però è ancora in divenire.

Agente 007: storia di un fenomeno cinematografico unico


Nato dalla penna di Ian Fleming, agente segreto al servizio della Marina britannica, poi giornalista e scrittore, James Bond, protagonista di romanzi e film amatissimi, è una delle figure iconiche del cinema, presente sugli schermi da ormai quasi sessant'anni e mai tramontata.

No Time To Die sarà infatti il 25esimo capitolo della saga, che ha visto tra gli interpreti dell'agente segreto 007 attori tra i più amati e apprezzati del panorama cinematografico.

Fra gli agenti del passato troviamo Sean Connery, che interpretò Bond in tanti film di successo come Dalla Russia con amore, Mission Goldfinger e Una cascata di diamanti, quest'ultimo, come tanti altri film, ambientato nel luccicante mondo dei casinò.
All'attore scozzese si sono succeduti tanti interpreti, tra cui Roger Moore, da più parti considerato come il miglior Bond, protagonista di film leggendari come La Spia che mi amava e Vivi e lascia morire, Timothy Dalton e Pierce Brosnan, fino ad arrivare a Daniel Craig, che con No Time To Die darà l'addio al franchise.

Famose quanto Bond stesso sono le affascinanti Bond girls, che hanno accompagnato le avventure dell'agente 007 in tutti gli episodi, tanto da diventare "marchio di fabbrica" della saga, e il capo di Bond, indicato con una lettera, M.

No Time To Die è uno dei film più attesi dell'anno e, quasi matematicamente, sarà un successo al botteghino. Non ci resta che pazientare ancora qualche mese.
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.