Disastro di Viareggio
Disastro di Viareggio
Cronaca

Sentenza Viareggio, da Corato l'indignazione: "La prescrizione è uno scandalo"

Le parole di Anna Aloysi e Vincenzo Tedone

Mentre le famiglie delle vittime del disastro ferroviario del 12 luglio 2016 attendono il prosieguo del processo, arriva la sentenza della Corte di Cassazione sulla strage di Viareggio che cade come un fendente su tutte le famiglie in attesa di un verdetto sulle responsabilità della morte dei propri cari.

La Cassazione ha infatti dichiarato prescritti gli omicidi colposi per la strage di Viareggio a seguito dell'esclusione dell'aggravante della violazione delle norme sulla sicurezza nel lavoro. Tutto viene rinviato ora alla corte d'Appello di Firenze per la riapertura dell'appello bis.

Sulla tratta Corato-Andria della Ferrovia del nord barese, il 12 luglio 2016 rimasero ferite 51 persone e persero la vita 23 passeggeri. Nel disastro ferroviario di Viareggio del 29 giugno 2009 invece persero la vita 32 persone. Dall'8 gennaio, la sentenza di Cassazione ha destinato alla disperazione le famiglie delle vittime a cui viene privato un responsabile per la morte dei loro dispersi.

Un dispositivo complesso, quello emesso dalla Cassazione che ha colpito in modo profondo l'impianto delle accuse e delle responsabilità, confermando la responsabilità per il reato di disastro ferroviario colposo per numerosi imputati e annullando la sentenza per altri, escludendo la condanna di Rfi per la strage di Viareggio. Riconosciuto il risarcimento in favore di molte parti civili legittimate, è stato escluso invece per tutte le 22 associazioni che si erano costituite come parti civile nel processo.

La pronuncia di prescrizione comporta la necessità di una nuova valutazione della pena da irrogare ai ricorrenti, che sarà decisa dal giudice di appello.

Un duro colpo per i familiari che speravano nella giustizia. «Oggi si scrive una parola triste perchè nuovamente la parola prescrizione torna in un processo così importante per il Paese» - ha commentato Marco Piagentini, dell'associazione Il Mondo che vorrei onlus, che riunisce familiari delle vittime della strage di Viareggio del 29 giugno 2009.

Una sentenza che lascia certamente il segno anche nelle tante famiglie pugliesi che hanno vissuto il dramma della perdita dei propri famigliari nel disastro ferroviario del 12 luglio 2016. Sgomento misto a rabbia e delusione per chi attende con fiduciosa pazienza gli esiti di un percorso giudiziario tortuoso e colmo di ostacoli, dai cambiamenti nel collegio dei giudici al rinvio a causa della pandemia da coronavirus in corso. «Dopo undici anni e mezzo la sentenza finale della Corte di Cassazione è scandalosa. Chissà quale sorte spetterà a noi famigliari» - il commento che emerge dall'Associazione Anna Aloysi, che raccoglie alcuni dei famigliari delle vittime del disastro ferroviario del 12 luglio 2016.

La sentenza incute anche il timore di un precedente che potrebbe risultare a discapito del processo sull'incidente avvenuto sulla tratta Corato-Andria. «Sono indignato, non è giusto che queste famiglie non sappiano se c'è un colpevole per la morte dei loro famigliari e chi è. La giustizia avrebbe dovuto consentire di capire le colpe e non è giusto che cada la prescrizione su una vicenda giudiziaria drammatica» - le parole di Vincenzo Tedone, padre del giovane coratino Francesco Ludovico Tedone scomparso nel tragico incidente del 2016.
  • Processo disastro ferroviario
Altri contenuti a tema
Processo strage dei treni, il Covid ferma le udienze: si torna in aula ad aprile Processo strage dei treni, il Covid ferma le udienze: si torna in aula ad aprile Aula ritenuta inadeguata dai difensori degli imputati
Processo disastro ferroviario, cambia presidente del collegio ma non si ricomincia da zero Processo disastro ferroviario, cambia presidente del collegio ma non si ricomincia da zero L'istruttoria è utilizzabile
Processo strage treni senza pace, cambia il presidente del collegio dei giudici e slitta l'udienza Processo strage treni senza pace, cambia il presidente del collegio dei giudici e slitta l'udienza Appello alle parti del giudice De Luce di evitare di ricominciare tutto da zero
Processo disastro ferroviario, controesame dei consulenti tecnici della Procura Processo disastro ferroviario, controesame dei consulenti tecnici della Procura Intervengono i difensori di alcuni dei 18 imputati. Prossima udienza il 9 settembre
Processo disastro ferroviario, controesame dei periti della Procura da parte della difesa Processo disastro ferroviario, controesame dei periti della Procura da parte della difesa Il collegio giudiziario ha stabilito l'esclusione di 9 degli 11 allegati della perizia
Disastro ferroviario, consulenti Procura: «Pasticcio dei convogli 'bis' avvenuto 146 volte prima del 12 luglio» Disastro ferroviario, consulenti Procura: «Pasticcio dei convogli 'bis' avvenuto 146 volte prima del 12 luglio» Ieri mattina la deposizione di due tecnici del Pubblico Ministero, esperti di incidentistica ferroviaria
Processo sulla strage dei treni, oggi la ripresa delle udienze Processo sulla strage dei treni, oggi la ripresa delle udienze Ascoltato il sostituto commissario John Battista
Processo su disastro ferroviario, dal 17 giugno si torna in aula Processo su disastro ferroviario, dal 17 giugno si torna in aula Le prossime udienze ad Andria, presso l'oratorio S. Annibale Maria di Francia
© 2016-2021 CoratoViva � un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.