treno
treno
Territorio

Trasporti, Ferrotramviaria: «Circolazione dei treni Corato - Ruvo sarà attivata nei primi mesi del 2018»

La risposta dell'Ing. Massimo Nitti alle sollecitazioni del sen. Perrone

Non è tardata ad arrivare la risposta del direttore generale della Ferrotramviaria, ing. Nitti, alla missiva inviata dal Sen. Luigi Perrone in merito ai forti disagi riscontrati dagli utenti del servizio ferroviario.

Come più volte riportato anche sulle nostre pagine, sono tante le proteste e le lamentele che quotidianamente i pendolari esternano. Molti di essi hanno optato per soluzioni alternative, alimentando il cosiddetto car pooling, organizzazione del viaggio in macchina mediante social network con la distribuzione dei costi di carburante tra i passeggeri.

La missiva inviata dal Sen. Perrone è tuttavia servita ad ottenere importanti informazioni sui tempi di ripristino della circolazione ferroviaria con conseguente alleggerimento dei disagi.

«I pesanti disagi subiti dall'utenza, dovuti, come a lei noto, ai maggiori tempi di percorrenza delle autocorse sostitutive rispetto al servizio ferroviario sulla relazione Ruvo – Andria (tratta sulla quale attualmente non circolano treni) e all'adozione del limite di velocità a 50 km/h sulla intera rete ferroviaria (nell'ambito delle "misure minime" di sicurezza disposte dall'ANSF in applicazione del D.M. 5 agosto 2016), hanno reso necessario variare il programma di esercizio nella totale interezza, allargando la maglia dei treni effettuati e adeguando il servizio automobilistico ad una realistica possibilità di rispettare le coincidenze ferro – gomma, previste a Ruvo ed Andria. Si tratta di una soluzione tecnica che elimina parzialmente i disagi e che può garantire ai viaggiatori una maggiore puntualità dei terni e una discreta regolarità del servizio su gomma tra Ruvo – Corato – Andria. Considerate le attuali ridotte capacità di trasporto dell'infrastruttura e le mutate condizioni di viaggio, come su descritte, probabilmente è quanto di meglio si sarebbe potuto fare» scrive Nitti.

«Tengo a precisarle che l'orario in vigore riveste carattere temporaneo, destinato ad essere rimodulato ad ogni evenienza evolutiva in relazione ai rapporti con l'ANSF. Una prima revisione del servizio, infatti, potremo attuarla allorché si renda possibile riprendere la circolazione dei treni fra Ruvo e Corato. I lavori di raddoppio della tratta Ruvo – Corato sono infatti terminati, mentre restano da completare sulla medesima tratta i lavori relativi al segnalamento e sicurezza, previo parere di autorizzazione da parte dell'ANSF. La documentazione tecnica relativa ai lavori ultimati (infrastruttura ed energia), nonché l'autorizzazione allo sviluppo del sottosistema CCS (Comando Controllo e Segnalamento) sono state trasmesse all'ANSF per il relativo parere» comunica il direttore generale.

Nella lettera, inoltre, si comunicano i tempi per l'espletamento della procedura che potrà portare all'alleggerimento dei disagi.

«L'ANSF dovrebbe esprimersi in merito entro dicembre del corrente anno e, in caso di parere favorevole, si potrebbe pensare di riattivare entri i primi mesi del 2018 la circolazione dei treni fra Ruvo e Corato non a pieno regime, ma con le limitazioni che sarebbero necessarie nelle more della realizzazione degli impianti di segnalamento e sicurezza. Inoltre, la ragguaglio sul fatto che l'Agenzia ha già dato l'Ammissione Tecnica per l'attivazione degli impianti SCMT fra Bari e Bitonto (e, pertanto, su tale tratta abbiamo potuto ripristinare la normale velocità di linea) e dovrebbe concedere il parere favorevole all'estensione dell'Ammissione Tecnica del sistema anche sulla tratta Bitonto – Ruvo, presumibilmente entro il primo trimestre 2018. Ricevuta quest'ultima autorizzazione, sarà possibile riprendere la circolazione anche fra Bitonto e Ruvo senza limitazione di velocità a 50 km/h​».

E, in conclusione, un impegno: «È di tutta evidenza che, laddove nello svolgimento dell'attuale servizio dovessero emergere situazioni particolarmente critiche, si porranno in atto interventi mirati per mitigarne o eliminarne gli effetti, anche con l'istituzione di corse automobilistiche dirette di rinforzo. Intanto le assicuro il massimo impegno della Società affinché come sempre le attività di propria competenza siano tese a ristabilire quanto prima la regolarità del servizio»
  • Ferrotramviaria
Altri contenuti a tema
Sciopero nazionale dei trasporti, possibili adesioni dei dipendenti Ferrotraviaria Sciopero nazionale dei trasporti, possibili adesioni dei dipendenti Ferrotraviaria Braccia incrociate per 4 ore dalle 20 alle 24
Disastro Ferroviario, Longo: «È ora che il Comune di Corato alzi la testa» Disastro Ferroviario, Longo: «È ora che il Comune di Corato alzi la testa» Il pensiero del consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle
Ferrotramviaria, pulizia treni: la Filcams Bat chiede urgente incontro all’azienda Ferrotramviaria, pulizia treni: la Filcams Bat chiede urgente incontro all’azienda Spera: “Di fronte al taglio delle ore di lavoro per alcuni dipendenti, il silenzio della Ferrotramviaria”
Disagi Ferrotramviaria, Giannini: «I lavori porteranno a un miglioramento dei servizi» Disagi Ferrotramviaria, Giannini: «I lavori porteranno a un miglioramento dei servizi» «Non possiamo tollerare gli atti di inciviltà registrati ai passaggi a livello»
Processo disastro ferroviario: ammessa la costituzione di parte civile nei confronti della Società Ferrotramviaria S.P.A. Processo disastro ferroviario: ammessa la costituzione di parte civile nei confronti della Società Ferrotramviaria S.P.A. Si tratta di una innovativa decisione del Tribunale di Trani che farà certamente discutere
Manutenzioni Ferrotramviaria: sabato treni sospesi sulla Bitonto-Ruvo Manutenzioni Ferrotramviaria: sabato treni sospesi sulla Bitonto-Ruvo Domenica ferma l'intera rete. L'azienda ha disposto bus sostitutivi
Cosa succede se l'auto resta intrappolata al passaggio a livello? Cosa succede se l'auto resta intrappolata al passaggio a livello? Ferrotramviaria: "Non è una bravata, si viene denunciati per interruzione di pubblico servizio
Ferrotramviaria ottiene il rinnovo del certificato di sicurezza Ferrotramviaria ottiene il rinnovo del certificato di sicurezza «Completato il percorso autorizzativo»
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.