Cimitero - Messa
Cimitero - Messa

«Grazie, don Giuseppe... ci hai fatto innamorare del Signore»

Le parole dei fedeli della cappella del cimitero

La cappellania del cimitero "Regina di Tutti i Santi" è la chiesa in cui spesso si dà l'ultimo saluto ai defunti prima della loro sepoltura. La chiesa del cimitero, però, da un po' di tempo non è soltanto il luogo del dolore, ma anche il luogo in cui si prega e si conduce la vita cristiana anche se non si è vissuta la recente esperienza del lutto. La Chiesa del Cimitero, retta da don Giuseppe Tarricone, è divenuta punto di riferimento di tanti fedeli che si accostano ai sacramenti proprio in quella struttura, che seguono di seguire la celebrazione della Messa domenicale, che vivono l'esperienza di fede nella sua completezza.

Alcuni di loro hanno voluto esprimere pubblicamente parole di gratitudine al cappellano, ringraziandolo per essere guida della loro esperienza cristiana.

Una parola di gratitudine a don Giuseppe Tarricone

II bene che offri alla cappella cimiteriale di Corato nel tuo esercizio ordinario del ministero è veramente degno di gratitudine. La tua consolazione non dipende dai risultati pastorali, ma attinge alla presenza amica dello Spirito Paraclito e alla partecipazione al calice del Signore, del cui amore ci hai fatto innamorare con le tue omelie domenicali.
La vocazione alla santità ti spinga, anzi, ci spinga a non rassegnarci alle fragilità e al peccato. Essa è un appello accorato di Gesù e un imperativo per tutti: venite a me!... rimanete in me!... seguitemi!
È la strada, caro don Giuseppe, che ci indichi nelle tue prediche asciutte, sintetiche ma essenziali, senza alcun orpello, attinte dalla scuola del Vangelo, dei Padri della Chiesa e dal Catechismo della Chiesa. E, noi fedeli della domenica, accogliamo la tua parola di speranza e verità, desiderosi di lasciarci educare da Gesù.
Davanti a noi sta una promessa: "Ecco sto alla porta e busso. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me"(Apoc. 3, 20).
La chiamata che ti ha afferrato ti aiuterà a superare qualunque tribolazione, corrispondendo con rinnovato slancio al mandato che ti è stato dato.
Infine, una parola d'incoraggiamento. Quando il Signore ha inviato i discepoli in missione ha detto loro: "lo sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo" (Mt 28, 20).
Gratitudine, conversione, incoraggiamento: questo ti diciamo, don Giuseppe, per essere ancora più uniti nel condividere l'impegno e la gioia di essere insieme ogni domenica.
Ti protegga la Vergine Maria e ti benedica Dio che dona senza misura la consolazione di sperimentarlo vivo nella fede.
I tuoi fedeli della Cappella Cimiteriale

  • Chiesa
  • Cimitero
Altri contenuti a tema
Dopo tre anni torna in scena il Gruppo teatrale "La famiglia" Dopo tre anni torna in scena il Gruppo teatrale "La famiglia" "Il ricavato sarà devoluto in beneficenza alla Parrocchia per le esigenze caritative e pastorali, vi aspettiamo numerosissimi!"
San Sebastiano, il protettore della Polizia Locale celebrato nella chiesa di San Benedetto San Sebastiano, il protettore della Polizia Locale celebrato nella chiesa di San Benedetto Presenti i vigili di Corato, rappresentanze delle forze dell'ordine e associazioni di volontariato
Ruba offerte del presepe della Chiesa Incoronata: il video la inchioda Ruba offerte del presepe della Chiesa Incoronata: il video la inchioda Il parroco Don Peppino Lobascio: «Il fatto ci rattrista, siamo sempre disponibili ad aiutare il prossimo»
Colto da malore nel cimitero, salvato dal massaggio cardiaco Colto da malore nel cimitero, salvato dal massaggio cardiaco Djdjr
Ripristinata la Santa Messa domenicale nella cappella del cimitero Ripristinata la Santa Messa domenicale nella cappella del cimitero Il Comune ha assunto un nuovo dipendente che si occuperà della gestione dell'ufficio cimiteriale
Criticità al cimitero, operai Sanb effettuano una pulizia Criticità al cimitero, operai Sanb effettuano una pulizia Numerose le segnalazioni giunte nei giorni scorsi
Giubileo 2025, scelto il logo di Giacomo Travisani Giubileo 2025, scelto il logo di Giacomo Travisani L'autore, tranese, è residente a Corato. La decisione è stata assunta da Papa Francesco
Cimitero "sottosopra": ci stiamo avvicinando ad una svolta? Cimitero "sottosopra": ci stiamo avvicinando ad una svolta? Aggiornamento sulle condizioni del cimitero e sul proseguimento dei lavori
© 2016-2023 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.