marzo
marzo
Comunicazioni

8 Marzo, De Benedittis: "Riprendiamo il cammino di emancipazione"

Il messaggio del sindaco

Questo appuntamento annuale ha le sue origini nell'impegno che tante donne ebbero, in tutta Europa, nella lotta contro i vecchi regimi autocratici del tardo '800, in vista, di una generale emancipazione sociale, che riconoscesse, in modo universale, i fondamentali diritti civili e politici.
Le donne socialiste, comuniste e borghesi lottarono contro ogni subalternità sociale, maschile e femminile.
Il movimento di emancipazione delle donne ha sempre segnato la crescita e la modernizzazione di tutta la società.
Nel nostro Paese, questa giornata fu celebrata, per la prima volta, il 12 marzo 1922, su iniziativa del Partito Comunista d'Italia.
Dopo la lunga parentesi della dittatura e della Seconda guerra mondiale, nacque l'Unione Donne in Italia (UDI) per iniziativa di donne appartenenti al PCI, al PSI, al Partito d'Azione, alla Sinistra Cristiana, alla Democrazia del Lavoro.
Fu l'UDI che indisse, per l'8 Marzo 1945, la celebrazione, nelle zone dell'Italia libera, della Giornata della donna. La mimosa fu adottata come suo simbolo.
Tale data sarebbe, poi, divenuta internazionale, in modo definitivo, per decisione delle Nazioni Unite.
Questa festa è una giornata di lotta, che è, ancora, tutta aperta, mai definitiva, mai conclusa.
La condizione sociale, economica e culturale delle donne è un indicatore del livello di civiltà generale raggiunto da una comunità.
Anche nella nostra città, dobbiamo riprendere un generale cammino di modernizzazione. Troppi sono gli stereotipi di ruolo che ostacolano la libertà di determinarsi, in piena autonomia, così come sono inaccettabili le discriminazioni salariali, per cui una donna, a parità di lavoro, guadagna meno di un uomo. Troppo poche sono, inoltre, le denunce di violenza. Spesso tante donne subiscono in silenzio. Devono, invece, trovare sponda e forza in una comunità civile emancipata e in Istituzioni che tutelano e proteggono.
Il mio appello è alle donne di questa nostra città, in modo particolare alle più giovani: riprendiamo, insieme, questo cammino di emancipazione politica, civile e umana. Ce n'è un grande bisogno.
Buona festa e buona lotta!
Dal Palazzo di Città, 08 Marzo 2021
Il Sindaco
Prof. Corrado Nicola De Benedittis
  • Giornata della donna
Altri contenuti a tema
Otto marzo, celebriamo le donne e la loro energia viva Otto marzo, celebriamo le donne e la loro energia viva Un video realizzato dal network Viva per esaltare le voci e i talenti delle donne del nostro territorio
1 “Viva” le donne, che parlano, agiscono, comunicano “Viva” le donne, che parlano, agiscono, comunicano Le giornaliste del network Viva raccontano il loro lavoro
Giornata internazionale della donna: dalle mimose alle violenze Giornata internazionale della donna: dalle mimose alle violenze Quanto è in salita ancora la strada
L'8 marzo, non solo mimose L'8 marzo, non solo mimose Nella giornata delle donne un messaggio dal Liceo Oriani
8 Marzo, Ruggeri: «Le donne pagano un prezzo troppo alto. Le istituzioni non abbassino la guardia» 8 Marzo, Ruggeri: «Le donne pagano un prezzo troppo alto. Le istituzioni non abbassino la guardia» Le riflessioni dell'assessore regionale alle pari opportunità
Il Comune di Corato festeggia le donne con Marzo Donna Il Comune di Corato festeggia le donne con Marzo Donna Una serie di appuntamenti finalizzati a celebrare la donna
Giornata della Donna, il messaggio del sindaco Massimo Mazzilli Giornata della Donna, il messaggio del sindaco Massimo Mazzilli «Risorsa imprescindibile del nostro futuro»
"Ma quali mimose?", in Comune la riflessione sulla Giornata delle donne "Ma quali mimose?", in Comune la riflessione sulla Giornata delle donne Interverranno Raffaella Leone e Alberto Tarantini
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.