Don Vito Martinelli
Don Vito Martinelli
Vita di Città

Covid, Don Vito Martinelli: "Apro le porte della chiesa per fare vaccini"

La proposta del sacerdote coratino. "Ora le autorità facciano il resto"

La chiesa parrocchiale del Sacro Cuore di Gesù potrebbe diventare centro vaccinale anti-COVID.
Il parroco, don Vito Martinelli, offre gli spazi della chiesa per aiutare la campagna di vaccinazione.
"Questa idea mi frullava nella testa e nel cuore, da diversi giorni.
Ho contatto il vescovo, monsignor Leonardo D'Ascenzo. Gli ho chiesto che cosa ne pensasse. La sua risposta è stata immediata: 'Procedi pure'. Io, fra l'altro ne ero sicuro, con un vescovo, come il nostro, attento ai problemi sociali, come luogo in cui vivere il Vangelo".
A parlare è lo stesso don Vito.
"Prima, il desiderio di uscire, tutti, fuori, dalla pandemia.
Poi, è arrivato il vaccino e ho cominciato a dire dall'altare quanto fosse necessario vaccinarsi, per il bene di tutti.
Infine -continua don Vito- mi sono detto che occorreva fare qualcosa di concreto.
Che cosa fare? - mi son chiesto.
Allora, ho detto: qui, in parrocchia, gli spazi ci sono e sono ben attrezzati e che cosa c'è di meglio da fare se non aprire la chiesa e metterla, gratuitamente, a servizio della campagna vaccinale?
Adesso, tocca alla politica e alle autorità sanitarie decidere.
La disponibilità c'è tutta. Le porte della chiesa sono spalancate per questo servizio gratuito alla collettività".
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Spostamento tra regioni di diverso colore, arriva il pass Spostamento tra regioni di diverso colore, arriva il pass Annunciato dal premier Mario Draghi, ecco di cosa si tratta
Covid, superata quota 1500 nuovi casi in Puglia. Oltre un terzo nel barese Covid, superata quota 1500 nuovi casi in Puglia. Oltre un terzo nel barese Sono 11 i decessi registrati oggi
Ristoranti aperti a pranzo e cena e scuola al 100% in zona gialla. Il piano del Governo Ristoranti aperti a pranzo e cena e scuola al 100% in zona gialla. Il piano del Governo Il premier Mario Draghi: «Si può guardare al futuro con un prudente ottimismo e con fiducia. Anticipiamo al 26 aprile l'introduzione della zona gialla»
Covid, nuovo picco di decessi: 50 in Puglia, quasi la metà nel barese Covid, nuovo picco di decessi: 50 in Puglia, quasi la metà nel barese Invariata l'incidenza del contagio, 1537 i nuovi casi
Covid, la situazione di Corato ancora oltre la soglia critica Covid, la situazione di Corato ancora oltre la soglia critica Diffuso il report settimanale della Asl
Covid, oltre 1800 nuovi positivi. Un contagio su 3 è nel barese Covid, oltre 1800 nuovi positivi. Un contagio su 3 è nel barese Si contano 39 morti
Covid, 1488 nuovi casi in Puglia. Incidenza di contagio all'11% Covid, 1488 nuovi casi in Puglia. Incidenza di contagio all'11% Sono stati registrati anche 39 decessi
Covid, a Corato +120 nuovi positivi in una settimana Covid, a Corato +120 nuovi positivi in una settimana Sale a 381 il numero di persone attualmente contagiate
© 2016-2021 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.