Incontro parco dell'alta Murgia
Incontro parco dell'alta Murgia
Ambiente

Gestione cinghiali, «Necessario intensificare e potenziare controlli e azioni»

Il Parco dell'Alta Murgia fa il punto della situazione

A due settimane dall'entrata in funzione dei sei recinti per la cattura dei cinghiali, il Parco Nazionale dell'Alta Murgia continua a tenere alta l'attenzione su un tema della massima importanza per la sicurezza del territorio e dei suoi abitanti.

Martedì 22 gennaio, nella sede del Parco a Gravina, si è tenuto un tavolo tecnico con tutti gli attori coinvolti nel Piano di gestione del cinghiale: vi hanno partecipato dirigenti e tecnici dell'Ente, il comandante del Raggruppamento Carabinieri Reparto Parco Nazionale dell'Alta Murgia, maggiore Giuliano Palomba, il consigliere della Città Metropolitana di Bari Antonio Stragapede e rappresentanti dell'ARIF e del Dipartimento di Biologia dell'Università degli Studi di Bari.

Dall'incontro è emerso che le azioni poste in essere finora dall'Ente stanno riscontrando risultati positivi, ma è necessario intensificare e potenziare controlli e azioni per venire incontro alle necessità degli agricoltori e porre in sicurezza strade e colture.

Dal potenziamento in numero dei recinti di cattura all'intensificazione degli avvistamenti e dei controlli nelle aree di gestione, ad una maggiore collaborazione con gli agricoltori fino alla sicurezza stradale per la quale il Parco ha fornito all'ANAS i punti in cui inserire i rilevatori degli attraversamenti: queste le soluzioni proposte dal presidente vicario del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, Cesare Troia, che ha ricordato che l'argomento è stato discusso con il Prefetto della BAT, dott. Emilio Dario Sensi, nello scorso ottobre.

L'Ente non è ancora stato ricevuto dal Prefetto di Bari, pertanto il presidente vicario Troia ha chiesto alla Città Metropolitana di Bari di fare una richiesta di incontro congiunta alla dott.ssa Marilisa Magno, volta a potenziare i controlli e le azioni da intraprendere sul territorio.

Il Parco, intanto, continua con la vigilanza sul tema: dal 19 al 22 febbraio 2019, nei boschi del territorio, si terrà, per il decimo anno, il censimento in battuta dei cinghiali. Mentre ad aprile verranno monitorati i siti riproduttivi degli ungulati.
  • Cinghiali
Altri contenuti a tema
Allarme cinghiali, i sindacati protestano a Roma Allarme cinghiali, i sindacati protestano a Roma Domani la manifestazione davanti a Palazzo Montecitorio
Cinghiali, Coldiretti ne chiede l'abbattimento. «Basta alibi» Cinghiali, Coldiretti ne chiede l'abbattimento. «Basta alibi» Il grido di allarme dell'associazione di categoria
Cinghiali, cinque azioni per contenere l'emergenza Cinghiali, cinque azioni per contenere l'emergenza In campo il Parco dell'Alta Murgia, Anci, Federparchi, Ispra e Conferenza Stato Regioni
1 Cercatori di funghi aggrediti da branco di cinghiali: «Siamo vivi per miracolo» Cercatori di funghi aggrediti da branco di cinghiali: «Siamo vivi per miracolo» L'agghiacciante racconto di una terrificante disavventura
L'Ente Parco propone soluzioni per la gestione dei cinghiali e chiede interventi contro le rapine agli ambulanti L'Ente Parco propone soluzioni per la gestione dei cinghiali e chiede interventi contro le rapine agli ambulanti Il vice Presidente Cesare Troia incontra il Prefetto della Bat Sensi in attesa di essere ricevuto da quello di Bari
Cinghiali, il Parco chiede l'incontro ai Prefetti di Bari e BAT Cinghiali, il Parco chiede l'incontro ai Prefetti di Bari e BAT L'Ente chiede sinergia con le istituzioni
Danni da fauna selvatica, il consiglio regionale approva la legge Danni da fauna selvatica, il consiglio regionale approva la legge ​ La dotazione finanziaria prevista per il finanziamento della legge ammonta per il 2018 a 250 mila euro. 
Contenimento dei cinghiali, il Parco dell'Alta Murgia corre ai ripari Contenimento dei cinghiali, il Parco dell'Alta Murgia corre ai ripari Parte l'azione prevista dall'Ente Parco per il contenimento dei cinghiali nell’Area Parco
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.