sangue
sangue
Territorio

Il 12 luglio sarà la Giornata Pugliese del Donatore di Sangue

Sono in programma diversi appuntamenti in tutta la regione che proseguiranno sino a settembre

Da quest'anno, il 12 luglio sarà la Giornata Pugliese del Donatore di Sangue.

Sono in programma diversi appuntamenti in tutta la regione che proseguiranno sino a settembre.

Ad istituire la giornata, così come promesso nel corso della Fiera del Levante 2016, è stato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che, in sintonia con le Associazioni e Federazioni dei donatori di sangue pugliesi, ha voluto ricordare così la tragedia dello scorso anno, quando lo scontro frontale tra due treni, nel tratto ferroviario che collega Andria e Corato, provocò 23 morti tra macchinisti e pendolari e circa 50 feriti.

"I cittadini nei giorni del disastro ferroviario donarono incondizionatamente: con questa iniziativa attiviamo una connessione che mira ad elaborare un lutto irrisarcibile con la diffusione della cultura della donazione". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che ha anche sottolineato il ruolo importante delle associazioni di volontariato connesse alle strutture del servizio sanitario nazionale.

"Abbiamo organizzato una serie di eventi che culmineranno il 12 luglio, data che rimarrà nella memoria di tutti, perché induce a pensare e a ripensare su molte questioni che sono connesse alla cosiddetta "responsabilità" rispetto alle azioni che ciascuno di noi compie nella vita quotidiana e professionale. È evidente che un incidente di quel tipo richiama tutti non solo all'osservanza delle regole formali, ma anche di quelle non scritte che consistono nella responsabilità di ciascuno. Abbiamo pensato che nel concetto di responsabilità rientrasse anche la donazione di sangue. Ognuno di noi, alle volte, fa le cose d'istinto, in modo emotivo, poi però c'è bisogno di dare continuità grazie a un'organizzazione che le associazioni predispongono in collaborazione con la struttura sanitaria regionale".

Ad un anno di distanza, la memoria è ancora viva, non solo per quanto riguarda il grande dolore che ha colpito numerose famiglie pugliesi, ma anche per il ricordo di quella macchina della solidarietà di centinaia e centinaia di volontari, tra Protezione civile e altre forze di polizia, che immediatamente si è messa in moto, tra questi naturalmente le associazioni di donatori sangue. Memorabile la fotografia della lunga, lunghissima coda di cittadini pugliesi in fila, per molte ore, per donare il proprio sangue, l'unica azione concreta che in quel momento si poteva fare per dimostrare la vicinanza e la solidarietà alle famiglie drammaticamente colpite. Istituire la Giornata Pugliese del Donatore di Sangue proprio il 12 luglio, data del tragico evento, significa quindi, non solo ricordare le vittime e quanto accaduto, ma anche sostenere e dare giusta importanza e dignità ad un grande atto di generosità, quale quello della donazione, e non solo del sangue. In Puglia dunque la Giornata Mondiale del Donatore del Sangue che ricorre dal 2004 il 14 giugno, sarà posticipata al 12 luglio.

Attraverso una campagna di comunicazione, "LA PUGLIA NON DIMENTICA, LA PUGLIA DONA ANCORA", e insieme con le Associazioni e Federazioni dei donatori sangue della regione (Avis, Fidas, Fratres, Associazione Jonica donatori sangue "Bambino microcitemico", Federazione salentina delle Associazioni donatori volontari di sangue), le sei Asl e le Aziende ospedaliere, la Regione Puglia intende organizzare un tour itinerante di sensibilizzazione nelle piazze principali delle cinque province nelle domeniche. Ad aprire il tour, ieri è stata la città di Santa Maria di Leuca, e seguiranno secondo il seguente calendario: 25 giugno (Brindisi), 2 luglio (Foggia) e 9 luglio (Taranto) che culminerà nell'organizzazione di un evento il mercoledì 12 luglio nella città di Andria, in collaborazione con il Comune della città.

L'evento di Bari sarà poi ripreso in occasione della 81esima edizione della Fiera del Levante che si svolgerà dal 9 al 17 settembre 2017. Obiettivo degli incontri con i cittadini nelle cinque domeniche sarà anche quello di incentivare la donazione, soprattutto presso i giovani, fatta con periodicità e non con saltuarietà.
  • Disastro Ferroviario
Altri contenuti a tema
Incidente Andria-Corato, chiuse le indagini. Di Bari: “Revocare l'affidamento dei servizi di trasporto a Ferrotramviaria” Incidente Andria-Corato, chiuse le indagini. Di Bari: “Revocare l'affidamento dei servizi di trasporto a Ferrotramviaria” Una nota della consigliera pentastellata
Disastro ferroviario, concluse le indagini. 19 persone indagate Disastro ferroviario, concluse le indagini. 19 persone indagate Tra gli indagati anche un dirigente del Ministero
Disastro ferroviario, indagine ministeriale: «Legge sulla sicurezza applicata solo dopo l'incidente» Disastro ferroviario, indagine ministeriale: «Legge sulla sicurezza applicata solo dopo l'incidente» L'edizione online de Il Fatto Quotidiano rivela importanti novità
Una speranza di vita sul binario della morte. Un riconoscimento per i pompieri a lavoro sul luogo del disastro Una speranza di vita sul binario della morte. Un riconoscimento per i pompieri a lavoro sul luogo del disastro Nel giorno di Santa Barbara le benemerenze a chi lavorò per salvare vite umane
Disastro ferroviario, i parenti delle vittime conosceranno gli esiti dell'indagine tecnica Disastro ferroviario, i parenti delle vittime conosceranno gli esiti dell'indagine tecnica Presentazione a Roma il prossimo 29 novembre
1 Disastro Ferroviario, Di Bari (M5S): «I fondi stanziati dalla Regione non furono usati per il raddoppio del binario Andria - Corato» Disastro Ferroviario, Di Bari (M5S): «I fondi stanziati dalla Regione non furono usati per il raddoppio del binario Andria - Corato» «Come non revocare la concessione a Ferrotramviaria?»
Disastro Ferroviario, anche a Terlizzi un giardino per ricordare le vittime della tragedia Disastro Ferroviario, anche a Terlizzi un giardino per ricordare le vittime della tragedia Una targa commemorativa ricorda la strage sulla tratta Andria - Corato
Disastro ferroviario, uno dei due capistazione coinvolti nell'indagine torna al lavoro Disastro ferroviario, uno dei due capistazione coinvolti nell'indagine torna al lavoro La disposizione del giudice annulla la sua sospensione
© 2016-2017 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.