Don Peppe Diana
Don Peppe Diana
Cultura

Luigi Ferraiuolo a Corato per raccontare Don Peppe Diana

Dall'omicidio del prete di Casal di Principe alla rivolta culturale e umana della sua gente

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Dopo 25 anni dall'uccisione di don Peppe Diana, da parte della camorra, venerdì 6 marzo, alle ore 19.45, nel salone della Parrocchia della Sacra Famiglia di Corato, si terrà la presentazione del libro "Don Peppe Diana e la caduta di Gomorra. Un sacerdote e la sua gente rinnovano il loro mondo" di Luigi Ferraiuolo, giornalista e redattore di Tv2000. Dialogherà con l'autore il giornalista Franco Tempesta.

Nel libro Ferraiuolo racconta la figura di don Giuseppe Diana, il prete di Casal di Principe ucciso dalla camorra, e la caduta di Gomorra innescata dal suo martirio avvenuto il 19 marzo 1994, dal contesto sociale in cui maturò il suo omicidio, alla rivolta culturale e umana di una piccola fetta di resistenti che hanno creato un mondo diverso proiettato verso il futuro.

Luigi Ferraiuolo, con lo sguardo attento sul sociale, ha voluto riportare la vita e l'opera di don Peppe Diana, soprattutto per tenere sempre viva la memoria del parroco eroe, morto per amore del suo popolo, il cui omicidio ha segnato il destino di intere comunità e di intere generazioni, non solo di tutto il territorio casalese ma anche di quelli circostanti. Territori dove il bene e il male sono in lotta tra loro, ma dove il bene è più forte e può sconfiggere il male. Infatti, l'esempio di don Peppe Diana è stato un punto di riferimento, una luce nel buio, che ha permesso il loro riscatto e ha concretizzato la buona novella di Cristo cioè che "tutti abbiamo la possibilità di rinascere alla luce di Nostro Signore".

Il testo ripercorre, attraverso la storia di questo sacerdote eroe, "Martire del riscatto", anche le tappe della rinascita di un territorio rimasto troppi anni sotto il giogo della camorra, abbandonato dalle Istituzioni.

Un territorio dove oggi, sulle proprietà sottratte alle famiglie malavitose, sono fiorite cooperative sociali di ragazzi disabili o disagiati o ex detenuti che sono diventate ristoranti o vere e proprie imprese, opportunità di lavoro e impegno per i giovani. come la Nco ora acronimo di "Nuova cucina organizzata", "La forza del silenzio", "Agrorinasce", "Dulcis in fundo" e tantissimi progetti che funzionano come antidoto allo strapotere dei boss, all'omertà, alla paura e alla rassegnazione e alla mancanza di una vita sociale.

Un impegno collettivo e una nuova realtà sociale che si oppone al ritorno concreto della camorra, dopo venticinque anni comincia a dare frutti, non solo nel Casertano ma nel resto d'Italia.
  • Libri
Altri contenuti a tema
"Atti pandemici, quattro spiriti in quarantena", la bellezza contro la paura "Atti pandemici, quattro spiriti in quarantena", la bellezza contro la paura Domani la presentazione del libro scritto da Nico Mori, Federico Lotito, Alberto Tarantini e Luciana De Palma
Corato città che legge, Schettini: «Ora l'impegno per il Patto per la lettura» Corato città che legge, Schettini: «Ora l'impegno per il Patto per la lettura» Importante la collaborazione tra enti pubblici, scuole e privati per pratiche condivise di promozione della lettura
Luciana De Palma sul podio del Premio Letterario L'iguana Luciana De Palma sul podio del Premio Letterario L'iguana Secondo posto per "Il Mulino blu". «La scrittura è il mio modo di stare al mondo»
Le avventure di Crocchia e MezzoBaffo raccontate da Irene Stolfa Le avventure di Crocchia e MezzoBaffo raccontate da Irene Stolfa L'autrice dialogherà con Mariella Sivo
Il Maggio dei Libri diventa virtuale: appuntamento con Francesca Marzia Esposito Il Maggio dei Libri diventa virtuale: appuntamento con Francesca Marzia Esposito L'autrice dialogherà con Mariella Sivo
"Panacea. Al di là dell'abisso", disegni e poesie ai tempi del coronavirus "Panacea. Al di là dell'abisso", disegni e poesie ai tempi del coronavirus Il progetto letterario di Davide Uria e Mariateresa Quercia
Annullato l'incontro su don Peppe Diana Annullato l'incontro su don Peppe Diana L'iniziativa era prevista per questa sera
“Storia è/e memoria”, nuova collana saggistica per Secop “Storia è/e memoria”, nuova collana saggistica per Secop Curata dal giornalista Marino Pagano
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.