Marinellys Tremamunno
Marinellys Tremamunno
Attualità

Marinellys Tremamunno racconta “Venezuela. Il crollo di una rivoluzione”

Appuntamento sulla questione venezuelana

Si torna a parlare, nella nostra città, della delicata situazione del Venezuela.

A parlarne sarà la giornalista italo-venezuelana Marinellys Tremamunno, accreditata presso la Santa Sede, che esaminerà la questione venezuelana illustrando le idee contenute nel libro, da lei stessa scritto, "Venezuela. Il crollo di una rivoluzione".

L'incontro, reso possibile grazie al Centro Italo Venezolano di Corato, vedrà gli interventi del consigliere comunale APE Paolo Loizzo e della presidente dello stesso Centro Rosanna Agatino.

Cosa è successo in Venezuela? Come e perché il Venezuela è precipitato in tale situazione? Interrogativi ai quali si proverà a dare una risposta attraverso l'analisi dei fatti raccontati dalla giornalista Marinellys Tremamunno
  • Centro Italo Venezuelano
Altri contenuti a tema
Barbara Schiavulli a Corato racconta il dramma del Venezuela Barbara Schiavulli a Corato racconta il dramma del Venezuela Il dolore e la speranza di un popolo in ginocchio
Italia e Venezuela uniti per la pace, c’è anche Corato Italia e Venezuela uniti per la pace, c’è anche Corato Una messa in onore della madonna di Coromoto, la patrona del paese sudamericano
Crisi del Venezuela, un incontro per fare il punto sulla situazione Crisi del Venezuela, un incontro per fare il punto sulla situazione L'occasione sarà utile per avviare una raccolta di medicinali
Marinellys Tramamunno parla della crisi Venezuelana Marinellys Tramamunno parla della crisi Venezuelana Ieri un incontro in biblioteca
1 Un abbraccio simbolico al popolo Venezuelano. FOTO Un abbraccio simbolico al popolo Venezuelano. FOTO L'iniziativa nella giornata internazionale degli abbracci
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.