Test Rapidi sierologici coronavirus
Test Rapidi sierologici coronavirus
Territorio

Tutto pronto per l'indagine sierologica agli operatori dell'ospedale di Corato

Servirà a valutare la circolazione del virus nella popolazione sanitaria

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Massima precauzione possibile per contenere ogni rischio di contagio, anche il più piccolo, e valutare la circolazione del virus nella popolazione sanitaria.

E' l'obiettivo dell'indagine sierologica a tappeto che la ASL Bari - in coerenza con le indicazioni regionali - avvierà nei prossimi giorni per verificare, attraverso l'individuazione della presenza degli anticorpi IgG e IgM, se e in quale misura l'infezione da coronavirus si sia diffusa tra il personale sanitario di otto presidi ospedalieri: Di Venere-Triggiano, San Paolo, Altamura, Molfetta, Corato, Monopoli, Putignano e Terlizzi.

Questo lavoro di raccolta dei campioni sierologici, con la distribuzione dei primi 5mila test rapidi e le analisi effettuate in tempo reale da otto postazioni POCT, sarà curato dai medici competenti dei singoli presidi ospedalieri, coordinati dal dr. Franco Polemio, responsabile del Servizio di Sorveglianza Sanitaria e Radioprotezione Medica - Medicina Del Lavoro. In base all'appropriata valutazione di particolari profili di rischio, è prevista anche la somministrazione di 500 tamponi diagnostici.

Esattamente quanto accaduto all'ospedale "Di Venere", dove durante la somministrazione di tamponi diagnostici al personale sanitario si è riusciti ad intercettare un singolo caso di "debole positività" al virus Sars-Cov 2, peraltro rivelatosi negativo sia al secondo tampone di controllo (e con diverse metodiche strumentali) sia al test sierologico (per l'assenza di anticorpi IgG e IgM), su un soggetto asintomatico.

Nel frattempo erano state adottate le misure precauzionali più elevate all'interno del reparto di Medicina. La ASL Bari e la direzione medica dell'Ospedale, coerentemente con le indicazioni del Dipartimento di Prevenzione e del medico competente, avevano avviato la procedura per individuare i contatti stretti, sottoponendo a tampone anche i degenti: per tutti l'esito dell'esame è risultato negativo. Di qui la decisione di riattivare i nuovi ricoveri, sospesi precauzionalmente, già nelle prossime ore.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Dodici nuovi casi in Puglia, tre positivi nel barese Dodici nuovi casi in Puglia, tre positivi nel barese Sono quasi 300 gli attualmente contagiati sul territorio regionale
Coronavirus, 16 nuovi casi in Puglia, 5 sono nella provincia di Bari Coronavirus, 16 nuovi casi in Puglia, 5 sono nella provincia di Bari Non si registrano decessi
Controllo temperatura e obbligo di mascherina nelle discoteche Controllo temperatura e obbligo di mascherina nelle discoteche L'ordinanza del presidente della Regione Puglia. Mascherina obbligatoria in tutti i luoghi all'aperto ove necessario
Tamponi per chi rientra in Puglia da Spagna, Malta e Grecia. Emiliano: «Se negativi si interrompe la quarantena» Tamponi per chi rientra in Puglia da Spagna, Malta e Grecia. Emiliano: «Se negativi si interrompe la quarantena» In ogni caso, i pugliesi di rientro da queste aree geografiche devono autosegnalarsi
Covid, i casi di positività continuano a salire. Sono 16 nel barese, 33 in Puglia Covid, i casi di positività continuano a salire. Sono 16 nel barese, 33 in Puglia Sale a 262 il numero dei contagiati ancora positivi
Covid, obbligo quarantena per chi torna in Puglia da Grecia, Spagna e Malta Covid, obbligo quarantena per chi torna in Puglia da Grecia, Spagna e Malta La decisione della Regione dopo i casi di Covid delle ultime ore
Coronavirus, altri 9 casi nel Barese. Sono 20 i nuovi positivi in Puglia Coronavirus, altri 9 casi nel Barese. Sono 20 i nuovi positivi in Puglia Il direttore Asl Bari: «Cittadini pugliesi rientrati da vacanze e dal nord»
Coronavirus, impennata di contagi, 26 in Puglia. Undici in provincia di Bari Coronavirus, impennata di contagi, 26 in Puglia. Undici in provincia di Bari Preoccupano i rientri dalle vacanze all'estero
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.