Il rigore decisivo calciato da Nicolas Di Rito
Il rigore decisivo calciato da Nicolas Di Rito
Calcio

Un bel Corato batte il Bisceglie ma non basta per superare il turno

I neroverdi mettono alle corde la più quotata compagine nerazzurra ma cedono ai rigori. Decisiva la parata di Tarolli su Koné

Bisceglie avanti nella fase regionale di Coppa Italia di Eccellenza ma il proscenio del match di ritorno del turno inaugurale della competizione se l'è guadagnato, con pieno merito, un Corato da applausi. I nerazzurri l'hanno spuntata ai rigori, con la decisiva doppia respinta di Tarolli su Koné (l'estremo stellato ha intercettato sia un primo tentativo che la ripetizione disposta dalla terna arbitrale) ma quanto visto sul sintetico del "Coppi" di Ruvo nell'arco della sfida non può non costituire motivo di riflessioni su entrambi i fronti. Il 2-0 maturato al termine dei tempi regolamentari è frutto di un combinato disposto tra i progressi evidenti compiuti dalla squadra guidata da Fabio Di Domenico, destinata a vendere cara la pelle nel massimo campionato regionale, e l'innegabile flessione del team allenato da Franco Cinque rispetto alla prova sfoderata nell'incontro d'andata.

Di mezzo, il lavoro effettuato nel corso della settimana sul versante neroverde, con alcuni innesti e la ritrovata disponibilità di altri elementi che per diverse ragioni avevano saltato la partita del "Ventura". Il Bisceglie, peraltro, ha proposto nell'undici iniziale sia Barletta che Stefanini, assenti sette giorni prima.
Corato-BisceglieCorato-BisceglieCorato-Bisceglie

La partita

Tutto facile per il portiere nerazzurro sul calcio piazzato di Suriano dal limite (11'). Ospiti pericolosi alla mezz'ora con un'inzuccata dell'ex Di Rito, su traversone di De Vivo, bloccata da Addario. Lungo lancio di Cannito per Koné che ha provato a coordinarsi in corsa senza trovare lo specchio della porta (35'). Palla gol nitida per i padroni di casa al 43': spunto di Suriano per Diomandè che dall'interno dell'area piccola ha centrato il corpo di Tarolli. Oltre la traversa il destro a giro di Suriano su punizione nel recupero.

L'intervallo ha fatto molto bene al Corato, che si è ripresentato sul terreno di gioco determinatissimo a riaprire il discorso qualificazione. La rete di Sabbar al 63' ha premiato la volontà e l'ottima organizzazione mostrata dai neroverdi mentre il Bisceglie è parso accusare il contraccolpo sotto il profilo psicologico. Fiammata nerazzurra al 77' con Salguero, ben appostato, il cui tentativo è stato disinnescato da un attento Addario. Un ispirato Konè, all'80', ha firmato il raddoppio coratino con un'irresistibile incursione sull'out destro e una conclusione perentoria terminata alle spalle dell'estremo avversario. Sulle ali dell'entusiasmo, poco dopo, Suriano ha sfiorato il tris con una gran botta dalla distanza. I cambi hanno giovato al BIsceglie: un altro subentrato, l'ottimo Di Pierro, ha servito da sinistra a Di Rito un pallone invitante che però l'esperto attaccante argentino, da posizione decentrata, non è riuscito a sfruttare.

La roulette dei tiri dagli undici metri è stata risolta con l'unico errore commesso da Koné su 10 rigori calciati. Il Bisceglie ha conquistato l'accesso al secondo turno ma gli onori e i complimenti, questa volta, vanno a un bel Corato che guarda con rinnovato ottimismo al debutto in Eccellenza in programma al "Di Liddo", nella tana dell'Unione Bisceglie. I nerazzurri del presidente Racanati cominceranno il loro percorso da Stornara, domicilio del Real Siti.

CORATO-BISCEGLIE 6-5 dcr (2-0) - Risultato aggregato: 6-7. Bisceglie qualificato

Corato: Addario, Colabello (38' st Stefanelli), Diomandé, Campanella, Guglielmi, Zaza (Santoro), Sabbar, Cannito, Mbaye (1' st Sanguedolce), Koné, Suriano. A disp.: Loiodice, Frappampina, Prekducaj, Brandonisio, Bianco, Volpe. All.: Di Domenico.
Bisceglie: Tarolli, Barletta (Di Pierro), Logrieco (28' st Poverino), Paolillo, Sanchez, Rodriguez, Bonicelli (28' st Salguero), Stefanini, Di Rito, De Vivo, Dargenio. A disp.: Zinfollino, Fanelli, Pessinis, Grumo, Ferrante, Marasciulo. All.: Cinque.
Arbitro: De Pinto di Bari.
Assistenti: Prigigallo e De Candia di Bari.
Reti: 18' st Sabbar, 35' st Koné.
Note: ammoniti Cannito.
Sequenza rigori: Suriano gol; Salguero gol; Cannito gol; De Vivo gol; Koné parato; Paolillo gol; Diomandé gol; Stefanini gol; Campanella gol; Di Rito gol.
  • Usd Corato Calcio
  • Usd Corato
  • Coppa Italia
Altri contenuti a tema
Il Corato lascia la testa della classifica Il Corato lascia la testa della classifica Pari senza reti contro un San Marco ordinato. I neroverdi masticano amaro per le occasioni sprecate e un rigore fallito
Il Corato chiede strada al San Marco Il Corato chiede strada al San Marco Neroverdi al "Coppi" di Ruvo per vincere e restare al comando della classifica
Questione stadio, la replica dell'amministrazione agli Ultras Corato Questione stadio, la replica dell'amministrazione agli Ultras Corato «Esiste un progetto di riqualificazione, si attende l'uscita di nuovi bandi per ottenere i finanziamenti»
Lo scontro al vertice fra Corato e Bisceglie finisce senza reti Lo scontro al vertice fra Corato e Bisceglie finisce senza reti Gara condizionata dalla pioggia
L'acuto di Frappampina regala tre punti d'oro al Corato L'acuto di Frappampina regala tre punti d'oro al Corato I neroverdi espugnano il "Poli" di Molfetta e si confermano al comando della classifica
Il Corato si issa in vetta Il Corato si issa in vetta Battuto il Foggia Incedit nella prosecuzione della gara sospesa per infortunio all'arbitro. Aggancio sul Manfredonia, +2 sul Bisceglie
Festa Corato, piegato il Manfredonia nella bolgia del "Coppi" Festa Corato, piegato il Manfredonia nella bolgia del "Coppi" I neroverdi accorciano sulla testa della classifica in attesa del recupero del match contro il Foggia Incedit
Big match, Corato sfida il Manfredonia capolista Big match, Corato sfida il Manfredonia capolista Giornata neroverde, pubblico chiamato a fare la sua parte al fianco del team di mister Di Domenico
© 2016-2022 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.