Sindaco Corrado De Benedittis. <span>Foto Stefano Procacci</span>
Sindaco Corrado De Benedittis. Foto Stefano Procacci
Vita di Città

12 luglio, arriva la replica del sindaco De Benedittis

«L'istituzione di una giornata del ricordo appare prematura». Il primo cittadino chiarisce sull'evento di venerdì sera

«Nel pieno rispetto della Memoria condivisa della comunità civile, il Comune di Corato deporrà, come ogni anno, una corona di fiori in ricordo delle vittime del tragico incidente ferroviario del 12 luglio 2016».

In merito ai recenti articoli apparsi sulle testate giornalistiche locali nell'approssimarsi della data del 12 luglio, anniversario del tragico incidente ferroviario, giunge una nota a firma del sindaco Corrado De Benedittis.

«L'Amministrazione comunale, sempre attenta alle richieste della famiglia Tedone, ha patrocinato la manifestazione "Komorebi" dedicata alla passione del caro Francesco per la cultura giapponese, con un contributo economico di € 8mila.

Impegnati nella ricerca di una giustizia giusta, il Sindaco Corrado De Benedittis e la Giunta comunale hanno deliberato la costituzione di parte civile del Comune di Corato, nel processo di appello in corso, relativo ad acclarare cause e responsabilità dell'incidente. L'istituzione di una giornata del ricordo appare prematura, sul piano socio culturale.

Si evidenzia, infatti, che l'istituzione di tali giornate è l'esito di una esigenza di consapevolezza proveniente dalle generazioni successive, allorché queste sono attraversate dal bisogno di conoscere e ricordare. Una giornata istituita da chi ha vissuto quegli eventi è destinata a tramontare con il passaggio generazionale.

Lo spettacolo di musica, previsto nel chiostro del Comune, nell'ambito di un autorevole festival, è un appuntamento che non impedisce nulla, alla stregua dei tanti eventi socio-ricreativi previsti, allo stesso modo, nei comuni limitrofi. Peraltro, si esibirà un giovane concittadino, che superata la drammatica traversata del Mediterraneo, ha avuto la forza intellettuale, psicologica e morale di dire di sì alla vita attraverso lo studio in Conservatorio e l'impegno quotidiano.

Oggi, c'è urgente bisogno di verità e trasparenza, più che di "rumorosi" e retorici silenzi, in cui spesso rischiano di confondersi vittime e responsabili».
  • Incidente
  • Corrado De Benedittis
Altri contenuti a tema
12 luglio, De Benedittis: «La memoria collettiva dev'essere una cosa viva» 12 luglio, De Benedittis: «La memoria collettiva dev'essere una cosa viva» Le parole del sindaco di Corato
Crolla palo della pubblica illuminazione su via Aldo Moro Crolla palo della pubblica illuminazione su via Aldo Moro Nessun ferito. Il sindaco condanna l'episodio: «Chiederemo conto a chi di dovere»
Incidente sulla Trani-Corato: tre vetture coinvolte Incidente sulla Trani-Corato: tre vetture coinvolte Presente Polizia locale, 118 e Vigili del Fuoco. Non ci sono feriti gravi
Morto il padre del sindaco De Benedittis e della consigliera Antonella Morto il padre del sindaco De Benedittis e della consigliera Antonella Mario De Benedittis era maestro di scuola elementare e corrispondente della Gazzetta
Incidente su via Gravina in direzione Corato: sei feriti Incidente su via Gravina in direzione Corato: sei feriti Sul posto la Polizia Locale e i Vigili del fuoco
Investito su un ciclomotore sull'estramurale di Corato Investito su un ciclomotore sull'estramurale di Corato Incidente avvenuto all'angolo con via San Vito: sul posto ambulanza e Polizia locale
Tragedia sulla SP 231: incidente mortale sulla Ruvo-Andria Tragedia sulla SP 231: incidente mortale sulla Ruvo-Andria A perdere la vita un sessantenne di Andria
Incidente sulla provinciale Corato-Castel del Monte, un ferito Incidente sulla provinciale Corato-Castel del Monte, un ferito Sul posto i Vigili del Fuoco, il 118 e la Polizia Locale
© 2016-2024 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.