Disastro Ferroviario
Disastro Ferroviario
Attualità

A tre anni dal disastro ferroviario, Mazzilli: «Quello che ho visto e vissuto quel giorno non lo dimenticherò mai più»

Le parole dell'ex sindaco che coordinò i primi soccorsi

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Le parole di Massimo Mazzilli, il sindaco che attivò la macchina dei soccorsi e l'unità di crisi nel giorno del disastro ferroviario.

Il 12 Luglio 2016 per me iniziò come una normale giornata di lavoro da Sindaco, impegni e direttive da impartire in Comune e poi l'incontro a Bari col Presidente Emiliano per discutere della sorte del nostro Ospedale! Di ritorno da Bari altrettanto normale: un sopralluogo ai lavori della vasca di laminazione in zona Maglioferro e ai lavori di Piazza di Vagno. Poi verso le 11,20 una telefonata dalla Dirigente della Protezione Civile regionale: "Sindaco c'è stato uno scontro tra treni tra Corato e Andria, non sappiamo bene dove, ma visto che lei è ben organizzato per la protezione civile, attivi immediatamente il Centro Operativo Comunale e coordini i soccorsi mentre noi ci muoviamo e coordiniamo da Bari."
Immediatamente, detti disposizioni al Segretario Generale e ai Dirigenti di attivare il C.O.C. mentre io col mio Vigile autista correvo verso il presunto luogo dell'incidente!
Quello che ho visto e vissuto quel giorno non lo dimenticherò mai più per tutta la vita, insieme a quanti furono coinvolti e soccorsero con sacrificio e senza risparmio di forze. Il resto è storia, ma il senso di appartenenza ai familiari delle vittime e ai feriti che da quel giorno ho conosciuto resterà, altrettanto, un pezzo intimo mio e della vita, non trasferibile o spiegabile perché solo chi ha vissuto, in prima persona, quell'evento doloroso può comprendere.
Spero che la nostra Città dia la giusta rilevanza e non dimentichi quel grave episodio; aspetto che venga installato il monumento commemorativo in Piazza Almirante, che la Città Metropolitana di Bari aveva disposto; spero che alla nostra Città sia riconosciuta la Benemerenza al Valor Civile e vorrei che le celebrazioni annualmente siano dense di raccoglimento e partecipazione e non solo viste come "un atto dovuto", proprio per il significato e senso di quella strage: la sicurezza del trasporto ferroviario a garanzia di tutti!
Spero anche che la Giustizia appuri le responsabilità di quel l'incidente, perché quanti hanno patito e patiscono ancora e tutti noi, abbiamo anche bisogno di questo.
Sono e sarò sempre vicino a tutte le persone coinvolte a vario titolo coinvolte e a loro, in particolare a tutti i familiari delle vittime, porgo il mio personale sostegno e cordoglio. Per non dimenticare....
  • Disastro Ferroviario
Altri contenuti a tema
Disastro ferroviario, presentata un'interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti Disastro ferroviario, presentata un'interrogazione parlamentare al Ministro dei Trasporti Sicurezza, trasparenza e attribuzione delle responsabilità nel testo presentato dopo il minuto di silenzio in memoria delle vittime
Il Senato osserva un minuto di silenzio nel ricordo delle vittime del disastro ferroviario Il Senato osserva un minuto di silenzio nel ricordo delle vittime del disastro ferroviario Piarulli: «Massimo impegno affinché non accada mai più»
Una corona di fiori (a Bari) ricorda le vittime della strage dei treni Una corona di fiori (a Bari) ricorda le vittime della strage dei treni Emiliano: «Abbiamo il desiderio che la verità arrivi attraverso il processo»
Strage dei Treni, il Corpo dei Vigili del Fuoco ricorda l'immane tragedia Strage dei Treni, il Corpo dei Vigili del Fuoco ricorda l'immane tragedia Sui social ufficiali il racconto delle drammatiche ore dei soccorsi
"Siamo accanto alle famiglie nella battaglia per la giustizia e la verità" "Siamo accanto alle famiglie nella battaglia per la giustizia e la verità" La nota del Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti umani
Disastro ferroviario del 12 luglio 2016, quattro anni di indelebile memoria Disastro ferroviario del 12 luglio 2016, quattro anni di indelebile memoria Vivo il ricordo dell'incidente costato la vita ai coratini Luciano Caterino e Francesco Ludovico Tedone
12 luglio, Santa Messa in memoria delle vittime del disastro ferroviario 12 luglio, Santa Messa in memoria delle vittime del disastro ferroviario Domenica la commemorazione in Chiesa Matrice. Questa sera Messa con il vescovo ad Andria
Komorebi 2020. La luce di Francesco nel ricordo dei suoi cari Komorebi 2020. La luce di Francesco nel ricordo dei suoi cari Si terrà in forma privata la commemorazione dello studente vittima del disastro ferroviario del 2016
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.