Temporale
Temporale
Ambiente

Coldiretti su Maltempo: a giugno +1015% di pioggia; danni e disagi

“Tropicalizzazione del clima con temperature più alte della media stagionale e diminuzioni repentine che causano shock termici alle piante"

In Puglia a giugno 2018 è piovuto 10 volte in più rispetto a giugno 2017 con un aumento percentuale del 1.015% dei millimetri di pioggia caduti, secondo le elaborazioni di Coldiretti Puglia su dati Assocodipuglia.

"Notevoli danni e disagi per la tropicalizzazione del clima con temperature spesso più alte della media stagionale e diminuzioni repentine che causano shock termici a danno delle piante e violenti nubifragi con un aumento esponenziale dei millimetri di acqua caduti che per esempio in provincia di Lecce sono cresciuti di 3419% a giugno 2018 rispetto a giugno 2017", commenta il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele.

Anche gli invasi del foggiano Occhito, Capaccio, Osento e Capacciotti ad oggi contengo 14,7 milioni di metri cubi d'acqua in più rispetto al 26 giugno 2017, aggiunge Coldiretti Puglia, dove il deficit idrico dei mesi precedenti è stato compensato evidentemente dalle piogge, divenute improvvise e violente.

"In alcuni comuni i dati pluviometrici sono particolarmente alti – aggiunge Angelo Corsetti, Direttore di Coldiretti Puglia - come ad esempio a Lucera a giugno 2018 sono caduti 136,4 millimetri di pioggia contro 0,2 di giugno 2017, a Fasano 89,8 millimetri mentre nel 2017 neppure una goccia di pioggia, a Squinzano 115,2 millimetri del 2018 contro 0,6 del 2017 e a Castellaneta 61,8 millimetri contro 1,4 millimetri di giugno 2017. La pioggia è manna per una regione a rischio desertificazione per il 57% del territorio, sempre che i fenomeni non siano così violenti da danneggiare pesantemente le colture orticole e arboree, così come sta accadendo negli ultimi mesi".

Tra l'altro, la pioggia non va dispersa e per questo va avviato un Programma di azione regionale, in linea con il Programma Nazionale, tenendo sotto costante monitoraggio i tradizionali ed usuali mezzi di approvvigionamento (pozzi ed invasi) e di vettoriamento (condotte), ma anche misurando i flussi d'acqua che vanno all'industria, al potabile e all'uso irriguo, quelli che in emergenza possono essere prelevati ancora da falde e sorgenti, l'acqua che può essere resa disponibile dai dissalatori e dai depuratori urbani.
  • Maltempo
  • Agricoltura
  • Coldiretti
Altri contenuti a tema
Maltempo in arrivo, è allerta gialla Maltempo in arrivo, è allerta gialla Previsto weekend di pioggia
Nuova allerta meteo per la giornata di domani Nuova allerta meteo per la giornata di domani Previsti temporali
Nord barese flagellato dalla grandine, chicchi grandi quanto palle da golf Nord barese flagellato dalla grandine, chicchi grandi quanto palle da golf Nuova batosta per l'agricoltura
Tutti pazzi per l'agriturismo, Coldiretti: «Tutto esaurito a giugno» Tutti pazzi per l'agriturismo, Coldiretti: «Tutto esaurito a giugno» Diffusi i dati provincia per provincia
Gelate, al via la richiesta degli indennizzi per calamità Gelate, al via la richiesta degli indennizzi per calamità Corato rientra tra i comuni danneggiati
Caldo e moscerini: «Danneggiano la frutta» Caldo e moscerini: «Danneggiano la frutta» L'allarme di Coldiretti
La birra di grano "cappelli" di Corato apprezzata sul fronte del gusto e dell'innovazione La birra di grano "cappelli" di Corato apprezzata sul fronte del gusto e dell'innovazione Aumentano i microbirrifici, toccasana per l'economia e l'occupazione
Il ministro Centinaio firma la declaratoria per le gelate del 2018 Il ministro Centinaio firma la declaratoria per le gelate del 2018 Anche Corato tra i territori danneggiati
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.