Procura di Trani
Procura di Trani
Cronaca

Incidente mortale sul lavoro, due condanne

Si è chiuso il processo di primo grado sulla morte dell'operaio Cataldo Piccininni

Due condanne e una assoluzione. È l'esito del processo di primo grado relativo alla morte sul lavoro del 32enne Cataldo Piccininni, avvenuta il 1 luglio del 2011 mentre lavorava all'interno dell'azienda "Sidercamma" di Corato.

Un percorso giudiziario durato cinque anni che ha visto nei giorni scorsi il giudice dott.ssa Laura Cantore pronunciarsi in merito alle accuse di concorso omicidio colposo sollevate all'indirizzo del titolare dell'azienda nella quale si verificò la morte di Piccininni, del responsabile del servizio di prevenzione e protezione della ditta e del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Il giudice ha condannato il titolare Amorese Giovanni, difeso dall'avv. Vincenzo Operamolla, alla pena di due anni di reclusione, con la pena sospesa alle condizioni di legge, nonché al pagamento delle spese processuali.

Condanna anche per Luigi Squeo, rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, anch'egli difeso dall'avv. Vincenzo Operamolla. Per lui la pena è di un anno e quattro mesi di reclusione, con il riconoscimento delle circostanze attenuanti generiche. Condannato anche al pagamento delle spese processuali.

Assolto perché il fatto non sussiste Raffaele Tritto, responsabile del servizio di prevenzione e protezione della ditta. Tritto era difeso dall'avv. Francesco Paolo Sisto.

Amorese e Squeo inoltre dovranno procedere al pagamento della provvisionale a favore delle parti civili (moglie e genitori dell'operaio deceduto), difese dall'avv. Sergio Lagrasta.

Cataldo Piccininni morì il 1 luglio 2011 schiacciato da dei grossi tubi metallici che si staccarono da uno scaffale posizionato nell'azienda.
  • Giustizia
Altri contenuti a tema
Processo giudici corrotti, la New Generation chiarisce: «Noi non siamo coinvolti» Processo giudici corrotti, la New Generation chiarisce: «Noi non siamo coinvolti» La nota dei legali dell'azienda
"Giustizia svenduta", disposto rinvio a giudizio per il giudice Nardi "Giustizia svenduta", disposto rinvio a giudizio per il giudice Nardi A processo anche Di Chiaro, Patruno e Zagaria
Inchiesta su corruzione tra giudici, Nardi chiede di essere interrogato Inchiesta su corruzione tra giudici, Nardi chiede di essere interrogato Prosegue oggi l'udienza preliminare
«Giustizia svenduta», l'ordine degli avvocati si costituisce parte civile nel processo «Giustizia svenduta», l'ordine degli avvocati si costituisce parte civile nel processo «Un atto dovuto» secondo il presidente dell'ordine Bertolino
Violenze sessuali sui figli, genitori orchi condannati al carcere Violenze sessuali sui figli, genitori orchi condannati al carcere Avrebbero maltrattato i due figli di 5 e 9 anni
Savasta rimosso dalla magistratura Savasta rimosso dalla magistratura Un altro magistrato indagato: è il procuratore Capristo
Inchiesta sui giudici corrotti, il PM: «Rimangano agli arresti per altri 3 mesi» Inchiesta sui giudici corrotti, il PM: «Rimangano agli arresti per altri 3 mesi» Attesa la decisione del giudice per le indagini preliminari
Indagini Procura di Lecce, «Messi del Comune di Corato assolti da ogni accusa» Indagini Procura di Lecce, «Messi del Comune di Corato assolti da ogni accusa» Le precisazioni del legale dei due messi del Comune di Corato
© 2016-2019 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.