Michele Macchia Foto Michele Macchia" />
Michele Macchia "Divismo e plastica". Foto Michele Macchia
Cultura

La poetica visiva di Michele Macchia nell'Atlante dell’Arte Contemporanea DeAgostini

Per il secondo anno consecutivo l'artista coratino annoverato fra gli 800 artisti del prestigioso volume

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
«In un mondo dove il consumismo dilagante e la pubblicità dominano, il lavoro dell'artista deve adattarsi a questo, diventandone complice, anche trasformandosi in uno spot da mostrare con audacia all'osservatore, attraendolo ed ipnotizzandolo». Sono le parole con cui l'artista coratino Michele Macchia descrive la poetica espressa nelle sue opere, predilette per il secondo anno consecutivo anche dal prestigioso Atlante dell'Arte Contemporanea edito da DeAgostini col sostegno della società Start Group.

Presentato lo scorso 5 giugno al Museo MAXXI di Roma, anche la seconda edizione della pubblicazione curata dal critico Daniele Radini Tedeschi e Stefania Pieralice, dedica ben tre pagine all'arte del nostro concittadino Macchia, apprezzato a livello nazionale e internazionale nei più ambiti ambienti del settore.

Un corposo lavoro di approfondimento e di ricerca teso alla storicizzazione degli artisti con relativi indici di mercato, con una mappa di individuazione regionale degli artisti, assieme alle tecniche utilizzate, il genere di arte prodotto, citando le gallerie che li rappresentano, il tutto corredato da un ampio apparato iconografico.

Riccamente illustrato, l'Atlante dell'Arte Contemporanea DeAgostini, esplora la produzione artistica di 800 artisti italiani in attività tra il 1950 e il 2019, ponendosi come strumento indispensabile per gli esperti e operatori del settore.

«Nelle opere di Macchia, con gli originali collages, la mescolanza di diversi espedienti tecnici, il ricorso a elementi prelevati dalla realtà, le ammalianti campiture di colore puro e nitido, si condensa una spregiudicata e al tempo stesso ironica riflessione sui mutamenti della realtà circostante, condotta attraverso la ripetizione seriale di formule stereotipate, prelevate dagli annunci commerciali e sottolineati da vivacissimi contrasti cromatici». Si legge nella profonda analisi sull'arte di Michele Macchia contenuta nell'Atlante dell'Arte Contemporanea DeAgostini.

Da Giorgio De Chirico a Massimo Campigli, da Maurizio Cattelan a Piero Manzoni, sfogliando le pagine patinate del volume, si scopre anche la poetica visiva del nostro artista coratino che, come scrivono i curatori: «si impone come una denuncia alla contemporanea società di massa, rea di aver condotto alla spersonalizzazione del singolo e alla soppressione dell'individualità. Attraverso la sua segnica dinamica, incisiva e precisa, l'artista postula una riflessione sulla realtà attuale, invitando alla liberazione e all'abbattimento di stereotipi comuni».

Immagini gentilmente concesse dall'artista.
4 fotoMichele Macchia - Atlante DeAgostini
Pagine dedicate a Michele MacchiaMichele Macchia Divismo e plasticaLa presentazione del volumeLa presentazione del volume
  • Arte
  • Michele Macchia
Altri contenuti a tema
"Urban Talk", il format made in Corato sull'arte urbanistica arriva a Bisceglie "Urban Talk", il format made in Corato sull'arte urbanistica arriva a Bisceglie L'idea è di Esther Tattoli e Alexander Larrarte
Regione Puglia promuove la Street Art, stanziati 4 milioni di euro Regione Puglia promuove la Street Art, stanziati 4 milioni di euro Capone: «Valorizzare e riqualificare le aree urbane con l'arte e la creatività»
L'arte di Michele Macchia a New York per guardare al futuro dopo la pandemia L'arte di Michele Macchia a New York per guardare al futuro dopo la pandemia L'artista coratino espone per "Art after Pandemic", progetto della Galleria di arte moderna newyorkese "Artifact"
Raccontare e raccontarsi, la "Chiamata alle Arti" per dirci cosa stiamo provando Raccontare e raccontarsi, la "Chiamata alle Arti" per dirci cosa stiamo provando Progetto sociale cittadino ideato da Daniela Maggiulli e Sofia Leuzzi
Filippo Silvestri a Corato parla di semiotica dello spazio dell'arte Filippo Silvestri a Corato parla di semiotica dello spazio dell'arte Una iniziativa di IfInApulia
Miracle: a Corato luoghi sacri e arte, insieme per la promozione del territorio Miracle: a Corato luoghi sacri e arte, insieme per la promozione del territorio La mostra itinerante si inaugura venerdì 13 dicembre nella Sala Verde del Comune di Corato
Franco Leone: musicalità e splendori nei suoi versi Franco Leone: musicalità e splendori nei suoi versi L’artista coratino si racconta in un’intervista
Lo stemma di Corato realizzato a tombolo vincitore del Concorso Nazionale di Bolsena Lo stemma di Corato realizzato a tombolo vincitore del Concorso Nazionale di Bolsena La testimonianza e la passione della realizzatrice Cecilia Rosito
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.