Marina Mastromauro. <span>Foto Doriana Maldera</span>
Marina Mastromauro. Foto Doriana Maldera
Vita di Città

Marina Mastromauro: «All'ospedale i distributori non possono sostituire un bar»

L'industriale coratina: «Perché non offrire una possibilità di lavoro?»

Arriva l'estate e la mancanza all'ospedale "Umberto I" di un punto ristoro o più semplicemente di un bar che possa offrire acqua e qualcosa di fresco inizia a farsi sentire.

Una mancanza che, nell'ospedale di Corato, si avverte da tanti, ormai troppi anni.

Da tempo si parla della possibilità di riattivare il bar all'interno del nosocomio e, non troppo tempo fa si cercava chi potesse gestirne uno.

La dott.ssa Marina Mastromauro, amministratore delegato di Granoro, ha puntato nuovamente i fari su una questione irrisolta della nostra città prendendo carta e penna e scrivendo ai dirigenti della ASL per evidenziare il problema.

Poche ma efficaci righe che meritano una risposta.

«Scrivo per chiedere alle Autorità, in particolare ai Dirigenti Sanitari della nostra ASL Bari, come mai sono anni e anni che il Bar dell'Ospedale Umberto I di Corato è chiuso.
Un disservizio che crea tanto disagio sia agli ammalati, sia a chi si reca nella struttura per assisterli, sia al Personale Medico, Infermieristico e Paramedico che non può concedersi nemmeno una pausa per uno spuntino o un caffè.
I distributori automatici sopperiscono alle necessità delle ore notturne, ma non possono sostituire il genere di servizio che può offrire un bar.
C'è tanta richiesta di lavoro; possibile che non si possa offrire questa opportunità lavorativa a qualcuno ?»

Una domanda diretta, semplice se vogliamo, ma alla quale da troppo tempo ancora non c'è una risposta.

Anche il sindaco di Corato Massimo Mazzilli, prendendo spunto dal sollecito della dott.ssa Mastromauro, ricorda di aver sollecitato per iscritto la «ASL Bari per disporre urgentemente la somministrazione di alimenti e bevande presso l'Ospedale di Corato. I giorni scorsi mi sono recato in Direzione Generale a Bari per chiederne il riscontro e il Dott. Montanaro mi ha assicurato che oltre al contratto firmato con la ditta aggiudicataria, ha anche dato disposizioni alla stessa per installare temporaneamente i distributori automatici». Il sollecito, di cui il sindaco mostra copia attraverso i social network, risale allo scorso 7 maggio.

«Bene ha fatto anche la D.ssa Marina Mastromauro a rinforzare il tema col suo intervento. Siamo però a un passo dall'apertura del nuovo punto ristoro che migliorerà la qualità dei servizi prestati dal nostro Ospedale» scrive Mazzilli.
  • Ospedale
  • Marina Mastromauro
Altri contenuti a tema
Marina Mastromauro dice No a ItaliaViva Marina Mastromauro dice No a ItaliaViva L'imprenditrice coratina: "Le mie energie solo per l'azienda"
Renzi chiama Mastromauro. Sarà lei la sfidante di Emiliano? Renzi chiama Mastromauro. Sarà lei la sfidante di Emiliano? L'indiscrezione trova spazio sulle colonne del Corriere del Mezzogiorno
Ospedale di Corato, il dg Sanguedolce al sen. Perrone: «Presto nuovi medici» Ospedale di Corato, il dg Sanguedolce al sen. Perrone: «Presto nuovi medici» Un colloquio per il potenziamento dell'Umberto I
Ladri al CUP dell'ospedale, il colpo non va a segno Ladri al CUP dell'ospedale, il colpo non va a segno L'ufficio è rimasto chiuso nella mattinata di oggi
Dal dolore alla generosità, donati gli organi di un uomo di Corato Dal dolore alla generosità, donati gli organi di un uomo di Corato Espiantati reni, fegato e cornee
Nell'ospedale di Corato uno sportello per le maternità "difficili" Nell'ospedale di Corato uno sportello per le maternità "difficili" Questa mattina il taglio del nastro
Furti nell'area dell'ospedale, ladri al medico: «Zitta o ti tagliamo la gola» Furti nell'area dell'ospedale, ladri al medico: «Zitta o ti tagliamo la gola» Lo riferisce il comitato per l'ospedale unico del nord barese. «Dalla carta di Ruvo nulla è stato fatto»
Rocambolesco tentativo di evasione dai domiciliari di un 23enne coratino Rocambolesco tentativo di evasione dai domiciliari di un 23enne coratino Il giovane, rintracciato al pronto soccorso dell'ospedale, ha aggredito i Carabinieri dandosi alla fuga. Riacciuffato, si è scagliato contro altri due militari ma è stato infine bloccato
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.