Sanità
Sanità
Attualità

Medici per Covid, il bando della Protezione Civile per una task force di 300 medici

Opereranno a supporto delle strutture sanitarie delle regioni più colpite

È stata avviata la costituzione della task force di 300 medici che opereranno a supporto delle strutture sanitarie regionali per l'attuazione delle misure necessarie al contenimento e contrasto dell'emergenza COVID -19.

«Arriveranno da tutta Italia a sostegno delle zone più colpite dal Coronavirus» – ha dichiarato il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. «Siamo al fianco delle comunità che sono in prima linea nell'affrontare questa emergenza, continuiamo a combattere questa battaglia insieme a loro».

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, di concerto con la Protezione Civile e su proposta del ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, ha deciso infatti di creare una task force di medici provenienti da ogni parte d'Italia da poter inviare nei territori con le maggiori criticità sanitarie.

In merito, il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha firmato oggi un'ordinanza, che è stata trasmessa per l'intesa alle Regioni. La task force conterà fino a un massimo di 300 medici, con partecipazione su base volontaria. Andranno ad affiancare i già 7000 medici e infermieri volontari. Il personale, selezionato per rispondere alle esigenze maggiormente richieste, opererà a supporto delle strutture sanitarie regionali.

Per dare la disponibilità a prestare la tua attività presso le Regioni maggiormente colpite è necessario compilare il form on line sul sito https://medicipercovid.protezionecivile.it/

I profili ritenuti idonei idoneo verrai contattati dal Dipartimento di protezione Civile per definire nel dettaglio le modalità di impiego.

La partecipazione alla task force sarà obbligatoria per il datore di lavoro fatta eccezione per le strutture convenzionate per le quali la possibilità di far parte della task force avviene su base consensuale con il proprio datore di lavoro.

La partecipazione alla task force prevede, inoltre, il rimborso delle spese di viaggio ed una indennità forfettaria per ciascuna giornata prestata, nella misura indicata nella Ordinanza allegata.
Le Regioni provvederanno alla sistemazione alloggiativa.
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Disposizioni stringenti per chi arriva nel territorio nazionale Disposizioni stringenti per chi arriva nel territorio nazionale L'ordinanza del 28 marzo di Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Ministero della Salute
1 Coronavirus, superati i 1500 contagi in Puglia. Oggi 15 decessi Coronavirus, superati i 1500 contagi in Puglia. Oggi 15 decessi Sono 49 i nuovi casi registrati in provincia di Bari
Coronavirus, 25 nuovi casi in provincia di Bari. Due decessi in Puglia Coronavirus, 25 nuovi casi in provincia di Bari. Due decessi in Puglia Sono 124 i casi positivi registrati oggi, 1458 in totale in Puglia
Campionato concluso, NMC: «Tutto è semplicemente rimandato» Campionato concluso, NMC: «Tutto è semplicemente rimandato» Le parole della presidente Balducci dopo la decisione della Fip
Documenti, assicurazione e revisione in scadenza, tutte le proroghe Documenti, assicurazione e revisione in scadenza, tutte le proroghe Le misure su atti amministrativi e autorizzazioni disposte dal DPCM del 17 marzo
Coronavirus, 57 nuovi casi nella provincia di Bari Coronavirus, 57 nuovi casi nella provincia di Bari Sono quattro i morti in Puglia. 25 le persone guaritr
Coronavirus, una call ai cittadini per la solidarietà Coronavirus, una call ai cittadini per la solidarietà Invito ad aiutare i bisognosi da parte del movimento civico "La città in fiore"
1 Coronavirus, almeno sei i casi accertati a Corato Coronavirus, almeno sei i casi accertati a Corato Lo si apprende dal bollettino diffuso dalla Regione
© 2016-2020 CoratoViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CoratoViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.